laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Uniform e Progetto Angola | Il parere dei sindacati

Più informazioni su

LA SPEZIA – Abbiamo incontrato la Direzione Aziendale della Uniform Italia per approfondire, a seguito del bilaterale Italia/Angola della scorsa settimana tenutosi a Luanda, lo stato delle cose rispetto al progetto presentato dall'azienda, che identifica nello stabilimento di Brugnato il centro della produzione e della formazione di personale angolano nell'ambito della fornitura di divise militare per la Repubblica dell'Angola.

Si tratta di un progetto molto ambizioso che abbiamo, per quanto di nostra competenza, sostenuto già dallo scorso giugno inviando al Ministro della Difesa Angolano una disponibilità a facilitare percorsi di formazione ed accoglienza dei lavoratori provenienti dal paese africano, identificando nell'operazione il plusvalore di tenere insieme produzione, tecnologia e cultura, rafforzando di conseguenza la presenza sul territorio di questa manifattura.

Va riconosciuto anche in questo caso, come avvenne anche lo scorso anno quando affrontammo le difficoltà di esecuzione del contratto con la Marina Militare, come l'intervento del Senatore Massimo Caleo sia stato fondamentale per accreditare nella difficile trattativa la Uniform che è così entrata nella delegazione italiana del bilaterale insieme ad altre prestigiose aziende.

Comprendiamo il fatto che la comunicazione di tali possibilità negli organi di stampa produca elevate aspettative sul territorio soprattutto per quanto concerne l'impatto occupazionale ed il pensare del venir meno di una serie di criticità che ancora permangono nei rapporti con la Marina Militare Italiana nell'esecuzione dell'accordo quadro che, in assenza della necessaria pianificazione delle richieste, continua a rendere complessa la gestione aziendale.

La delicatezza della situazione ci impone di approcciare con molto realismo a tale opportunità; rinviamo pertanto all'esito della trattativa il nostro giudizio complessivo poiché il delta tra progetto e contratto è spesso molto ampio e potrebbe integrare difficoltà al momento non previste ed immaginate.

Identifichiamo nelle scelte aziendali volte a superare la monocommittenza la strada per rendere competitiva l'azienda mettendo in sicurezza posti di lavoro e preziose professionalità; per tale motivo, con tutte le cautele del caso, continueremo a sostenere iniziative in grado di contribuire al raggiungimento di tali obiettivi.

FILCTEM CGIL
Il Segretario Generale
David Nerini

FEMCA CISL
Il Segretario Generale
Ilaria Delcaldo

UILTEC UIL
Il Segretario Generale
Salvatore Balestrino

Più informazioni su