laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Giornate europee del patrimonio: aperti necropoli di Caffaggio e Villa Romana

Più informazioni su

AMEGLIA – In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio (GEP), fissate per il prossimo week end, nelle date del 19 e 20 settembre, anche il Comune di Ameglia entra nell'iniziativa promossa dalla Sopraintendenza per i beni archeologici della Liguria, offrendo alla comunità e ai visitatori la possibilità di accedere alle importanti sedi archeologiche presenti sul proprio territorio.

Nelle giornate di sabato (dalle ore 14 alle ore 18)e domenica (dalle ore 10 alle ore 14) sarà infatti possibile accedere ai siti della NECROPOLI PREROMANA di Via Maestà e a quello della VILLA ROMANA di Bocca di Magra.
A tal fine, grazie al contributo della protezione civile e della Uisp di Ameglia, verranno messi a disposizione gratuitamente due pulmini che consentiranno il trasporto dei visitatori da un sito all’altro.
Per l'occasione il Ristorante Capannina (CICCIO) di Bocca di Magra offrirà un buffet di accoglienza.
L'amministrazione comunale, attraverso la fattiva collaborazione tra i responsabili dell'area lavori pubblici e quelli della Soprintendenza, ha provveduto per l'occasione alla manutenzione dei siti in parola restituendo alla comunità siti di grande interesse.

Interesse per lo storico e per il sorpreso visitatore, ma anche per il cittadino amegliese che scopre attraverso le antiche urne e i resti della sontuosa villa romana chi erano i suoi illustri predecessori.
Soddisfatto il sindaco Andrea De Ranieri che si è sempre speso per la  valorizzazione dei due siti "Grazie alla iniziativa e all’ottimo rapporto di collaborazione che si è consolidato con  la Soprintendenza di Luni, che ringrazio per l’interesse e per l’impegno dimostrati” anche Ameglia” afferma De Ranieri “riscopre il proprio patrimonio archeologico, occasione per dare giusto rilievo alle importanti risorse culturali del territorio e per creare nuovi spazi per iniziative volte all'arricchimento della nostra comunità".

Più informazioni su