laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Il Comune di Santo Stefano di Magra aderisce a Wiki Loves Monuments Italia 2015

Più informazioni su

Wikimedia Italia da il via all’edizione 2015 del grande concorso fotografico internazionale dedicato alla tutela del patrimonio culturale. 

SANTO STEFANO MAGRA – Si rinnova per la quarta volta l’appuntamento con Wiki Loves Monuments Italia: anche il nostro Comune aderisce dal 2013 al concorso fotografico, promosso da Wikimedia Italia, che si svolge nel mese di settembre 2015. L’iniziativa ha come scopo la creazione di un grande database fotografico online che possa catalogare i monumenti italiani, anche i meno noti, contribuendo a illustrare voci nuove su Wikipedia.
 
L’edizione 2014 ha segnato il grande successo dell’iniziativa in Italia, registrando numeri importanti: 21.000 le foto raccolte, oltre mille i partecipanti che hanno contribuito a catalogare e documentare in tutto oltre quattromila monumenti. Tra i vincitori anche uno scatto della ex Ceramica Vaccari, e ben dieci le immagini della Ceramica Vaccari scelte tra le finaliste del concorso WLM 2014.

Il Comune di Santo Stefano di Magra ha nel proprio patrimonio diversi beni storico- monumentali che possono essere oggetto del concorso fotografico Wiki Loves Monuments Italia, tutte le informazioni su come aderire sono disponibili sul sito di Wikimedia Italia, insieme all’elenco dei monumenti “liberati”, all’indirizzo http://wikilovesmonuments.wikimedia.it/.
 
Wikimedia Italia fa di Wiki Loves Monuments il suo principale strumento di dialogo con le istituzioni e i cittadini e punta  ad  accrescere  ancora  in  breve  tempo  questi  numeri, coinvolgendo nel progetto quanti più soggetti pubblici e privati possibili.

“La legislazione italiana consente di pubblicare le immagini di monumenti solo laddove non siano a fini di lucro”, commenta il Presidente di Wikimedia Italia Andrea Zanni, “ma le immagini pubblicate su Wikipedia sono completamente libere. Per rendere  possibile  un concorso come Wiki Loves Monuments è necessario pertanto ogni anno ottenere dagli enti che hanno in consegna i monumenti o dai privati che ne sono proprietari l’autorizzazione a scattare e pubblicare fotografie, poi utilizzate per il concorso”.

Più informazioni su