laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

‘CoopLiguria Startup’: presentati 91 progetti

Più informazioni su

Già individuati i 30 che hanno passato la prima selezione

GENOVA – Ottimi risultati per ‘Coop Liguria Startup’, il bando per la creazione di nuove imprese cooperative promosso da Coop Liguria in occasione del suo settantesimo anniversario, in collaborazione con Legacoop Liguria e con il progetto ‘Coopstartup’ di Coopfond.
Il bando, promosso a partire da aprile 2015, si è chiuso lo scorso 31 luglio.
I progetti presentati sono stati in tutto 91, un risultato davvero significativo, oltre le attese iniziali. Inoltre, contando anche coloro che non hanno portato a termine l’iscrizione, oppure che sono stati esclusi perché non hanno rispettato tutti i criteri del bando, i progetti presentati sono risultati oltre 200, segno che i giovani liguri sono pieni di idee e hanno voglia di mettersi alla prova.
Quello che manca, spesso, sono le opportunità.
 
Proprio per questo, il bando – che complessivamente ha stanziato 200 mila euro, oltre a un consistente pacchetto di finanziamenti agevolati e di tutoraggio con esperti, per i primi tre anni di attività – si è rivolto in particolare a gruppi di giovani con meno di 40 anni, oppure a cooperative costituite da meno di un anno, sempre con una prevalenza di soci under 40.
I 91 progetti iscritti sono stati presentati da un totale di 350 giovani, in gran parte laureati, provenienti in prevalenza dalla provincia di Genova, seguita da quelle di Savona e La Spezia.
I progetti presentati da gruppi sono stati 86, 5 invece quelli presentati da cooperative già costituite. I settori imprenditoriali più rappresentati sono cultura, turismo e servizi alle imprese, seguiti da agroalimentare, ambiente e socio-sanitario.
 
Come previsto dal bando, il Comitato di Valutazione, composto da professionisti di altissimo profilo (Enrico Giunchiglia, Pro-Rettore e Professore ordinario presso il Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dell’Università di Genova; Manuela Arata, Presidente del Festival della Scienza; Nicoletta Buratti, Professore associato presso il Dipartimento di Economia dell’Università di Genova; Salvatore Majorana, Direttore Technology Transfer dell'Istituto Italiano di Tecnologia-IIT; Francesco Berardini, Presidente di Coop Liguria) ha già individuato 30 progetti (i cui contenuti sono sintetizzati brevemente nella scheda allegata) che hanno superato la prima fase della selezione.
 
Nella valutazione dei progetti, si è tenuto conto del valore dell’idea (qualità della proposta e beneficio per la collettività in termini economici e sociali), m anche della sua originalità rispetto al territorio di riferimento e al mercato; delle esperienze personali e professionali e delle competenze specifiche dei membri del team, specie se coerenti con la proposta; della capacità dell’iniziativa di produrre nuovi posti di lavoro, anche in una prospettiva di medio-lungo periodo; della validità della proposta in relazione ai temi proposti dal bando: valorizzazione del territorio e dei servizi alle imprese, tutela della salute e sicurezza alimentare.
 
A proporre i progetti selezionati sono stati 25 gruppi informali e 5 cooperative, per la stragrande maggioranza provenienti dalla provincia di Genova, i cui membri hanno ora l’occasione di frequentare un percorso di formazione per approfondire vari aspetti della gestione di impresa e trasformare così la propria idea iniziale in un progetto vero e proprio. Tale corso, a cura di quadri e dirigenti cooperativi, ha preso il via già a fine settembre e si concluderà il 21 novembre. Si articola in 5 giornate, orientate sia a definire il proprio business e a fare cooperativa, sia ad acquisire competenze specifiche per la gestione di impresa: redigere un piano economico-finanziario, compilare un bilancio, ricercare finanziamenti, impostare l’organizzazione, gestire l’inquadramento del personale, sfruttare le opportunità e i supporti messi in campo da Legacoop per le cooperative.
Sulla base delle competenze acquisite, i gruppi dovranno redigere un piano imprenditoriale dettagliato, da presentare entro il 18 dicembre 2015.

