laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Autismo | Una nuova App

Più informazioni su

Francesco Falli, presidente Collegio provinciale Ipasvi

LA SPEZIA – Alcuni Colleghi Infermieri, venuti a conoscenza di una nuova tecnologia, ci hanno chiesto di aiutare la diffusione della notizia: si tratta di una applicazione (App) creata per superare (in ambiente ospedaliero, o comunque sanitario) le difficoltà comunicative, tipiche di persone affette da disturbi dello spettro autistico o da altre patologie psichiatriche, tutte fortemente caratterizzate dalla barriera comunicativa, che può sorgere in modo incontrollabile.

Naturalmente, il problema diventa insormontabile sia per il malato che per il personale sanitario, che per meglio poter assistere la persona ha -per prima cosa- il bisogno di capire, anche attraverso la comunicazione parlata, i segni, i sintomi, le sensazioni: ma purtroppo, in molte di queste patologia il tratto della ''comunicazione interrotta'' è una
caratteristica costante, comunque, anche al di fuori dell'ambiente sanitario.

La Fondazione bambini e Autismo di Pordenone ha prodotto e testato irettamente  (con la propria equipe di ricerca) il funzionamento di una nuova App, creata per gli iPad; il suo nome è Vi.Co. Hospital (VIsual COmmunication).
Si tratta di una sorta di interfaccia di comunicazione comunicativa tra persone con autismo (e patologie assimilabili) e tutto il personale che si rapporta con essi: medici,infermieri,operatori terapeutici, educatori; ma naturalmente aiuta anche nel ''dialogo' con familiari e caregiver (chi collabora all'assistenza).

In un contesto sanitario potrà, ad esempio, favorire l’espletamento di esami clinici in un assetto collaborativo.
L'applicazione offre la scelta, a seconda del livello di comprensione, fra un codice basato su icone, o foto, o video, per ''spiegare'' alla persona con difficoltà come avvengono le visite, e gli esami medici.

Il programma prevede anche una specie di ''premio progressivo'' per l'utente, che viene così invogliato a seguire le indicazioni e a restare nel percorso, per giungere all'obiettivo (poter fare una visita medica, fare gli esami del sangue, e ciò che è necessario per raggiungere una diagnosi, e così intervenire)…

A parere dello scrivente Collegio IPASVI spezzino questa applicazione rappresenta un grande, potenziale aiuto per poter raggiungere quello che a volte è veramente una sorta di 'mondo riservato' nel quale vive, per la patologia che lo caratterizza, l'individuo autistico. 

E' perciò importante parlarne, per poter conoscere, ed eventualmente approfondirne, i contenuti pratici.

Più informazioni su