laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Un Carispezia tutto cuore contro il Giovinazzo conquista un buon pari

Più informazioni su

Finisce in parità la prima stagionale, match durissimo, appassionante e sempre sul filo del rasoio. Carispezia non porta a casa i tre punti ma dimostra di esserci in tutto e per tutto. La squadra di Alessandro Cupisti gioca bene di fronte aD un ottimo avversario. Il mister rossonero dichiara a fine gara “era un esordio non facile, il Giovinazzo è una buonissima squadra, sono contentissimo dei miei ragazzi per come hanno interpretato la partita, il gruppo è splendido e quello di questa sera è un punto sicuramente guadagnato, credo che i nostri tifosi siano soddisfatti dello spettacolo che abbiamo offerto.” (nella foto di Francesco Dal Mut l’abbraccio di tutta la squadra alla rete del vantaggio di Amat).

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA – A.F.P. GIOVINAZZO  2 – 2  (1 – 0)

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA : Corona (Perroni), Amat (1), Di Donato, Pistelli, Sterpini, Rossi Alessandro, Dolce (1), Fioravanti, Rossi Francesco. Allenatore Alessandro Cupisti.

A.F.P. GIOVINAZZO : Armujo Torres (De Palo), De Palma (2), D’Agostino, Monteforte, Rodriguez, Bavaro, Mastropasqua, Sinisi, Ranieri. Allenatore Franco Amato

Arbitri: Sig. Fronte (NO) – Sig. Uggeri (LO) ausiliario Sig. Righetti (SP)

Un pareggio all’esordio. Carispezia Sarzana ha iniziato la nuova stagione guadagnando un punto al “Polivalente” contro il Giovinazzo. Un risultato tutto sommato giusto. La squadra rossonera si è presentata al via con una formazione abbastanza inedita. Senza Borsi (volato al Matera) e Squeo (fuori rosa due giorni prima dell’inizio del campionato), mister Cupisti ha dovuto reinventare il quintetto base.

Oggi possiamo dire di aver visto una squadra unita, che non ha mollato mai, che ha cercato il successo sino al suono della sirena finaledichiara il Presidente Maurizio Corona a fine gara che poi fa i complimenti al Giovinazzo per l’ottima gara giocata, ribadendo che la partita contro il Giovinazzo ha rispecchiato quanto di buono aveva detto sulla squadra pugliese alla vigilia e tesse elogi al capitano biancoverde Angelo De Palma. “Bisogna arrivare a ventiquattro punti, il  cammino che porta alla salvezza sarà certamente duro, sono molto contento della squadra per come ha interpretato la partita, il gruppo e il cuore non mancano di certo.  Volevo ringraziare il pubblico presente continua il Presidente rossonero che questa sera è stato molto numeroso e molto caloroso e ci ha sostenuto per tutta la partita, gran merito del punto conquistato è il loro e ora dopo la trasferta di Forte dei Marmi sotto con il Bassano poi la Coppa e il martedì il Matera, tre appuntamenti al Centro Polivalente in dieci giorni e la bolgia del nostro pubblico  dovrà essere il sesto uomo in pista. Dobbiamo andare avanti alla giornata– conclude Corona – e come dico sempre da anni ai miei ragazzi basso profilo e al pezzo, abbiamo una salvezza da conquistare”.

Ma veniamo alla gara: Franco Amato arriva a Sarzana al gran completo, schiera il suo starting-five titolare, capitanato dal De Palma  assieme a  D’Agostino, Rodriguez e Monteforte con Armijo Torres alla difesa della porta, con a disposizione Ranieri, Sinisi, Bavaro, Mastropasqua e il secondo portiere De Palo. Cupisti risponde con Corona tra i pali, Sterpini, Amat, Di Donato e Dolce. Per la cronaca  il nuovo argentino  Javier “Saverio” Amat si mette subito in evidenza sfiorando la rete dopo 48” quando una sua conclusione colpisce l’incrocio dei pali con il portiere pugliese immobile. Portieri in evidenza con una serie di parate da entrambi le parti. Il Giovinazzo potrebbe portarsi in avanti al 14’,56” quando l‘ arbitro Fronte concede un tiro di prima per un presunto fallo di Francesco Rossi ai presenti parso non meritevole di blu e tiro diretto. Si incarica della battuta Rodriguez ma Corona si supera e para e poi è bravo nel successivo power play a tenere inviolata la porta. Al 21’,49”  rossoneri in vantaggio, Amat lascia partire un tiro dalla lunga distanza che sorprende Torres e porta in vantaggio la formazione di Alessandro Cupisti   Qualche brivido per i sarzanesi negli ultimi minuti della gara prima che il suono della sirena mandi le squadre  negli spogliatoi per l’intervallo con il Carispezia in vantaggio con il punteggio di 1 a 0.  Nel secondo tempo i rossoneri hanno la clamorosa palla per raddoppiare quando Di Donato, liberato in area da Rossi, colpisce la traversa con Torres battuto. Sale in cattedra il Giovinazzo che, trascinato da capitan De Palma, prima trova il pareggio e poi al 39’,51” si porta in vantaggio con una doppietta del capitano bianco verde. La reazione rossonera è veemente e non passa neppure un minuto che Francesco Dolce trova il pertugio per infilare Torres e riportare il risultato in parità. Ultimi dieci minuti “thriller” con tutte e due le squadre che sfiorano la rete. L’occasione più ghiotta capita ai pugliesi  al 46’,10” quando Di Donato commette il decimo fallo e manda Monteforte al tiro libero contro Corona, ma la conclusione dell’esperto “bomber” novarese viene parata dall’estremo rossonero, che poi si vede fischiare un tiro di rigore per una palla trattenuta; va alla battuta del tiro di rigore Rodriguez che non realizza. Rossoneri chiudono la gara all’attacco con i pugliesi a nove falli e con un miracolo di Torres su una conclusione di Francesco Rossi. Suono della sirena e pubblico del Centro Polivalente tutto in piedi a decretare il giusto tributo alla squadra che ha dato l’anima e ha lottato sino all’ultimo secondo.

Prossimo incontro Sabato 10 ottobre al Palaforte di Vittoria Apuania contro i Campioni d’Italia del Forte dei Marmi.

Più informazioni su