A gennaio 2016, il Comitato di valutazione sceglierà fino a 10 progetti, che si aggiudicheranno i contributi messi a disposizione dal bando:
· 5 mila euro da Coop Liguria, tramite prestito non oneroso da trasformare in donazione, a fronte di un andamento della cooperativa coerente con il piano imprenditoriale;
· 5 mila euro da Coopfond (solo per le cooperative di nuova costituzione);
· possibilità di accedere a un finanziamento pari a un massimo del 50% degli investimenti, nell’ambito del sostegno alle imprese cooperative previsto da Coopfond.
Inoltre, ogni neonata impresa cooperativa beneficerà per un intero triennio del sostegno altamente qualificato di manager ed esperti Coop nei diversi settori professionali.
 
“L’iniziativa – commenta il Presidente di Coop Liguria, Francesco Berardini – ha avuto successo.
I 30 progetti selezionati, illustrati dagli stessi proponenti nel corso della prima giornata del percorso di formazione previsto dal bando, che si è svolta lo scorso 30 settembre, hanno mostrato di saper leggere attentamente la realtà del territorio e di saperne individuare le necessità.
In questa fase, la maggior parte dei progetti è ancora a uno stadio iniziale e dovrà essere tradotta in un piano imprenditoriale più articolato e definito. Ci hanno colpito soprattutto lo spirito di iniziativa, l’elevato livello di qualificazione dei partecipanti e l’altissima presenza, all’interno dei gruppi e delle cooperative selezionate, di giovani donne molto preparate e motivate.
 
“Con il progetto ‘Coopstartup’ – sottolinea il Direttore Generale di Coopfond Aldo Soldi – Coopfond sta promuovendo a livello nazionale una duplice innovazione. Grazie a progetti come quelli che sono stati selezionati e che in questo caso saranno sostenuti insieme a Coop Liguria, la cooperazione, infatti, si apre a processi di innovazione tecnologica, sociale e organizzativa. Ma anche le startup possono trovare nella forma cooperativa una nuova sfida, puntando non al massimo profitto immediato, ma a costruire su una buona idea un’impresa capace di mettere al centro non il singolo ma il gruppo, non solo il presente ma anche il futuro”.
SCHEDE PROGETTI SELEZIONATI
 
1.     Laboratorio di scenografia e costumeria teatrale
Cooperativa già costituita – 7 componenti, tutti under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Fornire scenografie, attrezzeria, costumi e accessori a teatri, compagnie teatrali, produzioni cinematografiche, negozi, gruppi musicali, eventualmente privati.  Progettare e realizzare eventi a carattere artistico e culturale e attività di promozione del territorio e dei suoi beni culturali, artistici e naturali, attraverso eventi, laboratori didattici, visite guidate.
 
2.     Coltivazione biologica ed ecologica di prodotti tipici dell’entroterra ligure
Gruppo informale – 3 componenti, tutti under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Recuperare 8 ettari di terreno agricolo nell’entroterra di Genova (Fontanegli, Bavari, Marsiglia, Davagna) per la coltivazione di prodotti tipici (luppolo, zafferano, castagne, legna) con la tecnica dell’agricoltura biologica. Realizzare impianti per la produzione di energia elettrica (fotovoltaico ed eolico) per alimentare in maniera ecologica la cooperativa agricola e vendere alla rete l’energia in eccesso. Proporre percorsi di educazione ambientale.
 
3.     Commercializzazione di prodotti tipici liguri attraverso l’attivazione di un punto vendita, un sito internet e un di un servizio di consegne a domicilio
Gruppo informale – 3 componenti, di cui 2 under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Aprire un punto vendita per commercializzazione prodotti di alta qualità, rispettosi della natura e del territorio, in prevalenza liguri. Allestire un ‘angolo culturale’ per iniziative specifiche con produttori locali, esperti e associazioni del mondo enogastronomico. Realizzare percorsi di educazione alimentare per le scuole. Sfruttare le tecnologie per lavorare in rete con i  produttori locali, offrendo prodotti sempre freschissimi, e per offrire ai clienti la possibilità di acquistare online e di ricevere una newsletter  periodica sulle iniziative di degustazione organizzate nel punto vendita, sui saloni specializzati, le Dop e le Igp, sugli eventuali premi ottenuti dai produttori, sugli eventi enogastronomici organizzati a livello regionale.

