laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Identificati dalla Polizia i tre giovanissimi che aggredirono ventenne in Via Prione

Più informazioni su

LA SPEZIA – Fu una notte movimentata quella del 18 agosto scorso tra via Prione e Scalinata Quintino Sella quando tra continui schiamazzi ci fu una rissa in cui ebbe la peggio, con la frattura  del setto nasale, un ventenne spezzino picchiato da un branco di minorenni, due  sedicenni italiani  e un albanese di 15 anni. Gli agenti della Polizia di Stato dopo alcune settimane di fitte indagini, sono arrivati all'identificazione dei tre giovanissimi, tutti segnalati al Tribunale dei Minori di Genova.

Tutto allora era nato quando i tre ragazzi, per futili motivi, avevano preso di mira due fratelli  e la fidanzatina di uno dei due. Il quindicenne dopo alcuni insulti era venuto a contatto con il ventenne  senza peraltro colpirlo, ma il giovane cadde a terra e i complici del quindicenne si accanirono sul ventenne con pugni e calci, tanto che quest'ultimo, come dicevamo, riportò la frattura delle ossa nasali. Ma la storia non finiva lì, perchè il quindicenne albanese ha continuato a prendere di mira il ventenne molestandolo anche nei giorni successivi, sul Facebook con messaggi minacciosi indirizzati pure alla fidanzata. A questo punto sono scattate le indagini della Polizia di Stato che hanno identificato i tre componenti della baby gang. Per  gli abitanti di Scalinata Quintino Sella quest'estate è stata abbastanza agitata. In un altro episodio un gruppo di ragazzi si erano resi protagonisti di schiamazzi con lancio di bottiglie e di petardi . Ma qualcuno aveva pensato bene di compiere anche  un raid vandalico distruggendo le bici e disturbando i residenti.

Claudia Verzani

Più informazioni su