laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Un sarzanese a Venezia

Più informazioni su

SARZANA – Il regista sarzanese Roberto Merlino ha partecipato alla 72.a Mostra del Cinema di Venezia in qualità di “relatore”, nell’ambito del Forum FEDIC, svoltosi all’Hotel Excelsior.

L’argomento trattato, “L’impegno FEDIC per diffondere il cinema indipendente”, era incentrato soprattutto sulle notevoli opportunità che la Federazione Italiana dei Cineclub (di cui Merlino è Presidente Nazionale) offre ai videomaker.
Accanto a Merlino sono intervenuti prestigiosi relatori: Fabrizio Cavaniglia (Redattore della Rivista “Tutto Digitale”), Luigi Cuciniello (Direttore Organizzativo della Mostra del Cinema di Venezia, nonché Presidente dell’Associazione Nazionale degli Esercenti Cinematografici), Jacopo Chessa (Direttore del Centro Nazionale del Cortometraggio), Stefania Ippoliti (Presidentessa Nazionale delle Filmcommission), Paolo Micalizzi (Critico e Storico del Cinema), Franco Montini (Presidente del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici), Luisa Morandini (coautrice del “Morandini – Dizionario dei film”).

Roberto Merlino, inoltre, era presente anche in veste di Autore ed è stato presentato il suo cortometraggio “Ponte dei sospiri”, girato a Livorno nel quartiere Venezia, con lo spezzino Giancarlo Forma nel ruolo di protagonista.
Il regista-attore Roberto Merlino, dopo il mediometraggio “Amaro flauto dolce”, girato nel 1991 ed ispirato ai “fatti del ‘21”, ha realizzato a Sarzana vari cortometraggi, circuitati in Festival ed eventi nazionali. Tra i principali si ricordano “La bella Sarzana”  (utilizzato anche in una scuola di cinema di Milano a scopo didattico), “Veleni alla Calandriniana”, “La soffitta nella strada” e numerosi lavori realizzati con alcuni istituti scolastici.
Da una quindicina di anni non ha più girato a Sarzana ma ha un interessante progetto che potrebbe andare in porto nel 2016.

Nella foto: Roberto Merlino (al centro) tra Marco Asunis (Presidente FICC) e Massimo Caminiti (Presidente CINIT), al termine del Forum FEDIC a Venezia

Più informazioni su