laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

La legge regionale a tutela delle piccole botteghe di paese

Più informazioni su

Costa: «Il primo passo nell’azione di rilancio e tutela dell’entroterra». Il presidente della commissione Ambiente-Territorio plaude all’iniziativa della giunta che diventerà legge, dopo l’iter nelle competenti commissioni : «Salvare i piccoli negozi, soffocati da burocrazia e tasse, significa mantenere aperti dei presidi sul territorio, una sorta di “faro” per i piccoli centri delle aree interne». 

GENOVA – Andrea Costa (Gruppo Misto- Ncd Area Popolare), presidente della Commissione IV- Ambiente-Territorio, intende portare il suo contributo, alla luce della sua esperienza (è stato per molti anni sindaco del Comune di Beverino) alla proposta avanzata dalla giunta per salvare le piccole botteghe montane
 
«L’iniziativa della giunta rappresenta un segnale importante: mostra l’attenzione rivolta all’entroterra. Significa che non ci si rassegna a condannare le aree interne all’abbandono, anzi… – dice – Questo è il primo passo di un’azione che sarà messa in atto per il rilancio dell’entroterra, una prima ricetta contro l’incuria e l’abbandono».
 
Spiega il consigliere: «I piccoli negozi rappresentano un presidio sul territorio, importanti non solo per gli anziani che hanno difficoltà a muoversi, ma per tutti – dice – Infatti il negozietto rappresenta spesso anche una sorta di punto di incontro ed ha, comunque una valenza sociale: il paese non si sente abbandonato». Aggiunge il consigliere: «Negli ultimi decenni, purtroppo, abbiamo assistito alla chiusura in molti paesi di molte piccole attività commerciali e questo ha contribuito a creare nella gente del nostro entroterra la sensazione di essere stata abbandonata, di non poter contare più neppure sui servizi essenziali: questo trend, adesso, va invertito»
 
L’azione a favore dei piccoli negozi, secondo quanto anticipato nei giorni scorsi alla stampa dall’assessore allo sviluppo economico, Edoardo Rixi, si dovrà concretizzare attraverso diverse tipologie di agevolazioni come contribuiti e condizioni particolari di accesso al credito. La copertura iniziale sarebbe di 80 mila euro e i beneficiari sarebbero i negozi situati in Comuni con meno di duemila abitanti
 
«Ritengo che durante l’iter nelle commissioni competenti, il disegno di legge che – lo ripeto – ha una valenza importantissima – potrà essere ulteriormente arricchito: ad esempio si potrà introdurre tra i parametri, per individuare i beneficiari del provvedimento, l’estensione territoriale di un Comune. Credo che con questo primo provvedimento – conclude – le piccole comunità si sentiranno un po’ meno sole, inizieranno a riacquistate fiducia nella Regione e a sentirla meno distante».

Più informazioni su