laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Call & Call, accordo con i sindacati per la cassa in deroga

Più informazioni su

LA SPEZIA – Cassa integrazione in deroga per 430 lavoratori del sito Call &Call della Spezia. È il frutto di una trattativa serrata, durata 25 ore, tra i sindacati di categoria e l’azienda, che aveva annunciato 250 esuberi, tra La Spezia e Pistoia, a causa della crisi scaturita dal ridimensionamento della commessa Enel. La cassa comincerà il primo ottobre e terminerà il 20 dicembre, e coinvolgerà 414 operativi e 16 supervisor della commessa Enel spezzina.

“Un buon risultato – hanno detto Tiziana Venelli, Segretaria provinciale SLC CGIL della Spezia, Speranza Poletti, segretaria regionale Fistel Cisl e Alessandro D'Ippolito, coordinamento nazionale Uilcom Uil- ieri abbiamo tenuto le assemblee in cui abbiamo sottoposto l’accordo ai lavoratori che hanno approvato praticamente all’unanimità. Adesso, dato che ci sono diversi lavoratori che hanno manifestato la volontà di accettare gli incentivi all’esodo, ci siederemo di nuovo al tavolo con l’azienda per migliorare ancora l’accordo.”

Infatti, i lavoratori di Call & Call hanno anche la possibilità di usufruire di esodi volontari con 4 mensilità a carico azienda, 2 mesi e mezzo di cassa, 24 mesi di Naspi, e anche di accedere alla riduzione oraria con un incentivo da parte dell’azienda di massimo 2000 euro. Ma l’obiettivo di tutti, allo scadere della cassa il 20 dicembre, è ritornare alla normalità e ripartire.

“L’azienda presenterà a breve un piano industriale- hanno sottolineato i sindacalisti- che prevede anche investimenti all’estero, la cui ricaduta andrebbe a salvaguardare i lavoratori dei siti italiani. Inoltre Call & Call sta partecipando a diverse gare che dovrebbero portare nuove commesse. Da parte nostra, terremo alti attenzione e impegno per difendere i posti di lavoro.”

Più informazioni su