laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Settima riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

Più informazioni su

LA SPEZIA – Nella mattinata odierna, si è svolta presso questa Prefettura, la 7° riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.
Alla riunione, presieduta dal Prefetto Lubatti, hanno partecipato il Sindaco della Spezia Federici, il Questore Grillo, il Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri Marra, della Guardia di Finanza Mion, il Vice Questore Domenichini del Corpo Forestale dello Stato e il C.F. Cavarra della Capitaneria di Porto.

Quale primo punto dell’ordine del giorno è stata esaminata la direttiva emanata in data 6 luglio 2015 dal Ministro dell’Interno, in merito ai fenomeni dell’abusivismo commerciale e della contraffazione.

L’abusivismo commerciale su aree pubbliche, infatti,  è la parte più visibile di un fenomeno più ampio e circostanziato che chiama in causa la contraffazione, il sommerso, l’impiego “in nero” di manodopera sottopagata e priva di tutela previdenziale ed antinfortunistica, il danno economico per lo Stato in termini di evasione di imposte e tributi e di mancato introito, la illecita concorrenza commerciale ed, infine, ma non per minore importanza, il decoro e la vivibilità delle nostre città.

Con la citata direttiva  sono state diramate le “Linee guida in materia di prevenzione e contrasto al fenomeno della contraffazione”, formulate d’intesa con il Ministero dello Sviluppo Economico.

Alla luce delle medesime, sono state pianificate le misure afferenti i controlli, vigilanza e presidio territoriale.
Pur prendendo atto, infatti, dei positivi risultati conseguiti dallo svolgimento di specifici, coordinati servizi di controllo del territorio da parte delle Forze dell’Ordine con il coinvolgimento delle Polizie Municipali, come disposti a seguito della riunione del C.O.S.P. tenuta in data 12 febbraio u.s., si è ritenuta necessaria una intensificazione delle misure di prevenzione e contrasto dei suddetti fenomeni. Le conseguenti misure verranno dettagliate nella specifica ordinanza che verrà emanata dal Sig. Questore onde effettuare mirati servizi interforze con il coinvolgimento delle polizie locali che potranno valersi delle altre componenti della polizia amministrativa dei Comuni (commerciale, sanitaria ecc.) allo scopo  di evitare o reprimere tutte le forme di grave offesa al decoro urbano nelle zone di pregio artistico, culturale ed architettonico e lungo i litorali, anche con la collaborazione della Capitaneria di Porto.

Con apposita circolare verrà richiamata l’attenzione dei Sindaci dei Comuni rivieraschi sulla necessità di disporre, ove non vi abbiano già provveduto, specifici divieti di vendita e di offerta di servizi non autorizzati lungo gli arenili e nelle aree immediatamente adiacenti, installando e rendendo ben visibile la relativa segnaletica.
Si è convenuto, altresì, di dare ulteriore impulso all’attività investigativa, al fine di ricostruire la filiera della distribuzione delle merci contraffatte ed individuare le associazioni criminali dedite a tali attività illecite.

Non potranno, inoltre, mancare azioni dirette alla formazione e al supporto alle piccole e medie imprese e agli operatori della sicurezza nonché l’informazione, la comunicazione ed educazione dei soggetti pubblici e privati interessati.
Successivamente é stato esaminato il fenomeno dei furti in abitazione e della microcriminalità che hanno particolarmente interessato il quartiere di Fossitermi.

Al riguardo, il Prefetto ha richiesto di intensificare, nell’immediato, i servizi coordinati di controllo del territorio con il coinvolgimento di tutte le Forze di Polizia e con il contributo della Polizia Municipale, mentre, nei necessari tempi tecnici, dovranno essere installati gli strumenti tecnologicamente più aggiornati per la videosorveglianza dell’area.
Non potranno mancare, infine, la richiesta di collaborazione rivolta ai cittadini del quartiere e la loro attenta audizione da parte delle forze dell’ordine.

Più informazioni su