4.     Centro multidisciplinare per la promozione dell’Appennino Ligure
Gruppo informale – 3 componenti, tutti under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Creazione di un centro multidisciplinare per la promozione culturale e la ricettività nell'Appennino ligure, con offerta di corsi, organizzazione di eventi, vendita di pacchetti turistici e struttura ricettiva. I servizi culturali saranno articolati in due macrosettori: ‘Narrazione’ (corsi di scrittura creativa; laboratori e festival teatrali; workshop ed esposizioni di arte contemporanea; mostre; offerta di pacchetti turistici in rete con altre realtà culturali; promozione di eventi culturali) e ‘Arti e antichi mestieri’ (corsi di telaio e restauro, esperienze di trekking sull'antica via del sale e l'Alta Via dei monti liguri, tradizione culinaria, fattoria didattica).
 
5.     Piattaforma multilingue per promuovere le realtà ricettive della Liguria
Gruppo informale – 4 componenti, tutti under 40 – provenienza proponenti Savona
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Creazione di una piattaforma web multilingue con tecnologie di zooming, georeferenziazione e foto geo-tagging, che metta in rete diverse realtà ricettive, agricole, artigianali ed eno-gastronomiche della Liguria, particolarmente attente allo sviluppo sostenibile e alla valorizzazione delle identità culturali locali, che sia accessibile gratuitamente per turisti attenti alla ricerca di valori e tradizioni. Creazione di una programmazione turistica, con pacchetti acquistabili direttamente online, frutto dell'incontro e del dialogo tra le imprese e i soggetti portatori di patrimonio culturale, che sfrutti la connessione tra entroterra e riviera.
 
6.     Gestione di Castello Spinola come location per eventi e cerimonie e sede di una ludoteca
Cooperativa già costituita – 4 componenti, tutti under 40 – provenienza proponenti Valle Stura (GE)
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
La Cooperativa, già impegnata nella gestione di una serie di servizi socio-culturali in Valle Stura, propone di assumere la gestione e la promozione del Castello Spinola di Campoligure, da sfruttare come location per cerimonie ed eventi e dove attivare una ludoteca, per proporre esperienze di aggregazione e socializzazione con finalità ricreative, di apprendimento e culturali. Un angolo della ludoteca sarebbe dedicato alla vendita di giochi da tavolo ed educativi, libri e gadget.
 
7.     Servizi cimiteriali innovativi e gestione dei boschi
Gruppo informale – 4 componenti, tutti under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Offerta di un servizio cimiteriale di dispersione tramite interramento in aree boschive delle ceneri dei defunti, coniugata alla gestione dei boschi, di proprietà pubblica o privata. I proventi dell’attività cimiteriale sostengono la parte di gestione sostenibile delle foreste: l’impresa offre infatti agli aderenti, dietro corrispettivo, un albero ai piedi del quale interrare le proprie ceneri, impegnandosi nella cura del bosco stesso, con un vantaggio per il proprietario del terreno e per l’intera comunità.

8.     Produzione e vendita di ‘Food bag’ con semi-lavorati per preparare pasti vegetariani
Gruppo informale – 3 componenti, di cui 2 under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Produzione e vendita di un kit semilavorato ‘Food Bag’ che contiene un pasto bilanciato, vegetariano, a prezzo contenuto. ‘Food Bag’ contiene ricetta e metodo di preparazione, informazioni nutrizionali, storia dei cibi e provenienza. I componenti sono prodotti freschi e pronti da preparare: cereali e legumi, semi, alghe, frutta. L’impresa curerà la creazione dell’infrastruttura logistica di approvvigionamento, la lavorazione, le consegne, la gestione di un laboratorio per la trasformazione e la preparazione, la promozione del prodotto, attraverso una rete di nutrizionisti.
 
9.     Sviluppo, realizzazione e vendita di giochi da tavolo, videogiochi, applicazioni per cellulare
Gruppo informale – 3 componenti, tutti under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Sviluppo, realizzazione e vendita di giochi da tavolo, videogiochi, applicazioni per cellulare ed eventi di natura ludica (Live-action-role-play, tornei, cacce al tesoro), mediante supporti fisici, digitali, video e audio, con attenzione alla storia e alla cultura del territorio genovese e ligure. I prodotti/eventi sono pensati per agire nell’ambito delle interazioni sociali, garantendo ai giocatori (clienti) di provare strategie di comunicazione e strumenti innovativi per gestire il rapporto con la propria comunità di riferimento (clienti, elettori, associati, condomini, correntisti, ecc.). È già stato realizzato il primo prodotto, un gioco da tavola di strategia ‘Zena 1814’ in uscita a ottobre 2015, che mira, oltre all'esperienza ricreativa, a favorire una riscoperta della storia della città, sviluppando una dinamica di partecipazione e coinvolgimento reciproco tra i giocatori studiata ad hoc.
 
