laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Un richiamo per l’Isola Palmaria

Più informazioni su

Presenza e modello di Mangia Trekking per chi ama camminare nella natura

PORTO VENERE – L’associazione Mangia Trekking prosegue nella sua silenziosa opera ed assicura la propria presenza sull’isola Palmaria, dove i sentieri sono divenuti ormai una vera e propria attrazione. Non per caso da tante autorevoli parti vengono considerati tra i più belli d’Italia. Ed adesso che la Via dell’Amore nelle Cinque Terre è chiusa, su base annua sono divenuti anche i più transitati della regione Liguria. Così anche in questo periodo di gran caldo e facile incontrare ogni giorno bagnanti, escursionisti e turisti in genere, che camminano sui sentieri della meravigliosa isola del Parco di Porto Venere.

Per tali motivi, l’associazione MangiaTrekking, che in base ad una bella collaborazione con il Comune e l’Ente Parco di Porto Venere, da anni cura quei sentieri, si sente responsabilizzata, e si mobilita con continuità per assicurare a quei camminamenti le migliori condizioni di fruibilità e sicurezza. Infatti anche nei giorni scorsi, appena caduto un grosso pino, che di fatto era andato ad impedire e render comunque poco sicuro il transito delle persone lungo la storica Strada dei Condannati, subito, forse senza che neanche qualcuno se ne accorgesse, Giovanni Piaggio, Olivio Lombardo, Sergio Patanè, Giuliano Guerri, Emiliano Patanè e Lorella Costa, sono prontamente intervenuti provvedendo a riportare la situazione nelle migliori condizioni di fruibilità della via.


 
L’associazione Mangia Trekking che è presente sull’isola svolgendo attività anche di monitoraggio raccolta rifiuti lungo i camminamenti, coglie l’occasione per rivolgere un invito a tutti coloro che frequentano l’isola affinché rispettino l’ambiente e la natura, non gettino rifiuti, non transitino con le ciabatte da spiaggia lungo i sentieri e soprattutto non accendano fuochi sull’isola. 

Più informazioni su