laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Juande: “La sconfitta di Bari è colpa nostra, ma non chiamatela presunzione!”

Più informazioni su

Non sono d'accordo nel dare colpe ai singoli: anch'io ho sbagliato un passaggio in un momento importante del match e ho avuto solo fortuna che l'azione non si sia concretizzata con la rete

LA SPEZIA – Dopo la sconfitta per 4-3 al “San Nicola” contro il Bari, lo Spezia di Nenad Bjelica si prepara ad affrontare la Pro Vercelli nella seconda sfida di campionato che si giocherà domenica pomeriggio alle 17:30. Quest’oggi, presso la sala polifunzionale del C.S. “Bruno Ferdeghini“, nella consueta conferenza stampa di ripresa allenamenti ha parlato Juande, metronomo della mediana bianca, fresco di rinnovo con lo Spezia fino al 2018.

Una sconfitta che brucia, soprattutto per come è avvenuta, prima il recupero del doppio svantaggio, poi non siete riusciti a gestire il risultato con l’uomo in più: “È stato un peccato non riuscire a vincere, ma sicuramente oggi alla ripresa degli allenamenti analizzeremo nei dettagli la partita con il mister. Quando abbiamo preso il terzo e il quarto gol, la squadra si è disunita tra la fase offensiva e quella difensiva, è stato questo il problema“.

Il risultato è dovuto a errori individuali o c’è altro dietro a questa sconfitta? “Secondo me non sono stati gli errori individuali a compromettere il risultato: sia quando abbiamo recuperato i due gol, che quando siamo stati in svantaggio abbiamo agito con il lavoro di squadra: è stato merito di tutti il pareggio, come è stata colpa di tutti il fatto che abbiamo subito due reti in superiorità numerica“.

Più di un quotidiano nazionale ha definito lo Spezia “presuntuoso e lezioso”, cosa ne pensi? “Non la penso assolutamente così, l’aggettivo “presuntuoso” è da cancellare: certo, sul 2-3 non abbiamo gestito benne la partita, abbiamo sbagliato, ma il calcio è così e può succedere. Siamo una squadra umile, assolutamente non presuntuosa e per questo da oggi ci concentriamo solo sulla prossima partita in casa contro la Pro Vercelli“.

La prestazione non brillante di Postigo può essere legata alla sua provenienza dalla Segunda Division? È una categoria così tanto diversa rispetto alla serie B? “Sicuramente è un campionato diverso, inoltre qui si parla una lingua diversa: sono tutti elementi a cui un calciatore si deve adattare e per questo ci vuole molto tempo; quindi io penso che Postigo abbia bisogno solo di questo, anche perché nelle amichevoli ha sempre giocato molto bene. In ogni caso non sono d’accordo nel dare colpe ai singoli: anch’io ho sbagliato un passaggio in un momento importante del match e ho avuto solo fortuna che l’azione non si sia concretizzata con la rete“.

Magari un centrocampo più folto ad un certo punto della gara, avrebbe aiutato a gestire meglio il risultato? A proposito di questo, come ti troveresti a giocare in una mediana a tre? “Per me non c’è differenza nel modulo di gioco, l’importante è essere in campo. Comunque non penso che domenica abbiamo perso per una questione di schieramento tattico, ma solo per un atteggiamento mentale sbagliato in una parte molto importante della gara“.

Se la sconfitta doveva arrivare, meglio ora o più avanti in campionato?A mio parere è stato meglio perdere la prima partita, perché abbiamo più tempo per valutare e capire i nostri errori. Però non prendiamo solo il negativo, dobbiamo capire che c’è anche del positivo in questa partita: si è visto che ci sono delle basi solide per giocare un campionato a buon livello. Non è un match a condizionare un’annata e noi restiamo con i piedi per terra e non ci buttiamo giù per una sconfitta, continuiamo a lavorare e prepariamo la prossima partita“.

Continuando ad analizzare il match, Juande ha concluso così: “Dopo il 2-3 avremmo dovuto continuare a fare pressing, visto che avevamo l’uomo in più. Non è stato un problema fisico, ma solo mentale secondo me. Questa sconfitta ha ricordato un po’ la gestione del match contro l’Avellino: abbiamo sbagliato noi e ce ne prendiamo la responsabilità“.

Giulia Lorenzini – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it

Più informazioni su