laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Seconda «Giunta in periferia» alla Bradia

Più informazioni su

Dopo i lavori in via Groppolo stamani via libera al progetto della strada alternativa a via Paradiso e al doppio intervento di messa in sicurezza del Calcandola

SARZANA – Stamani si è tenuta la seconda “Giunta in periferia”. Ad ospitare il “governo” cittadino stavolta è il quartiere di Bradia dove il sindaco Alessio Cavarra, alla presenza del direttivo e della presidente della Consulta Lucia Mascellino, ha approvato e dato il via libera a due progetti molto importanti e attesi dai cittadini della zona: la realizzazione della strada alternativa a via Paradiso e la messa in sicurezza di due tratti importanti del Calcandola.

“Oltre alla riqualificazione di via Groppolo, dove ieri con l'assessore Massimo Baudone abbiamo effettuato un sopralluogo, con queste due opere- dice il sindaco Alessio Cavarra- abbiamo dato risposta alle richieste, per anni rimaste inascoltate, della Consulta e degli abitanti del quartiere di Bradia. Oltretutto si tratta di interventi mirati che vanno a migliorare la qualità della vita e la sicurezza della frazione”.

Soddisfatta la presidente della Consulta Lucia Mascellino che dice: “Sono problematiche che come Consulta abbiamo sollevato ormai da tempo senza mai riuscire a far comprendere quanto fosse importante che fossero risolte al più presto. Questa Amministrazione è riuscita in poco tempo ad avviare l'iter burocratico e a reperire le risorse necessarie per sistemare via Groppolo, soggetta a continui allagamenti, e ora a dare il via a due interventi fondamentali per la sicurezza del quartiere come da tempo chiedeva la Consulta”.

Come noto il progetto di via Paradiso, che consta di un un finanziamento comunale di 110mila euro che andrà a sommarsi ai 150mila concessi dalla precedente giunta regionale, prevede la realizzazione di una strada che, partendo dal piazzale dello stadio cittadino, si snoderà nei pressi della gradinata scoperta per arrivare fino all'impianto della bocciofila per poi avere una fase successiva che sarà quella relativa alla riqualificazione del piazzale dello stadio di via Villefranche.

Dal canto suo il doppio intervento sul Calcandola, per una spesa pari a 22mila euro  interamente a carico del comune, prevede  la sistemazione di una paratìa mobile sull'argine destro di fronte a via Groppolo e, in sponda sinistra, la messa in possa di due pennelli in massi interrati rispetto al fondo dell'alveo: in entrambi i casi si tratta di interventi volti a garantire la messa  sicurezza l'abitato contenendo l'erosione spondale del torrente.

Ora entrambi i progetti dovranno prima ottenere l'okay della Commissione Paesaggio per poi ottenere i pareri degli enti preposti; quindi torneranno in Giunta per l'approvazione del progetto esecutivo propedeutico all'affidamento dei lavori previsto  entro la fine dell'anno.

Più informazioni su