laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Consulta del Centro Storico | Osservazioni al Bilancio 2015

Più informazioni su

Decoro ok, sicurezza e polizia locale non ci siamo

SARZANA – Dopo un’attenta lettura della relazione che la Giunta Comunale ha accompagnato al Bilancio 2015 la Consulta del territoriale Centro Storico, ha inviato ad ogni Assessore e naturalmente al Sindaco le osservazioni in merito alle criticità che ha rilevato. Come previsto dall’articolo 6 comma 3 del Regolamento delle Consulte Territoriali ci è stato comunicato ufficialmente il deposito del materiale relativo al Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2015 – Relazione previsionale e programmatica –  Bilancio di previsione 2015-2017. Alla luce della documentazione ricevuta, con particolare attenzione alla relazione predisposta dalla Giunta Comunale, la Consulta territoriale del Centro Storico vuole evidenziare con estrema sintesi alcune criticità che abbiamo ravvisato dalla lettura della documentazione.
 
Sicurezza e terzo turno di Polizia Locale
Registriamo con estremo rammarico che il servizio che i residenti del Centro Storico ritenevano più utile per la stagione estiva, il terzo turno degli agenti di Polizia Locale, sia stato in parte soppresso. Riteniamo che la scelta sia incomprensibile sia per la vocazione che si vuole dare ad una città sempre più turistica e frequentata sia per la sempre maggiore richiesta e necessità di controllo e sicurezza del quartiere e della città tutta. Vorremmo anche ricordare all’Assessore competente che proprio in occasione della Giornata della Trasparenza, solo un mese fa, evidenziò come l’Amministrazione Comunale stava trattando con il Sindacato della Polizia Locale al fine di attivare un terzo turno anche di fuori dalla stagione estiva, ed ora pare incomprensibile come non si possa attivare neppure nella stagione estiva. A tal fine chiediamo prioritariamente di verificare con celerità se invece si possa attivare il servizio in oggetto almeno per il mese di agosto oppure in subordine almeno tra il 1° di agosto ed il 16 agosto tutte le sere. Che venga dato conto ai cittadini delle date certe di attività del terzo turno, in quanto è necessario che sappiano se è possibile richiedere l’intervento della Polizia Locale oppure no. Che si valuti la possibilità, come già proposto nel luglio dell’anno scorso da questa Consulta, di far attivare servizi da parte della vigilanza privata a carico di chi organizza manifestazioni nel centro cittadino impegnando gli agenti nelle restanti serate, perché, e vale la pena ricordarlo, la città in estate manifesta le sue criticità non solo nei fine settimana ma tutte le sere (basti pensare solo al periodo della Soffitta nella Strada).
 
Fonometro
Chiediamo di conoscere quali attività si possono intraprendere per ovviare alla mancata realizzazione di un corso di formazione alla Scuola Interregionale di Polizia Locale, facendo notare che è già trascorso un anno inutilmente. Rimane una priorità per il quartiere poter dotare la Polizia Locale di uno strumento per la rilevazione dei rumori e verificarne le eventuali violazioni.
 
Educativa di strada
Atteso che il progetto ha necessità di essere gestito comprensibilmente  con l’opportuna riservatezza e ringraziando per l’invito ricevuto da parte dell’Assessore ad una prima presentazione del progetto stesso, sarebbe, a nostro avviso, opportuno fornire almeno una valutazione sintetica sui primi risultati al fine di poter verificare se l’attività svolta ha ottenuto sul campo qualche risultato positivo che, almeno relativamente alle intemperanze che si continuano a registrare in Piazza Cesare Battista e la zone della Cittadella non fanno ben sperare.
 
Calendario manifestazioni estive
Valutiamo molto positivamente che vi sia l’intenzione di anticipare ulteriormente il calendario delle manifestazioni estive, auspicando che anche quest’anno si possa valutare preventivamente da parte del Direttivo della Consulta le stesse al fine di portare un contributo volto a mitigare i disagi al quartiere. Si chiede altresì di fare in modo che oltre il calendario si possa anche valutare in anticipo quali e quante deroghe, specialmente in materia di emissioni sonore, saranno previste, auspicando che il numero sia sempre inferiore e non in aumento. La valutazione complessiva del calendario e delle deroghe è funzionale a capire l’impatto che le stesse avranno sul quartiere e come saranno armonizzate.
 
