laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Top & Flop di Salernitana-Spezia | Calaiò lotta e classe, Situm più forte delle botte di Sciaudone

Più informazioni su

Emanuele Calaiò, protagonista a Salerno – Foto Patrizio Moretti 

Ottima gara dell'ex catanese, per la prima volta schierato da titolare, anche senza il gol, ma con un assist. Bene anche Situm, ma in genere tutta la squadra. Tra i locali spicca Gabionetta, delude Coda

Lo Spezia espugna l’Arechi, dove la Salernitana non perdeva dallo scorso marzo, chiudendo il match sullo 0-2.
Un primo tempo subito all’attacco per gli aquilotti che sono padroni del campo per il primo quarto d’ora; la pressione dello Spezia si concretizza proprio al 15′: la palla persa da Canadjija al limite dell’area di rigore, a causa di un contrasto con Pestrin, viene raccolta da Brezovec che con un tiro teso dalla distanza batte Terracciano.

La Salernitana accusa lo svantaggio e prova la reazione, ma senza rendersi mai troppo pericolosa nell’area degli ospiti.
Lo Spezia dal canto suo, si difende con ordine, rischia poco, ma di fatto rinuncia a ripartire.
La ripresa inizia con la Salernitana che prova a raggiungere il pareggio, ma gli aquilotti continuano ad essere ben disposti in difesa e non lasciano spazi ai granata.

I locali non riescono a sfondare ed è proprio lo Spezia a trovare il raddoppio con il neo entrato Catellani: triangolazione chiusa con Calaiò e destro rasoterra che si infila alle spalle di Terracciano.
Partita però non ancora chiusa: sul ribaltamento c’è il tocco di mano di Juandein area; il direttore di gara non ha dubbi e comanda il penalty, calciato sul palo da Eusepi.
Nel finale è ancora lo Spezia a rendersi pericoloso, ma prima Catellani, poiNenè sembrano essere ipnotizzati dall’estremo difensore campano.

Dopo questa importante vittoria dello Spezia, ecco i nostri TOP E FLOP.

TOP SALERNITANA: GABIONETTA – L’attaccante brasiliano, trascinatore della sua squadra nelle prime due gare di campionato, con tre gol in due partite, nell’inizio di gara non sembra poter essere così incisivo. Ma con il passare dei minuti prende per mano la squadra e si dimostra l’unico in grado di trascinare i compagni con dribbling, velocità e incursioni pericolose.

FLOP SALERNITANA: CODA – Il numero nove granata delude e dimostra di essere ancora fuori forma: pochissimi i palloni toccati e scarsa la collaborazione con i compagni di reparto. L’unico squillo arriva sul finale del primo tempo con un innocuo diagonale destro.

TOP SPEZIA: CALAIO’ – Il gol non arriva, ma prestazione è di assoluto livello: il centravanti palermitano gioca una grande partita sacrificandosi per la squadra. In particolar modo nel secondo tempo, è bravissimo a tenere alta la squadra e, grazie ad un’ottima difesa di palla, costringe i difensori avversari a commettere fallo su di lui. Innumerevoli le sponde e gli assist per i compagni, decisivo quello per il gol firmato da Catellani.

TOP SPEZIA: SITUM – Nuova prestazione di livello per l’esterno croato: anche questo pomeriggio il numero 18 bianco dimostra di essere uno dei migliori giocatori nell’uno contro uno nel campionato cadetto. Soprattutto nella prima frazione di gioco, salta sistematicamente i suoi diretti avversari, creando superiorità numerica o costringendo al fallo i difensori. Picchiato da Sciaudone che avrebbe meritato il rosso.

Giulia Lorenzini – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it

Più informazioni su