10.  Generazione di energia elettrica a zero emissioni
Gruppo informale – 4 componenti, di cui 3 under 40 – provenienza proponenti Genova/Imperia
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
L’impresa ‘H2Boat’ si occuperà di produrre sistemi di generazione di energia elettrica a zero emissioni che sfruttano tutte le tecnologie dell’idrogeno oggi note in un’applicazione innovativa. Opererà in regime di Engineering Procurement and Construction EPC, per la costruzione dei prodotti, che saranno destinati a barche nuove e usate, permettendo di lavorare nel mercato del Refitting. Grazie alla modularità della tecnologia adottata, il sistema ingegnerizzato sarà successivamente prodotto con taglie di potenza crescenti e anche proposto su mercati alternativi (comunicazioni, camper, smart grid). Il progetto nasce all’interno dell’Università di Genova, è tra i vincitori di Smart Cup 2015 e opererà in regime di Spin Off (domanda già approvata) per i primi 3 anni, potendo così usufruire degli spazi e dei laboratori della scuola a prezzi agevolati.
 
11.  Gestione di servizi sociali e servizi alle imprese
Cooperativa già costituita – 6 componenti, di cui 5 under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Sviluppare ulteriormente le attività della cooperativa sociale Il Ce.Sto attiva nel cento storico genovese nel campo dell’inclusione e dell’innovazione sociale, gestendo servizi quali: centri sociali per minori (bambini e adolescenti), servizio di accoglienza rifugiati, attività di integrazione dei migranti, progetto di rivitalizzazione dei Giardini Luzzati, agricoltura sociale, servizi alle imprese e ai privati (pulizie, manutenzione delle aree verdi, traslochi).
 
12.  Allestimento di uno spazio di co-working
Gruppo informale – 7 componenti, tutti under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Creazione di uno spazio di co-working a Genova come ambiente di lavoro versatile e stimolante in cui gli utenti realizzino i propri progetti sentendosi parte di una comunità. Allestimento di una sala Lan utilizzabile sia per il software development che per l’esercizio di professioni Internet (youtuber, beta tester, streamer, video maker); offerta di spazi ufficio con servizi (licenze informatiche, plotter, stampante 3d, PC evoluti, ecc.); spazi riunioni e incontri per corsi di formazione, presentazioni, eventi. Proposte di pacchetti, entrate, fruizioni a tempo e a consumo, anche a studenti, con aperture nel weekend e nelle ore serali. Realizzazione di un incubatore di idee nel quale la cooperativa sia promotrice di progetti sviluppati dall’unione e dall’aiuto reciproco fra gli utenti, coordinati dal project officer.
 
13.  Centro servizi per famiglie
Gruppo informale – 4 componenti, di cui 3 under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Creare un centro di servizi per le famiglie a carattere educativo, con lo scopo di facilitare e qualificare il percorso di studio dei bambini e dei ragazzi fino al diploma, per evitare la dispersione scolastica, utilizzando metodi pedagogici innovativi ed efficaci.
 
14.  Consulenza tecnica, supporto e progettazione nel campo dei trasporti
Gruppo informale – 7 componenti, di cui 5 under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Fornire servizi di consulenza tecnica e di supporto alle decisioni ad alta specializzazione e innovatività, riguardo alla logistica, con ripercussioni su altri ambiti di interesse (ambiente, agroalimentare, ecc.). I servizi offerti riguardano progettazione dei veicoli, analisi delle infrastrutture, analisi prestazionale delle diverse filiere logistiche al fine di ottimizzarle in maniera integrata da un punto di vista economico, trasportistico, della sicurezza, e della sostenibilità ambientale. Il progetto, denominato ‘ExiS – Engineering Solutions’, nasce all’interno della Scuola Politecnica dell’Università di Genova, da due gruppi di ricerca integrati, che si occupano di trasporti: Unit ‘Trasporti’ (analisi di sistemi di trasporto, modellazione, pianificazione, intermodalità, e sicurezza); Unit ‘Meccanica’ (impatti ambientali derivanti dai trasporti).
 
