laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Bollo auto storiche | Costa: «Vogliamo l’esenzione per l’ann0 in corso e per il 2016»

Più informazioni su

Il presidente della commissione Ambiente-Territorio è firmatario della mozione “anti-bollo” per le auto che hanno tra i 20 ed i 29 anni di vita, reintrodotto dalla Legge di Stabilità 2015: «Si tratta di una disposizione iniqua che mette a repentaglio l’esistenza stessa delle preziose collezioni di veicoli d’epoca e che ci priverà di pezzi importanti della nostra storia». 

GENOVA – Andrea Costa (Gruppo Misto-Ncd Area Popolare), presidente della Commissione Ambiente-Territorio  è firmatario  di una mozione con la quale si impegna la giunta ad attivarsi presso il governo affinché si provveda alla modifica della legge di Stabilità 2015 con la quale è stato reintrodotto il pagamento dell’imposta per i veicoli (auto e moto) che hanno fra  i 20 ed  29 anni di vita ed immatricolazione. Il documento chiede l’esenzione per l’anno in corso e per il prossimo. La Legge di Stabilità ha mantenuto l’esenzione solamente per i veicoli ultratrentennali 

«Il pagamento del bollo induce molti collezionisti a disfarsi delle loro collezioni che nel tempo, invece, acquisirebbero un ulteriore valore storico, di testimonianza. Si tratta di un patrimonio che  si rischia di vedere completamente cancellato. Se si va avanti di questo passo, nei prossimi anni dovremo rinunciare alla vista di questi “pezzi” importanti della nostra storia» ,dice Costa , ricordando che molte collezioni sonno state avviate quasi per caso, magari per ragioni di tipo affettivo, per poi trasformarsi in una passione.«Purtroppo, però, considerata anche la crisi economica attuale, sono poche le persone che hanno la possibilità di permettersi di “mantenere” una  collezione di veicoli, visto che alla fine si ritrovano a pagare conti di migliaia di euro, sommando l’importo dei singoli bolli».

Costa rimarca che i collezionisti sono spesso artefici di raduni e mostre che richiamano molti partecipanti e visitatori, con evidenti ricadute positive di tipo turistico ed economico. Basti pesare all’attività legata all’accoglienza e alla ristorazione. «Mi pare che tutto questo abbi una valenza assai maggiore, anche dal punto di vista economico, di quanto si ricavi dal  puro pagamento di un bollo», afferma il consigliere, sottolineando che già alcune Regioni italiane hanno messo in atto azioni “anti-bollo” per i veicoli storici.

«Sono certo che la giunta farà tutto il possibile per contrastare questa ingiusta disposizione», conclude Costa.

Più informazioni su