laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Servizi scolastici: d’ora in poi sarà obbligatorio saldare i buoni mensa entro fine mese

Più informazioni su

Lo impone il nuovo sistema di contabilità degli enti locali. In questi giorni inviati anche gli accertamenti per i morosi del 2013

SARZANA – Prosegue l’attività di monitoraggio dei pagamenti dei servizi scolastici avviata a fine 2013 dalla Giunta Cavarra. All’epoca erano emerse più di 600 posizioni inevase, con circa 100mila euro di rette non corrisposte per trasporto scolastico, mensa, nido ecc… risalenti a svariati anni scolastici precedenti. L’impegno dell’assessorato alle politiche per l'infanzia l'educazione e la famiglia era stato quello di tenere sotto controllo le entrate ed  attivarsi, periodicamente, con comunicazioni bonarie agli utenti per ricordare e sollecitare eventuali pagamenti non corrisposti. Solo dopo veniva avviata l’attività di accertamento e di ingiunzione vera e propria che proprio in questi giorni sta procedendo verso coloro che già a fine 2013 erano stati preavvisati e che nonostante ciò non hanno pagato. Come noto in questi giorni è iniziato il nuovo anno scolastico e l'ufficio scuola sta inviando alle  famiglie i 'promemoria' relativi ai pagamenti dovuti relativi principalmente all'anno scolastico 2014/2015: strategia che rientra nella più ampia azione di contrasto all'evasione tributaria e patrimoniale che l’Amministrazione Cavarra ha messo a regime nel 2014 con la reinternalizzazione del servizio tributi.

“La novità di quest’anno, di cui vogliamo avvertire gli utenti dei nostri servizi scolastici- dice  Andrea Cargiolli, responsabile dell’ufficio scuola – è che, a seguito dell’introduzione del  nuovo sistema di contabilità degli Enti Locali, che impone ai Comuni di lavorare affinché le entrate avvengano 'in diretta' e non differite rispetto alla fruizione dei servizi, anche i pagamenti devono necessariamente avvenire in tempo reale rispetto ai consumi. Questo inciderà inevitabilmente sul pagamento dei buoni mensa, che a partire dall'anno scolatico in corso dovranno obbligatoriamente essere saldati entro il termine di ogni mese”. Condizione, questa, che in realtà è già inclusa nella sottoscrizione del contratto attualmente in uso fra famiglie e Comune ma che, per consuetudine, molto spesso è stata derogata nella prassi quotidiana.

“Per  quanto riguarda il servizio di trasporto ed il nido- continua  Cargiolli – per adesso il sistema di pagamento rimarrà il solito e dunque anche la tempistica continuerà ad essere determinata dal Comune (i bollettini vengono inviati dall'ufficio mensilmente per il nido e trimestralmente per il trasporto), rispetto alla mensa scolastica le famiglie dovranno procedere ad una significativa stretta nei tempi di pagamento, autoregolandosi in maniera puntuale. In tutti i casi saremo costretti ad inviare eventuali accertamenti per morosità già dal primo trimestre dell’anno successivo (dunque il 2016 per i corrispettivi del 2015)”.“Questo nuovo sistema contabile in vigore dal 2015- dice l’assessore al bilancio ed alle politiche per l’infanzia, l’educazione e della famiglia Elisabetta Ravecca- ci impone sicuramente bilanci più chiari e trasparenti, ma anche azioni di riscossione più rigorose. L’Amministrazione deve adottare procedure sempre più rigide di controllo delle entrate e delle spese per far quadrare i conti. Ho notato che in moltissimi comuni, storicamente, la copertura dei costi dei servizi scolastici è spesso fra le più carenti… Sicuramente per tanti motivi, ma soprattutto per via delle difficoltà sempre maggiori delle famiglie oggigiorno. Da quest’anno la legge ci impone una vera e propria rivoluzione culturale che, dal bilancio, passa direttamente ai cittadini. Il nostro ufficio scuola sarà a disposizione per ogni necessità comprese verifiche su casi dubbi, errori, e anche per richieste di rateizzazione”.

Per qualsiasi necessità, richiesta o informazione, ci si può rivolgere all'ufficio scuola nei giorni lunedì, mercoledì e sabato in orario 9 – 12, il giovedì dalle 9 alle 16.30, oppure chiamare ai seguenti numeri  0187/614290 – 0187/614248 o anche scrivere una mail all’indirizzo scuola@comunesarzana.gov.it.

Più informazioni su