laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Una settimana con Slow Food ad Expo

Più informazioni su

MILANO – Ecco i principali incontri di Slow Food a Expo 2015 nella settimana dal 20 al 26 luglio. Consulta il programma completo degli appuntamenti ospitati dal Padiglione Slow Food nella Piazza della Biodiversità

Lunedì 20
Goethe, “Viaggio in Italia” tra i terroir del vino
Ore 16,30: Il Viaggio in Italia di Goethe è uno dei più straordinari racconti di viaggio della letteratura mondiale.  Tra le pagine del diario non mancano le colte e appassionate descrizioni dei vigneti e dei vini che l’autore incontra nel suo cammino, mettendoli in relazione con le caratteristiche del terreno, del clima, dei luoghi e della cultura locale: insomma con tutto ciò che ne definisce il “terroir”. Fernando Iannozzi, docente Fisar, ripercorre in chiave vitivinicola il viaggio dal Nord al Sud della penisola che Goethe intraprese a fine Settecento, con approfondimenti etnografici e culturali che testimoniano la ricchezza e la diversità dei nostri terroir.

Martedì 21
La biodiversità del Roussillon
Ore 16.30: Dalla rapa nera di Pardailhan al pélardon affiné, senza dimenticare il rancio sec: la regione storica del Roussillon, nell’estremo Midi francese, si contraddistingue per la sua incredibile biodiversità. La condotta Slow Food locale ci racconta le storie dei prodotti e dei produttori alimentari che animano questo fazzoletto di terra incastrato tra i Pirenei Orientali. A guidarci alla scoperta dell’eredità gastronomica della zona è Jean Lheritier, primo convivium leader ed ex presidente di Slow Food in Francia.

Mercoledì 22
Premiazione concorso Europeana Food and Drink
Ore 15: Giunge al traguardo finale il concorso per documentari e cortometraggi lanciato dal progetto Europeana Food and Drink, in collaborazione con Slow Food, per raccontare storie di prodotti alimentari tradizionali e sostenibili. L’iniziativa dedicata al video storytelling ha visto la partecipazione di membri di start-up, agenzie creative e organizzazioni no profit da tutto il continente. I lavori dei vincitori, premiati da una giuria internazionale, entreranno a far parte di Europeana, la biblioteca digitale dell’Unione Europea.

Giovedì 23
?Il formaggio si fa con il latte! Firma entro luglio per dire NO all’uso del latte in polvere
Ore 16,30: Una chiacchierata tra Piero Sardo, presidente della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus, e Roberto Rubino, presidente dell’Associazione nazionale formaggi sotto il cielo – Anfosc per raccontare perché Slow Food ha deciso di mobilitare l’opinione pubblica italiana a difesa dei prodotti lattiero-caseari italiani fatti con il latte.

Venerdì 24
Alla scoperta del Gargano e il suo caciocavallo podolico
Ore 16.30: Una mandria di vacche podoliche al pascolo sul Gargano è uno spettacolo che non si dimentica. Con il loro profilo rettilineo, lo sguardo acceso, le larghe corna solenni, il mantello grigio che brilla sullo sfondo di boschi e macchia mediterranea, ispirano una sorta di sacrale tranquillità. Ma ammirarle è un conto, allevarle tutto un altro. Ce ne parlano alcuni produttori del tipico caciocavallo podolico e di altri formaggi straordinari.

Sabato 25
Il Pianeta che ci ospita di Ermanno Olmi
Ore 20: Il Pianeta che ci ospita è il titolo del film di Ermanno Olmi dedicato a Expo 2015 – Nutrire il Pianeta.?«Lo scopo di questo evento universale – spiega il regista – è innanzitutto l’impegno dei popoli ricchi nel garantire cibo, acqua e dignità a ogni essere umano, secondo un principio di giustizia che regola la convivenza fra le genti della Terra».

Domenica 26
Cibo di strada: qualità e potenzialità socio-economiche e ambientali
Ore 15: Con il termine “street food” si indica una vasta gamma di cibi e bevande pronti per il consumo, sempre più popolari tra i consumatori delle aree urbane, tanto nei paesi in via di sviluppo quanto nelle economie avanzate. Ma l’attrattiva del cibo di strada consiste anche nelle opportunità di lavoro offerte sul fronte del commercio. Esploriamo i vari aspetti del fenomeno con i sociologi Stefano Marras dell’università Milano Bicocca e Paolo Corvo dell’università di Pollenzo.

Tutti i giorni
Ma le esperienze targate Slow Food non finiscono qui. Da non perdere questa settimana le degustazioni nello Slow Cheese con mozzarella di bufala campana Dop, camembert de Normandie Aop e – dai Presìdi Slow Food – caciocavallo di Ciminà e cevrin di Coazze, in abbinamento alle migliori etichette italiane dell’enoteca Slow Wine. Tutti i giorni inoltre si ripetono gli appuntamenti con i Suoni di Terra Madre, il palinsesto musicale dello Slow Food Theater, a cura di Luca Morino, che racconta la biodiversità della musica, e con Slow Food for Kids: imparare giocando per i gruppi estivi e i bambini in visita con la famiglia.

Per i più piccoli, da questa settimana, è attivo il laboratorio Water is good for you: un’esperienza pratica e divertente per affrontare un argomento complesso come quello dell’acqua che utilizziamo (e sprechiamo) ogni giorno. Un invito a prendere coscienza dei problemi dell’acqua attraverso il gioco, così da adottare nel quotidiano i piccoli accorgimenti per combattere lo spreco.

Non perderti la promozione per i viaggiatori! Se ti presenti al nostro stand con un biglietto di Trenord e acquisti una degustazione Slow Cheese, ricevi in omaggio un calice di vino.

Più informazioni su