laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Tutti a piedi scalzi l’11 settembre

Più informazioni su

LA SPEZIA – Crescono di ora in ora le adesioni alla Marcia delle donne e degli uomini scalzi, organizzata dal Comitato delle donne e degli uomini scalzi – La Spezia. Hanno aderito: Arci, Anpi Sezione Centro, Associazione Culturale Mediterraneo, Associazione Saharawi Laboratorio di pace, Caritas Diocesana, Chiesa Metodista, Cgil, Emergency, Gruppo Azione Nonviolenta, Legambiente, Libera, Marsia onlus, Partito della Rifondazione Comunista, Se non ora quando. L’appuntamento è per venerdì 11 settembre alle ore 18 in piazza Ramiro Ginocchio: la Marcia, attraverso via Prione, raggiungerà il Molo Italia.

Cresce anche il numero delle manifestazioni in Italia: al momento sono 74.

“Ci ha spinto un’urgenza politica ed etica di fronte alla strage di centinaia di migranti in mare -affermano gli organizzatori-, all’inazione dell’Italia e dell’Europa e ai muri e ai fili spinati che si ergono nel nostro continente per impedire a migliaia di profughi  di trovare asilo e protezione nei nostri Paesi. La risposta è stata straordinaria. Sotto l’onda dell’emozione dei morti e della marcia dei profughi siriani sull’autostrada ungherese, qualcosa nel frattempo si è mosso. La Germania ha costretto gli altri Paesi all’apertura delle frontiere e ha accolto i profughi siriani, si è dato vita a un (limitato) piano di accoglienza europeo, si va nella direzione di una politica unitaria in materia di asilo. Ma ci sono molti ma: la Danimarca blocca treni e autostrade, l’Ungheria prosegue nella costruzione del muro, e persino Jean Claude Juncker è costretto ad ammettere che ‘manca l’Europa e manca l’Unione’. Tutti motivi per metterci in marcia a piedi scalzi e per non fermarci nemmeno dopo. Aiutiamoli a casa nostra o, meglio, aiutiamoci tutti insieme su questa terra, che è di tutti”.

Più informazioni su