laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

XXIV edizione del Festival Massimo Amfiteatrof

Più informazioni su

BONASSOLA – Domenica 19 luglio Bonassola, presso la Chiesa di S. Caterina, il quinto concerto della XXIV edizione del Festival Massimo Amfiteatrof, organizzato dall'Associazione Festival Massimo Amfiteatrof Levanto, offrirà uno straordinario momento di ascolto dell'antica tradizione canora lirica colta a cavallo fra Rinascimento Barocco, contraddistinta dall'accompagnamento di vari strumenti, alcuni dei quali di rara esecuzione odierna.
 
Protagonisti della serata saranno l'Ensemble Strumentale Intende Voci, costituito di recente e formato da affermati solisti, affiancato dal tenore e voce recitante Mirko Guadagnini, dal soprano Beatrice Binda e dal tenore Giorgio Tiboni. Gli artisti eseguiranno i capolavori di due fra i Maestri che hanno segnato il passaggio fra musica rinascimentale e barocca, ovvero John Dowland Claudio Monteverdi.

John Dowland è noto per il suo ricco repertorio di opere per liuto e voce, madrigali e per il lavoro strumentale "Lachrimae or Seaven Teares Figured in Seaven Passionate Pavans", un gruppo di sette pezzi per cinque viole e un liuto, basato sulla canzone "Flow My Tears".

Claudio Monteverdi ha profondamente innovato il linguaggio musicale fra Cinquecento e Seicento. Accanto al celebre "Orfeo", scrisse il madrigale "Il combattimento di Tancredi e Clorinda" (dall'Ottavo libro di madrigali guerrieri et amorosi), composto sul testo della Gerusalemme Liberata di Torquato Tasso, canto XII versi 52-62 e 64-68: si tratta di uno dei suoi lavori più sperimentali per le scoperte ritmiche e strumentali e per la concezione della musica e della rappresentazione drammatica come una sequenza rapida, discontinua e assai contrastata di situazioni e atteggiamenti.
 
Mirko Guadagnini ha studiato al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e nel 1998 ha vinto il concorso As.Li.Co. Il suo repertorio spazia dalla musica barocca a Mozart e agli autori del XX secolo. Ha vinto il Gramophone Award, lo Choc du Monde de la Musique e il Premio Amadeus con L’Orfeo di Monteverdi come migliore disco di opera barocca del 2008. Si è esibito nei maggiori teatri internazionali, collaborando con importanti direttori e ha fondato il Festival Liederiadi, prima e unica stagione di Lieder in Italia.

Beatrice Binda ha iniziato a 8 anni lo studio del pianoforte e dopo la maturità classica si è dedicata allo studio del canto lirico, fino a diplomarsi, nel 2009, al conservatorio G. Verdi di Como. Già negli anni precedenti il diploma aveva ottenuto importanti riconoscimenti, tra i quali nel 2006 la partecipazione come solista ai concerti organizzati dall’Associazione Scarlatti per la commemorazione di Mozart, il ruolo di protagonista in opere di Donizetti (Elisir d’amore e Don Pasquale) e Mozart (Le Nozze di Figaro), la collaborazione con il coro e l’orchestra UECO di Milano sotto la direzione del Maestro Massimo Palumbo, fino ad essere selezionata nel 2008 dall’Accademia del Teatro alla Scala di Milano. Ha inaugurato così una serie di collaborazioni con il prestigioso teatro milanese, partecipando a diverse tournée in Italia e all’estero. 
 
Giorgio Tiboni ha lavorato con illustri Direttori, quali Renèe Clemencic ed Eric Hull e prestigiosi Ensemble strumentali come il “Gruppo Entr’Acte-Musicisti del Teatro alla Scala di Milano”. È attivo inoltre nell’ambito del repertorio Barocco/Rinascimentale. Ha partecipato a diverse prime esecuzioni di composizioni di autori contemporanei, tra i quali Castiglioni, Danieli, Grisoni, Zanolini e Castagnoli. Dal 1998 è Artista Stabile nel Coro del Teatro alla Scala di Milano

Più informazioni su