laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Il pre-Cipe stanzia 39 milioni di euro per potenziamento binari porto della Spezia

Più informazioni su

Giampedrone e Rixi: grande soddisfazione per lo stanziamento del governo. Passo avanti per aumento percentuale traffico merci

GENOVA – “Grande soddisfazione per lo stanziamento del Governo avvenuto questa mattina nella riunione del pre-Cipe che confermano l’impegno dell’amministrazione regionale per la realizzazione delle opere in grado di far superare i colli di bottiglia infrastrutturali della Liguria e rendere competitivo, efficace ed efficiente il nostro sistema logistico, a prescindere dal colore politico dell'iniziativa”. Lo hanno dichiarato gli assessori regionali alle infrastrutture e ai porti Giacomo Giampedrone e Edoardo Rixi  dopo l’approvazione questa mattina a Roma nella riunione del pre-Cipe del finanziamento di 39, 4 milioni di euro milioni di euro per il nuovo fascio di binari nel porto della Spezia.

“L’approvazione da parte del pre-Cipe del potenziamento dei binari del porto della Spezia avvenuta oggi – hanno commentato gli assessori – costituisce una pietra miliare per lo sviluppo del trasporto su rotaia e il raggiungimento dell’obiettivo del 50% del traffico del porto della Spezia su ferrovia. Con questi finanziamenti si potrà realizzare un progetto, già approvato dal consiglio superiore dei lavori pubblici ad inizio luglio, che risulta essenziale per il potenziamento del sistema spezzino di trasporto merci via ferro, che già oggi sfiora il 40%”.  

Gli interventi del Presidente Toti e dell'assessore alle Infrastrutture della Regione Liguria Giacomo Giampedrone hanno consentito di sbloccare il progetto del nuovo fascio di binari che ha così ottenuto il via libera al finanziamento dell'opera che ammonta ad oltre 39 milioni e 400mila euro erogati in parte (20 milioni) grazie al fondo IVA generato dai porti nel 2014, in parte (3 milioni) grazie ai fondi revocati per progetti non cantierabili e per 16,8 mln dal fondo IVA generato dai porti nel 2015.

Più informazioni su