Piano del commercio e nuovo mercato del giovedì
In merito alla partecipazione “sproniamo” l’Assessore a non avere paura del confronto con i cittadini sarzanesi e nello specifico del Centro Storico; Il Direttivo ritiene che  il progetto di un nuovo piano del commercio dovrebbe essere in grado di trasformare i sistemi commerciali urbani in veri e propri luoghi di incontro, di comunicazione, di rapporti sociali fra i cittadini e non solo di circolazione e scambio delle merci ed è per questo che non dovrebbe esserci “veri protagonisti” e altri meno, protagonista dovrebbe essere la città. A tal fine aspettiamo di conoscere con quali modalità i cittadini si potranno confrontare fornendo fin da subito tutta la disponibilità, ove fosse valutata necessaria, da parte di questa Consulta.
Il Direttivo le ribadisce, cosa peraltro già formalizzata mesi or sono, la volontà a partecipare alle eventuali riunioni e consultazioni in merito alla dislocazione oppure nuova articolazione del mercato del giovedì.
 
Asfaltature
Si chiede di velocizzare il più possibile la realizzazione dell’asfaltatura di Via Posta vecchia che presenta un tappeto di asfalto in così pessime condizioni da rappresentare oltre che un’insidia alla circolazione anche un serio problema alla quiete per via dei rumori prodotti dai veicoli che percorrono quel tratto di strada dissestata.
 
Pista ciclopedonale del Canale Lunense
Si chiede di fare in modo che il tracciato in oggetto preveda l’attraversamento del centro cittadino come da comunicazione inviata nei mesi scorsi, evitando che i ciclisti impegnino le trafficate strade della cintura del centro città. Si chiede altresì di sollecitare l’incontro con la Provincia della Spezia al fine di relazionare loro la viabilità alternativa proposta dalla Consulta del Centro Storico.

Decoro Urbano e manutenzione del verde
In relazione all’oggetto si chiede un impegno a voler individuare un cronoprogramma che possa prevedere il recupero di tre zone strategiche del centro cittadino e che ora versano in uno stato di degrado rilevante: Area Cabano, Via privata Massa Neri e l’area verde di Via Neri devono essere recuperate auspicando che le proposte formulate dai cittadini attraverso al Consulta  vengano accolte.
A queste zone aggiungiamo anche Piazza Garibaldi, a proposito proprio della manutenzione del verde, infatti è necessario attivare una potatura delle piante della piazza per rendere la stessa piazza più decorosa.
 
Pianificazione territoriale
Chiediamo di essere periodicamente informati in merito ai progetti di valorizzazione e ristrutturazione dell’edificio scolastico sito in via XXI Luglio, in merito alla Villa Ollandini e all’ex Hotel Lurina e relativa Piazza Martiri al fine di poter fornire indicazioni precise ai cittadini del quartiere durante le periodiche assemblee e nello specifico richiediamo un report da presentare durante l’assemblea calendarizzata per il 10 settembre prossimo.
 
Rispetto alle osservazione che già l’anno 2014, a pochi giorni dal suo insediamento, avevamo prodotto appare chiaro come i maggiori interventi sul quartiere siano stati fatti in merito al decoro urbano e alla cura della città; la continua e costante attenzione anche ai piccoli interventi sia dal punto di vista ambientale come sanificazione lavaggio bidoni RSU, attività di derattizzazione e pulizia tombini da insetti infestanti come le blatte solo per citare gli ultimi che dal punto di vista del decoro urbano come la maggiore attenzione al verde pubblico con sfalci programmati e la sostituzione di arredo urbano come i cestini della raccolta stradale dei rifiuti hanno permesso di dare risposte ai cittadini e miglioralo. Le maggiori perplessità invece riguardano la Polizia Locale e cosa si aspettano da quel servizio i cittadini; che fine hanno fatto le segnalazioni che, nel febbraio 2015, i cittadini del quartiere avevano, attraverso il primo esempio a Sarzana di sicurezza partecipata “Sarzana SiCura” avevano inviato all’Assessore competente e al Comandate di Polizia Locale? Per questo il Direttivo della Consulta del Centro Storico ha chiesto ufficialmente che l’Assessore alla Polizia Locale ed il suo Comandante vengano a riferire in un’audizione, è doveroso sapere cosa è stato fatto visto che già nel febbraio era chiaro ai cittadini dove fossero le criticità in materia di sicurezza e disagio urbano che puntualmente ora si verificano.
 
Il Presidente della Consulta del Centro Storico
Massimiliano Giampedroni

Più informazioni su