laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

A Vezzano Ligure la Mostra “Gente di Vezzano” di Giovanni Santernetti

Più informazioni su

VEZZANO LIGURE – L'Assessore alla Cultura Paola Baldini inaugurerà venerdì 18 settembre alle ore 17.00 nell'antico Ospitale di San Nicola (ingresso su Via Roma) a Vezzano Ligure la Mostra “Gente di Vezzano” di Giovanni Santernetti in cui saranno esposti tutti i disegni eseguiti dall'artista durante le edizioni della "Sagra dell'Uva" dal 2007 al 2014. Giovanni Santernetti, affezionato frequentatore della manifestazione vezzanese, vive alla Spezia, lavora tra la Toscana e la Liguria, è un assiduo utente dell'Accademia di Belle Arti di Carrara perché si definisce "studente a vita" ed è disegnatore, per hobby, da oltre quarant'anni. Ha realizzato un’ingente quantità di disegni direttamente nei luoghi visitati e tra la gente di Firenze, Pisa, Livorno, Grosseto, Crespina (PI), Assisi, La Spezia, Carrara, Porto Venere, Vezzano Ligure, Siena, Carro (SP) e di molte altre località e ha descritto, con dedicati cicli grafici, eventi pubblici di vasto richiamo quali le edizioni del Palio di Siena, dell’Antiquariato di Firenze, del Festival Paganiniano di Carro (SP), per citarne alcune. Ha allestito mostre personali a Siena, Grosseto, La Spezia, Assisi, Crespina (PI), Terrarossa. Il Prof. Fabrizio Mismas, che presenterà l'esposizione vezzanese, ha in modo puntuale scritto: "Lo strumento di Santernetti è la matita, il più adatto perché non chiede complicanze di acqua o inchiostri, perché corre facile sulla carta con linee all’occorrenza nette o spezzate, talora sbaffate – a suggerire un volume – da colpi di una mano sempre più sudicia di grafite… E il disegno tradisce lontane eredità ignote anche a Giovanni stesso, radicate tracce di arcaico talento toscano – più rurale che cittadino, quello brullo e coriaceo che ha seminato il Rinascimento – quando la linea si dipana marcata e ossuta per una maestria inseguita a fatica, tra impennate più suggerite che sbrigliate, tra stalli più fissi che distesi. Scarno e sguarnito anche quando veste ombre roteanti per agghindarsi di note di colore…"

L'esposizione sarà visitabile, a ingresso gratuito, durante le giornate della "Sagra dell'Uva" con i seguenti orari: ven. 18 settembre ore 17-20; sab. 19 settembre ore 19-22; dom. 20 settembre ore 10-13 e 16-20.

Più informazioni su