laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Scarti Factory | Al via i laboratori teatrali del Dialma Ruggiero

Più informazioni su

LA SPEZIA – Da lunedì 28 settembre il Dialma Ruggiero aprirà le proprie porte al II° anno del progetto di formazione teatrale, diretto dalla Compagnia degli Scarti (Compagnia residente al Centro Giovanile e riconosciuta dal Ministero dei Beni Culturali come impresa di produzione under35) e in stretta collaborazione con il Dialma Ruggiero.
 
Non una scuola, non un’accademia, non una serie di corsi, ma un progetto organico e integrato, una vera e propria “factory, nella quale l’attenzione sarà rivolta al “percorso”, al processo creativo e alle modalità espressive. Con l’obiettivo di fornire una formazione seria e di qualità i partecipanti potranno lavorare non con un singolo docente ma con un collettivo di professionisti che in maniera modulare si alterneranno nel “guidare” i laboratori.
 
Un collettivo che oltre al nucleo di attori della Compagnia degli Scarti (Enrico Casale, Davide Faggiani, Simone Ricciardi etc), vedrà l’importante partecipazione di Gianluca Stetur, storico attore milanese della Compagnia Claudio Morganti, già direttore di una delle più importanti scuole di teatro di Milano – Campo Teatrale.
 

Il progetto prevede inoltre una serie di attività fondamentali: la visione di spettacoli (all’interno della stagione Fuori Luogo e di altre stagioni di teatri vicini), l’incontro con artisti del teatro, l’analisi degli spettacoli e dell’evoluzione dei linguaggi scenici contemporanei, la messa in scena di dimostrazioni di lavoro, e la possibilità di seguire percorsi di approfondimento attraverso la partecipazione a laboratori più specifici, a seminari bimestrali e al Laboratorio Storico-Critico.

L’obiettivo è quello di creare una maggiore consapevolezza per una partecipazione più attiva che mantenga comunque anche gli aspetti più ludici e ricreativi e l’esperienza della messa in scena, ma che gradualmente porti ad una maggiore attenzione sulle motivazioni più profonde della partecipazione alle attività della factory.
 
I laboratori della factory sono rivolti a tutti, da coloro che si approcciano per la prima volta al teatro a coloro che hanno già avuto esperienze sulla scena.
 
direzione artistica: Compagnia degli Scarti
Per info: 3464026006 / 0187713264
Comune della Spezia – Compagnia degli Scarti – Fuori Luogo
 
Gli orari e le date dei corsi e degli incontri di presentazione laboratorio per laboratorio:

* Laboratorio Adulti – (Martedì o Mercoledì h 21-23) – I° incontro di presentazione mercoledì 30 settembre ore 21
* Laboratorio Ragazzi – (Martedì h 17-19) – I° incontro di presentazione martedì 29 settembre ore 17
* Laboratorio Over – (      Martedì 14.30-16.30) – I° incontro di presentazione martedì 29 settembre ore 14.30
* Laboratorio Bambini – (Mercoledì h 16.30-18) – I° incontro di presentazione mercoledì 30 settembre 16
* Laboratorio Storico Critico – (Lunedì h 21-23) – I° incontro di presentazione lunedì 28 settembre ore 21
* Laboratorio Dis-Integrato con progetto Accanto- (Mercoledì h 14-16)
* Laboratorio Disegno Teatrale e di Scena – (Mercoledì h 21-23) – I° incontro mercoledì 30
  settembre ore 21
* Percorso di approfondimento Ragazzi – (Mercoledì h 18-20)
* Seminari di approfondimento sulle tecniche attoriali – incontri bimestrali (sabato e domenica)

 

Laboratorio Adulti
Partendo dal nostro contemporaneo e da ciò che accade attorno a noi si cercherà di fare teatro trasformando quello che vogliamo dire e quello che sappiamo fare in azione scenica. Ci si divertirà esplorando la nostra creatività. Si giocherà con le nostre parole, i nostri corpi, i nostri talenti per creare un teatro tutto nostro. Un teatro vero, schietto e sincero. Un teatro misterioso perché nessuno sa quello che succederà…Un laboratorio che vuole essere quanto più possibile pratico, artigianale, aperto e vivo. Pratico perché il teatro è azione, movimento, ritmo. Artigianale perché il teatro è passione, impegno, mestiere. Aperto perché il teatro è un contenitore, con un suo linguaggio e una forte identità ma in grado di accogliere sempre nuovi orizzonti, altri stili. Vivo perché il teatro è in prima persona, meglio se viva.

