laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Infermieri | Riduzione costi iscrizione albo professionale

Più informazioni su

Iniziativa spontanea IPASVI la Spezia

LA SPEZIA – per manifestare solidarietà concreta ai giovani laureati in Infermieristica il Collegio Infermieri IPASVI spezzino dimezza il costo della quota annuale relativa alla prima iscrizione, per coloro che si iscrivono negli ultimi tre mesi dell'anno.
L'iniziativa non è promozionale, ma concreta, e la spieghiamo in dettaglio per dimostrarne i contenuti.

Come è ormai noto, per esercitare la professione sanitaria di Infermiere in Italia si devono possedere due requisiti: la laurea in Infermieristica (sono riconosciuti equivalenti i tiroli ottenuti nel percorso pre universitario, concluso nel 1995) e l'iscrizione all'albo professionale IPASVI.
Quindi, per poter accedere al mondo del lavoro i giovani neo laureati devono obbligatoriamente iscriversi all'albo della loro provincia di residenza.

Oltre ai costi governativi (da pagare una tantum all'atto della consegna dei documenti) ad ogni Collegio provinciale viene versata dai neo iscritti anche la prima tassa (o quota) annuale, normalmente riscossa per intero, e che comprende l'annualità ''solare''.

Così, considerando che le lauree in Infermieristica, per chi ha rispettato i tempi accademici, si discutono in Novembre, tale tassa va a scadere il 31 Dicembre, cioè poche settimane dopo l'iscrizione.
Per questo motivo, il Direttivo del Collegio Infermieri IPASVI ha deciso ieri 10 settembre di riscuotere, come tassa relativa al primo anno di iscrizione, per coloro che accedono all'albo professionale nel periodo che va dal 1° ottobre al 31 dicembre, la metà della quota indicata (45 euro anzichè 91).

Come piccolo Collegio (siamo, come numero di iscritti, intorno alla 78esima posizione in ordine di grandezza fra le 103 Province italiane) possiamo per ora offrire questo modesto, ma concreto, e speriamo apprezzato, segno di sostegno ai giovani Colleghi, che prima di entrare nel mondo del lavoro devono affrontare spese per cercarlo, e partecipare a
selezioni fuori città, o aprire partite IVA e avviare autonome iniziative.

Per Novembre sono previste circa 30 nuove lauree in Infermieristica, provenienti dal polo formativo di Via del Canaletto, che da ormai diversi anni è diretto dalla dottoressa Stefania Sanazzaro.

Più informazioni su