laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

In scena a Castè per la prima volta ‘Serata con Pablo’

Più informazioni su

CASTE' – Martedì 28 luglio al Teatro Corte Paganini di Castè, a partire dalle ore 21.30, Marco Balma porterà in scena per la prima volta ’Serata con Pablo’, spettacolo dedicato alla vita, al pensiero e soprattutto alla poesia di uno dei più grandi geni letterari del novecento, Pablo Neruda. Forse il poeta più conosciuto e amato dalla gente comune è stato premio nobel nel 1971, ambasciatore per il suo paese, presente in Spagna durante la guerra civile dove vide morire il suo amico Garcia Lorca. Lo spettacolo ’Serata con Pablo' è un omaggio all'uomo e al suo modo di concepire e disegnare il mondo attraverso parole rimaste immortali. 
Marco Balma attore e regista con alle spalle un’attività ventennale, è attualmente collaboratore della compagnia degli evasi, e la sua ultima regia e produzione della compagnia, 'La Mandragola' di Niccolò Macchiavelli, è stata selezionata al Premio Nazionale Aenaria 2015 di Ischia. Marco sarà accompagnato da Matteo Patelli, chitarrista e jazzista che collabora attivamente con vari musicisti fra cui Mauro Avanzini, Cristina Alioto, Andrea Imparato, Lorenzo Capello, Andrea Leone.

Lo spettacolo va in scena per la prima volta nella Corte di Castè, e sarà l’occasione per gustare attraverso la voce talentuosa di Marco, le meravigliose poesie di Pablo Neruda, tanto le più note quanto le meno conosciute.
La serata è ad ingresso gratuito.

Oggi, 28 luglio, a Castè sarà inaugurata con un aperitivo di apertura la mostra di Simone Lucchesi, artista e disegnatore che ha applicato la sua arte alle note sedute di castèstyle, che rimarrà visibile sino al 7 agosto, e giovedì 30 sarà possibile festeggiare insieme all’autore durante una festa concerto a Castè. Simone Lucchesi ha anche ‘animato’ con i suoi disegni la locandina di quest’anno del Teatro.

Prosegue inoltre la mostra permanente Castèoff, curata da Mauro Manco e Roberto Bertonati, che vede protagoniste le foto di Gianluca Ghinolfi e le opere del Maestro Yoshin Ogata.

Più informazioni su