laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Dopo Bruno Pizzul, è toccato a Roberto Donadoni ricevere il premio arcolano dedicato all’etica sportiva

Più informazioni su

ROMITO MAGRA – Entusiasmo alle stelle in Piazza Tobagi, dove nel pomeriggio di martedì si è svolta la seconda edizione di “Arcola – Cultura e Sport”. Protagonista dell’evento Roberto Donadoni, bandiera milanista, premiato per la statura etica e morale dimostrata nell’ultima stagione vissuta a Parma in veste di allenatore, coincisa con il tormentato fallimento dei ducali. L’ex selezionatore azzurro, nonostante la caotica situazione societaria, decise infatti di portare a termine la stagione, non abbandonando una nave in piena tempesta e riuscendo persino nell’impresa di battere la Juventus, vincitrice poi del campionato, della coppa Italia, nonchè finalista in Champions League.

Ad affiancare il Mister bergamasco il giornalista spezzino della Rai Paolo Paganini, il Sindaco di Arcola Emiliana Orlandi e Gianluca Tinfena, Assessore alla Cultura e allo Sport, organizzatore della giornata di festa.

In un’ora di colloquio aperto al pubblico, tra cui figuravano anche svariate sezioni giovanili calcistiche del territorio, Donadoni ha esortato a perseguire uno sport pulito, fatto di impegno, dedizione e rispetto del prossimo.

Sollecitato, infine, dal Presidente del Panathlon Club Angelo Molinari, l’ex allenatore del Parma ha affrontato l’argomento Spezia, affermando di avere sensazioni positive su un eventuale promozione della squadra allenata da Nenad Bjelica. ” Come in tutte le sfide della vita, però, – ha ammonito Donadoni – l’importante è ricordare come la costanza quotidiana sia la prima ed unica ricetta da rispettare.”

Andrea Licari

Più informazioni su