15.  Aula studio low cost con servizi ‘pay-per-use’
Gruppo informale – 4 componenti, tutti under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Creare e gestire un'aula studio low-cost a Genova, aperta dalle 8 alle 24, da lunedì a domenica, composta da reception con personale accogliente sempre presente, sala di lettura, area ristoro e relax, shop-corner, che offrirà servizi mirati allo studente. Il ticket d’ingresso all’aula garantisce l’accesso ai servizi di base gratuiti e ai servizi opzionali a pagamento, attivabili su richiesta, in base all’esigenza dell’utente, utilizzando la formula di pagamento pay-per-use. L’offerta si compone anche di un angolo di vendita dove lo studente può trovare tutto ciò che gli serve: cancelleria, snack, integratori, pen drive usb, ecc.

16.  Soluzioni integrate per l’utilizzo di droni in vari campi di applicazione
Gruppo informale – 5 componenti, tutti under 40 – provenienza proponenti varia, ma la cooperativa sarebbe costituita in Liguria
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Proporre soluzioni integrate chiavi in mano per la sperimentazione del lavoro aereo professionale con Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR) – DRONI. Gli ambiti di applicazione potranno essere: riprese, trasmissione dati e streaming di videomarketing territoriale per la diffusione di contenuti informativi a scopo turistico e pubblicitario; sistemi di valutazione dello stato di salute delle coltivazioni e precision farming; georeferenziazione aerea del territorio per il monitoraggio su azioni a intento criminale contro beni fisici o ambientali; monitoraggio geologico e idrico delle zone a rischio di disastri ambientali; interoperabilità sul piano tattico nelle operazioni avanzate di Protezione Civile; monitoraggio boschivo, prevenzione incendi e ottimizzazione di intervento Firefighting secondo una soluzione in fase di studio EFESTO.
 
17.  Progettazione strumenti informatici per la gestione di banche dati
Gruppo informale – 4 componenti, tutti under 40 – provenienza proponenti varia, ma la cooperativa sarebbe costituita in Liguria
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Progettare, creare e sviluppare strumenti informatici orientati alla gestione di banche dati (Big Data Management) per prodotti Business Intelligence, associando servizi complementari per la protezione dei dati (cybersecurity) e per la distruzione di dati e documentazione aziendale (Mobile Shredding Business). Partecipazione a gare internazionali per forniture servizi a organizzazioni complesse, operanti nei mercati emergenti (Nord Africa e Latino America) attinenti al network costruito dai membri del Team nei settori Miniero, Oil & Gas.
 
18.  Avvio al lavoro di disabili, giovani e stranieri attraverso attività di valorizzazione del territorio
Gruppo informale – 3 componenti, di cui 2 under 40 – provenienza proponenti Imperia
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Avviare al lavoro disabili, stranieri e giovani impiegandoli nelle seguenti attività di valorizzazione del territorio: manutenzione di percorsi sterrati e sentieri di mezzacosta compresi tra i paesi delle Valli Prino e San Lorenzo per passeggiate a piedi, mountain bike; pulizia boschiva delle aree interessate; avviamento e gestione di un punto di ristoro e informativo; formazione di guide turistiche per la scoperta dei beni culturali minori locali (antiche miniere di ferro, le caselle dei pastori, sentieri partigiani, borghi tipici del Ponente, siti archeologici del Monte Follia, flora e fauna del luogo, valle delle ginestre, cavalli selvaggi, caprioli). L'iniziativa è sostenuta da Libera Imperia.
 
19.  Riqualificazione e valorizzazione di un’area collinare nel Comune di Portovenere
Gruppo informale – 7 componenti, di cui 6 under 40 – provenienza proponenti La Spezia
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Rivalutare e riqualificare la zona collinare del Comune di Porto Venere,  attraverso la creazione di orti botanici e biologici; interventi di manutenzione sui muri a secco; recupero dei sentieri dismessi e delle coltivazioni tradizionali, con particolare attenzione agli ulivi secolari; promozione della collina come luogo di turismo invernale; creazione di una memoria virtuale tramite la digitalizzazione dei dati; sviluppo di percorsi didattici ed escursioni; divulgazione delle tradizioni.
 
