laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Casabianca: «Riaprire subito la Ripa a senso unico»

Più informazioni su

Giorgio Casabianca, coordinatore  P.D. Valdivara. 

LA SPEZIA – Sono passati ormai quaranta giorni da quando la Provincia ha chiuso la strada SP 31 della Ripa senza che ci fosse in atto alcuna previsione di allerta meteo , solo attenzione di temporali e senza che sull’arteria si fosse verificato alcun accadimento pericoloso.
Sui versanti che sovrastano la strada sono state individuate dai tecnici diverse criticità e lavori per oltre un milione di euro che devono essere avviati prima possibile.

Fino ad oggi però è partita soltanto una somma urgenza per la messa in sicurezza del primo tratto (compreso tra Fornola e l’impianto della Aereonautica) e per la pulizia dei versanti su tutta la strada, non siamo ancora in possesso di un progetto definitivo sugli interventi da effettuare sul versante centrale, quello più critico.

In questo periodo la viabilità sull’intera piana di Ceparana è stata e continua ad essere letteralmente in ginocchio. Ricordo che la strada ha un transito giornaliero di quasi 20.000 veicoli e che stiamo parlando di un bacino di utenza di circa 30.000 abitanti con un migliaio di attività produttive in grande sofferenza presenti nei comuni di Bolano, Follo, Vezzano, Calice al Cornoviglio, S. Stefano Magra, Aulla e Podenzana Per arrivare alla Spezia da Ceparana le code iniziano già prima del dosso del Buonviaggio , per arrivare a S. Stefano o ad Aulla ancora peggio la coda verso il ponte di Caprigliola inizia poco dopo l’abitato di Ceparana. Sulla parte centrale dell’arteria a quello che è dato sapere ad oggi non sappiamo ne quando inizieranno ne quando termineranno i lavori, ma sicuramente non si parla di giorni ma di mesi.
Cosi non si può andare avanti bisogna da subito riaprire la Ripa a senso unico alternato oppure meglio a senso unico direzionale con l’arteria aperta al mattino nella direzione Bottagna – Fornola al pomeriggio nel senso contrario e la notte e in caso di allerta la strada si chiude.

La Regione Liguria credo debba impegnarsi a rifinanziare la bretella Ceparana –S. Sfefano Magra utilizzando tutti i canali possibili o con la legge obbiettivo o con la nuova programmazione 2014-2020 dei fondi europei. Non si può disperdere il lavoro fatto in tanti anni con la redazione del progetto definitivo e con l’iter autorizzativo praticamente completato solo perché manca soltanto il 20% dei finanziamenti.

Non si può rinunciare a quest’opera di adduzione al casello autostradale di S. Stefano Magra che è attesa dal territorio da quarant’anni dai tempi della costruzione dell’autostrada A12 , in quanto con questa nuova arteria si andrebbe sicuramente dimezzare il traffico sulla Ripa e si garantirebbe un collegamento sicuro e veloce sia con Arcola e Sarzana che con la città della Spezia.

Più informazioni su