laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Nomine DATASIEL, il gruppo PD chiede la discussione pubblica in consiglio

Più informazioni su

Raffaella Paita, Sergio (Pippo) Rossetti, Giovanni Lunardon

GENOVA – E’ circolata oggi sugli organi di stampa l’indiscrezione secondo la quale esisterebbe la candidatura per la carica di Amministratore Unico di Datasiel di un manager di una multinazionale, la Carestream, importante fornitrice di informatica sanitaria di ospedali liguri e di aziende socie di Liguria Digitale e fornitore abituale delle Asl 2 Savonese e 5 Spezzina.

“Il Gruppo del Partito Democratico rileva che, qualora questa indiscrezione si dimostrasse vera, si configurerebbe il rischio di un enorme conflitto di interessi nell’individuazione dell’amministratore unico di Datasiel, che insieme a Filse è la più importante azienda partecipata della Regione Liguria, in una persona che ricopre un incarico manageriale in un’azienda che nel 2009/2010 ha partecipato a una gara pubblica per oltre 10 milioni di euro in Liguria, tanto più che a breve Datasiel dovrà bandire due gare dal budget ancora più significativo per la Asl 2 Savonese e la Asl 5 Spezzina”.

“L’indiscrezione trova purtroppo sponda nei fatti avvenuti nei giorni scorsi alla ripresa dell’attività consiliare dopo la pausa estiva. Nel primo Ufficio di Presidenza, infatti, l’Assessore Cavo ha comunicato che la Giunta non aveva atti urgenti e di particolare rilievo da portare in Consiglio e che quindi si poteva a suo avviso addirittura evitare di svolgere la seduta di Consiglio prevista per il 15 settembre. In realtà era già stata fissata la scadenza dell’11 settembre per la nomina dell’Amministratore Unico di Datasiel, ma invece di convocare per tempo la Commissione per discutere i criteri, verificare i curricola e portare la pratica nel Consiglio di martedì prossimo, si è preferito mettere la pratica all’ordine del giorno della Commissione del 7 settembre, procedura che potrebbe portare alla necessità di una decretazione d’urgenza da parte del Presidente del Consiglio per rispettare la scadenza dell’11”.
 
“Insomma, la maggioranza sembra aver agito come se volesse evitare la discussione pubblica e corale in Consiglio sulla nomina dell’Amministratore Unico di Datasiel, esautorando il Consiglio dalla possibilità di svolgere approfondimenti e valutazioni di merito in diretta tv, e quindi con la massima trasparenza, e privilegiando invece la nomina effettuata da uno solo”.

“Oltretutto, i criteri votati dalla Commissione e adottati per le nomine di Datasiel nel 2011 escludono esplicitamente che tra gli amministratori di Datasiel della Regione Liguria possa essere nominato chi, per quanto in possesso dei requisiti di professionalità ed esperienza richiesti, abbia avuto un coinvolgimento di tipo societario o manageriale in società fornitrici della partecipata o della Regione Liguria”.
 
“Chiediamo pertanto la convocazione di un Consiglio regionale straordinario che, da statuto, può essere svolto dopo 3 giorni dalla richiesta, e daremo battaglia nella commissione convocata per questo lunedì.
Se dovesse essere negato Se dovesse essere negato, sarà evidente la volontà di eludere una discussione in Consiglio per evidente imbarazzo”.

Più informazioni su