laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Turismo, trasporti, lavoro: vertice Confartigianato-Berrino

Più informazioni su

Tra le richieste di Confartigianato, la necessità di integrare il tpl al trasporto non di linea, una promozione più efficace del marchio Liguria e politiche attive di snellimento dell’incontro tra domanda e offerta del lavoro

GENOVA – Maggiore integrazione nel sistema dei trasporti, promozione sinergica del “marchio Liguria” e snellimento dell’incontro tra domanda e offerta di lavoro sono i temi al centro dell’incontro tra la delegazione di Confartigianato e l’assessore regionale alle Politiche dell’Occupazione, trasporti, turismo e personale, Giovanni Berrino.

Presenti al confronto Luca Costi, segretario regionale di Confartigianato Liguria; Felice Negri, presidente di Confartigianato Genova; Enrico Meini, presidente di Confartigianato Imperia; Giuseppe Menchelli, direttore di Confartigianato La Spezia con Nicola Carozza; Roberto Cozzani, presidente Consorzio Affittacamere della Spezia; Patrizia Lombardo, Cooperativa Guide turistiche La Spezia; Enrico Moggia, Consorzio marittimo turistico 5 Terre Golfo dei Poeti; Francesco Vernazzano, presidente Confartigianato Taxi.

Ad aprire l’incontro, il tema dei trasporti: all’attenzione dell’assessore le richieste di agevolare l’integrazione del sistema taxi-noleggio-battelli con quello del Tpl e di estendere l’esperienza di “club di prodotto” (finora realizzata proprio per il trasporto con Mobility Club) anche ad altri settori. Ma non solo: «L’autotrasporto – dice Luca Costi – necessita di aree di sosta attrezzate, utili soprattutto per emergenze o in caso di blocco di traffico, con ricadute positive sui viaggiatori ma anche per il rispetto degli orari di guida degli autisti».

Affrontato anche il tema del turismo, ponendo l’accento sulla necessità di promuovere la Liguria all’estero in modo integrato grazie a una maggiore sinergia con gli assessorati all’Agricoltura e alla Cultura. «L’obiettivo è promuovere il marchio non per settore, ma per fattore. Solo in questo modo possiamo rappresentare la Liguria all’estero come un soggetto forte e coordinato e la nostra azione risulterebbe più efficace», commenta Costi.
Sinergia, in chiave turistica, che potrebbe crescere anche sul web, con una maggiore integrazione tra il portale turistico regionale e YouLiguria, per realizzare una vera e propria integrazione tra artigianato e turismo.

«I tempi stretti ci obbligano ad agire velocemente e in modo concreto: punto alle nuove leggi sul turismo e sugli Iat subito dopo l’estate – spiega l’assessore Berrino – per questo ritengo fondamentale avviare nuovi incontri specifici sui temi affrontati, tra cui, per esempio, le problematiche delle guide turistiche, dell’ospitalità e del settore dei taxi, anche per rivedere la loro legge d’incentivo. Il confronto con Confartigianato e le altre associazioni di categoria è fondamentale, perché è la chiave per capire al meglio le difficoltà delle nostre imprese e puntare a risolverle».

In conclusione, spazio anche alle tematiche del lavoro e dell’occupazione: «In un’ottica di fondi europei, è necessaria una maggiore integrazione tra fondi Fesr, Fse e Psr», precisa Costi. Ma si è parlato anche del potenziamento dell’ente bilaterale, che potrebbe ricoprire un ruolo attivo nell’azione di ricollocamento dei disoccupati, e dei centri per l’impiego: opportuna un’apertura al privato, puntando a far crescere il ruolo delle associazioni di categoria nell’incontro tra domanda e offerta di lavoro per renderla più snella ed efficace. 

Più informazioni su