laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Regione Liguria, Costa: “Sostegno alle attività degli oratori”

Più informazioni su

Andrea COSTA, capogruppo in regione Liguria di Area Popolare, presenta insieme a Matteo ROSSO, capogruppo di Area Popolare, un ordine del giorno per la predisposizione di “strumenti finanziari a sostegno e al miglioramento degli oratori e di altri centri religiosi in modo tale da svolgere la loro attività al meglio”

GENOVA – «L’azione ricreativa, educativa e di intrattenimento svolta dagli oratori e dai centri religiosi è un tassello importante per lo sviluppo della socialità dei bambini e dei ragazzi soprattutto nei piccoli centri, ma anche nei quartieri dei grandi centri urbani. Sostenere e incentivare le attività promosse all’interno dei centri religiosi, soprattutto in questo periodo di forte crisi economica che limita la possibilità da parte delle famiglie di poter garantire ai propri figli occasioni ludico-sportive insieme ai coetanei, è sicuramente un impegno che dobbiamo mantenere e se possibile implementare». Così dichiara Andrea COSTA, capogruppo di Area Popolare in Regione Liguria, che, insieme al Consigliere Matteo ROSSO, presenta un ordine del giorno perché “vengano predisposti opportuni strumenti finanziari a sostegno e al miglioramento degli oratori e di altri centri religiosi in modo tale da svolgere la loro attività al meglio”.

La legge n.206 del 1 agosto 2003, all’art.1  stabilisce che lo Stato Italiano  “riconosce ed incentiva la funzione educativa e sociale svolta nella comunità  locale, mediante le attività di oratorio  o attività similari, dalle parrocchie e dagli enti ecclesiastici della Chiesa cattolica, nonché dagli enti delle altre confessioni  religiose con le quali lo Stato ha stipulato un’intesa ai sensi dell’art. 8, terzo comma, della Costituzione”.

«Nel 2004 – spiega Costa – la Regione Liguria ha dato attuazione alla legge nazionale e nel 2010 aveva stanziato 600 mila euro per la concessione di contributi che coprivano le sole spese di gestione, ma non aveva previsto fondi per le spese in conto capitale. Inoltre, a 5 anni di distanza, non ci risulta che siano stati stanziati altri finanziamenti per l’attività oratoriale e simili. Visto che questi finanziamenti garantiscono agli oratori e agli altri centri religiosi la possibilità di continuare a svolgere la loro attività sociale ed educativa, chiediamo che la giunta si impegni nel sostegno concreto delle azioni degli oratori, fulcro per tantissime comunità sul territorio ligure della socialità, dell’impegno sociale e del divertimento per giovani e giovanissimi, in un ambiente sano e protetto».

Più informazioni su