Laboratorio Ragazzi 
Laboratorio per ragazzi dai 15 ai 25 anni che avranno l’occasione di affrontare le tecniche della recitazione, con particolare attenzione all’uso della voce e al movimento scenico, contemporaneamente alla scrittura collettiva attraverso l’improvvisazione di gruppo.

Laboratorio Bambini
Il corso intende affinare la sensibilità del bambino, valorizzarne la personalità, la capacità creativa e la fantasia attraverso esercizi di movimento e improvvisazione, coscienza di sé e rapporto col gruppo; corpo e ritmo, elementi di mimo e drammatizzazione  e tanto gioco, parola chiave del laboratorio bambini ma anche del teatro fatto dai

Laboratorio Over
Con il sostegno di Auser, associazione di promozione sociale per favorire l’invecchiamento attivo. Il laboratorio, aperto a tutte le persone sopra i sessant’anni, non richiede alcuna esperienza teatrale. Il laboratorio ruoterà attorno ai temi della “memoria” e della “testimonianza” , il grande tesoro degli anziani. Il lavoro consisterà nell’acquisire tecniche di rilassamento, giochi di concentrazione e giochi di memorizzazione nella prima fase, per poi passare alla creazione teatrale vera e propria di uno spettacolo. Inoltre, il metodo della creazione collettiva (senza l’uso di un copione predefinito) consentirà ai partecipanti di ristabilire quel contatto con l’aspetto ludico e creativo della propria personalità che spesso viene smarrito negli anni della maturità.

Lab dis-integrato.
In collaborazione con Isforcoop, agenzia di formazione-cooperativa sociale. Il laboratorio nasce dall’esperienza già consolidata negli anni della compagnia del progetto “Accanto”. Rivolto ad attori diversamente abili e non, il percorso che il laboratorio offre, ha come fulcro il grande tema dell’ “integrazione” fra le diverse abilità. Lavorare insieme su di un palcoscenico è come collaborare alla vita di una mini-società dove ogni persona agisce individualmente ma ha bisogno della collaborazione degli altri per sopravvivere e crescere. Il laboratorio è aperto a tutti coloro che vogliono rapportarsi col teatro sociale.

GLI INCONTRI DEL LUNEDI’ – LABORATORIO STORICO CRITICO  
Conversazioni storico-critiche condotte da Renato Bandoli
Attraverso alcuni “primi piani” sulle esperienze di eccezione degli uomini che nel ‘900 hanno rifondato il teatro nelle poetiche, nelle tecniche, negli spazi, nelle metodologie e nei linguaggi espressivi, si cercherà di comprendere perché la cultura teatrale del secolo scorso è la presenza del teatro come cultura, anche oggi necessaria e irrinunciabile.
Dalla nascita della Regìa e della pedagogia teatrale, degli inizi del secolo scorso, alla sua crisi negli anni ’60 e ’70; dalla rifondazione del ruolo dell’attore e dei suoi saperi e tecniche, alla nascita di un nuovo rapporto tra “processo creativo” e “prodotto spettacolare”, tra scena e spettatori; dall’esperienza delle prime avanguardie storiche, alla “rivoluzione teatrale” delle neoavanguardie del secondo dopoguerra; dalla nascita del Nuovo Teatro – italiano e internazionale – all’emergere di un’arte teatrale postmimetica e postdrammatica degli anni 2000.
Questi gli itinerari che percorreremo saranno molteplici e sempre sorretti dalla visione di documenti e filmati storici – alla ricerca di “sguardi possibili” ad uso di uno “spettatore critico”, attivo e consapevole di fronte all’”oggetto teatro”.

Seminari di approfondimento sulle tecniche attoriali – incontri bimestrali (sabato e domenica)
Aperti a tutti i partecipanti dei laboratori che intendono scendere in profondità rispetto alle tecniche teatrali e al lavoro singolo sulla propria personalità attoriale.
Un lavoro concentrato sul singolo attore permette di raggiungere una consapevolezza maggiore delle proprie possibilità sceniche, dello spazio teatrale, dell’uso della voce e della ricerca  creativa che ognuno potrà sperimentare su se stesso. Assieme a Gianluca Stetur.

Più informazioni su