20.  Gestione di una scuola dell’infanzia in una casa di riposo
Gruppo informale – 3 componenti, tutti under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Progettare e gestire una scuola dell’infanzia all’interno di una casa di riposo, con lo svolgimento di attività strutturate condivise contemporaneamente da bambini e anziani, per creare una collaborazione interattiva nella quale sperimentare relazioni positive. Gli anziani aiuteranno i bambini nel momento dei pasti o nel momento del gioco, raccontando le proprie storie e mantenendo così attive le proprie facoltà cognitive e mnemoniche. I bambini trarranno benefici da quest’esperienza, risultando sensibilizzati alle diverse fasi del ciclo di vita.
 
21.  Erogazione di servizi ambulatoriali da parte di una cooperativa di medici e infermieri
Gruppo informale – 3 componenti, di cui 2 under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Creare una cooperativa di Medici di Medicina Generale (MMG), convenzionati e non, e di infermieri che fornisce servizi ai MMG convenzionati delle Aggregazioni Funzionali Territoriali e delle Unità Complesse di Cure Primarie, come per esempio: la gestione degli ambulatori di primo soccorso/continuità assistenziale, la gestione del CCM (Chronic Care Model) rispetto ai pazienti con patologie croniche, la gestione della domiciliarità delle cure e dei servizi agli anziani. La cooperativa gestirà un ambulatorio aperto nei giorni festivi e prefestivi dalle ore 9 alle ore 12 e dalle 15 alle 18; sono presenti in ciascun ambulatorio un medico e un infermiere; l'accesso è libero, senza prenotazione, per tutti i cittadini indistintamente; il paziente viene accolto dall'infermiere che effettua un triage tramite un questionario anamnestico, dopodiché lo stesso viene valutato dal medico di turno. Aspetto innovativo di questo progetto è l’affiancamento tra giovani medici e medici esperti.
 
22.  Gestione di un centro educativo-didattico
Gruppo informale – 3 componenti, tutti under 40 – provenienza proponenti varia, sede della cooperativa Tigullio
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Gestire un centro educativo-didattico nella zona di Chiavari, per il sostegno ai minori tra i 3 e i 14 anni e alle loro famiglie, mediante servizi di custodia, assistenza e progetti che racchiudono programmi didattici e attività extradidattiche. Durante il doposcuola verranno seguiti gli studenti delle scuole primarie e medie, supportandoli nello svolgimento dei compiti e nella preparazione di interrogazione ed esami. Il nostro obiettivo è far apprendere al minore un metodo di studio adeguato alle sue caratteristiche e abilità, mediante un programma personalizzato. Nel baby parking verrà promossa la socializzazione e la condivisione tra i minori. I servizi saranno accessibili a tutti con copertura totale durante le chiusure della scuola, festività, ponti e scioperi.

23.  Creazione del marchio ‘Eateasy’ per locali pubblici che rispettino i parametri di accessibilità
Gruppo informale – 3 componenti, di cui 2 under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Creare un marchio di qualità ‘Eateasy’, concesso ai locali pubblici che rispettano fino a sei parametri di ‘accessibilità’ a tutti i livelli (non solo assenza di barriere architettoniche, ma anche disponibilità di alimenti per intolleranti, celiaci, vegetariani e vegani, servizi per i bambini e per le neo-mamme, ecc…) . La prima fase del processo sarà verificare le condizioni e le esigenze del locale che decide di entrare nel network di ‘Eateasy’; poi verranno verificati in maniera progressiva i 6 step di accessibilità che il proprietario del locale potrà scegliere di ottenere, a seconda degli obiettivi che può e vuole raggiungere.
 
24.  Noleggio biciclette e proposta di tour ciclistici
Gruppo informale – 3 componenti, tutti under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Gestire un servizio di bike tour a Genova, attraverso il noleggio di biciclette elettriche, con un sistema di navigazione integrato e itinerari e informative in diverse lingue. Il percorso sarà guidato da personale qualificato. Saranno ricercati accordi commerciali con esercenti dislocati lungo gli itinerari. L'ufficio (presso stazione Marittima) sarà il punto di partenza e il punto informativo e di ristoro a disposizione dell’intera cittadinanza.
 
25.  Divulgazione scientifica al fine di tutelare l’ambiente marino
Gruppo informale – 6 componenti, tutti under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Proporre attività divulgative scientifiche per far conoscere le problematiche ambientali e le buone pratiche esistenti sul territorio volte alla gestione sostenibile delle risorse marine e alla conservazione dell’ecosistema. Il pilastro della attività saranno le escursioni alla tonnarella di Camogli, sistema di pesca artigianale risalente al VII secolo ed esempio di buona pratica compatibile con la tutela dell’ecosistema marino, e le visite al museo della pesca, oltre a snorkeling, degustazioni del pescato e laboratori didattici. Le attività si avvarranno di applicazioni dedicate ed esperienze interattive mediante l’utilizzo di tecnologie digitali.
 
26.  Sviluppare ulteriormente le attività della cooperativa di Comunità Brigì
Cooperativa già costituita – 6 componenti, tutti under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Sviluppare ulteriormente le attività della cooperativa di Comunità Brigì, che a Mendatica gestisce l'Albergo diffuso ‘Ca da Cardella’, rilanciandone la comunicazione e mettendolo in rete altre strutture nel territorio. Tra le attività previste, ampliamento del Parco Avventura ‘Le Canalette’; ristrutturazione del percorso natura e della zona ‘play-pet’ e ‘pet-therapy’, con formazione di personale qualificato; gestione del bosco e degli spazi. Collaborare con CTE (Centro turismo escursionistico) Alpi Liguri: affiancamento all’attività escursionistica con pacchetti e proposte differenziati; formazione di guide naturalistiche, turistiche e di tecnici di mountain bike.
 
27.  Terapia innovativa per la cura dell’autismo
Gruppo informale – 6 componenti, tutti under 40 – provenienza proponenti Genova
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Portare in Liguria l’ABA-VB, terapia con solide basi scientifiche, applicabile all'autismo e ai disturbi dello sviluppo, al fine di produrre significativi miglioramenti nella qualità di vita delle persone affette. La cooperativa offrirà percorsi abilitativi efficaci, scientificamente determinati e individualizzati. Il trattamento prevede un lavoro in rapporto 1/1, per sviluppare competenze di base, abilità sociali e ridurre i comportamenti disadattivi; un trattamento domiciliare per intervenire nell’ambiente di vita; presenza nella scuola o sul lavoro per permetterne l’integrazione. Sono previste attività di gruppo, laboratoriali e sessioni di parent training.
 
28.  Manutenzione e ripristino di muretti a secco e sentieri
Gruppo informale – 3 componenti, tutti under 40 – provenienza proponenti La Spezia
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Proporre servizi di manutenzione e ripristino dei muretti a secco che caratterizzano la fascia costiera della provincia della Spezia e i sentieri del Parco Nazionale delle Cinque Terre, del Parco Naturale regionale di Monte Marcello e del Parco naturale Regionale di Portovenere. Due dei proponenti hanno appena ottenuto la qualifica di ‘operatore di ingegneria naturalistica’ grazie a un corso di formazione riconosciuto dalla Regione Liguria.
 
29.  Recupero antiche tecniche di coltivazione
Cooperativa già costituita – 7 componenti, di cui 6 under 40 – provenienza proponenti Savona
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Sviluppare le attività della cooperativa agricola sociale ‘Ortocircuito’, che si occupa di ripresa e gestione di fondi in disuso e promozione di antichi usi e tecniche di coltura tradizionale, con attività didattiche e laboratoriali a tema, coltivazione e trasformazione di varietà locali (ortaggi, piante da frutto, olive e vigna), gestione di un piccolo allevamento di vacche per la produzione di latte e derivati. L'integrazione al lavoro di soggetti svantaggiati è uno degli obiettivi fondativi.
 
30.  Manutenzione del territorio e servizi turistici
Gruppo Informale  – 9 componenti, di cui 5 under 40 – provenienza proponenti La Spezia
Sintesi dell’idea imprenditoriale:
Creare una cooperativa di comunità in Val di Vara che si occupi delle seguenti attività: agricoltura multifunzionale e sociale coordinata con manutenzione del territorio (verde pubblico/privato, bosco, rivi e corsi d’acqua); turismo (agriturismo, woofing, trekking); attività didattico-ambientale (fattoria didattica, educazione ambientale); produzione agroalimentare (prodotti bio a km zero); welfare di comunità (servizi socio/sanitari domiciliari, trasporto a chiamata, spesa, doposcuola); turismo di comunità (ricettività diffusa con seconde case, attività escursionistica e outdoor, agroalimentare); servizi alle imprese del territorio per fornire loro servizi distrettuali (servizi di rete, comunicazione e marketing, servizi ambientali, rapporto P.A., ricerca finanziamenti).

Più informazioni su