laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

No allo stravolgimento costituzionale

Più informazioni su

Incontri con la popolazione

LA SPEZIA – Sabato 10 ottobre, nei principali centri della provincia, si terrà una prima iniziativa di informazione alla cittadinanza sui contenuti delle proposte di riforma costituzionale in discussione al Senato. Riforma i cui effetti, se approvata, porterebbero ad un vero e proprio stravolgimento dei cardini della Carta Costituzionale, con il conseguente arretramento della democrazia nel nostro paese. Dopo l'azione di volantinaggio le associazioni aderenti all'iniziativa nei prossimi giorni, organizzeranno incontri con la popolazione per approfondire, anche con la collaborazione di costituzionalisti, i rischi che la nostra democrazia rappresentativa sta affrontando.

NO ALLO STRAVOLGIMENTO COSTITUZIONALE

La pressante campagna propagandistica lanciata dai maggiori mezzi di informazione, mira a convincere l'opinione pubblica che per sbloccare l'Italia c'e bisogno delle riforme Costituzionali proposte dal Governo.

In realtà le nuove riforme sulle nostra Costituzione e la legge elettorale ITALICUM sono fatte con l'unico scopo di bloccare o quanto meno limitare la partecipazione dei cittadini alla vita politica.

con i seguenti risultati:

Camera del Senato non eletta direttamente dai cittadini e svuotato di ogni ruolo effettivo
Camera dei deputati al 75%formata da nominati quindi controllato dalle segreterie dei partiti

CIO' EVIDENZIA

che si tende a realizzare un inedito modello di "Premierato Assoluto" con una notevole concentrazione di poteri in seno al Governo, ovvero al Presidente del consiglio
L'attribuzione di questa concentrazione di poteri nelle mani del Presidente del consiglio e del partito che lo rappresenta, condiziona inevitabilmente la nomina del:

– Presidente della Repubblica,
– dei componenti la Corte Costituzionale ,
– del Consiglio Superiore della Magistratura.
organi di garanzia fondamentali per la vita democratica del Paese.

Non si può consentire a questo Parlamento , la cui elezione è stata giudicata illegittima dalla Corte Costituzionale, di modificare a colpi di maggioranza le regole fondamentali che garantiscono i diritti politici di tutti i cittadini.

PERTANTO

è necessario fermare questa pericolosa deriva autoritaria chiedendo a tutti coloro che hanno a cuore questa Costituzione nata dalla Resistenza, di far sentire forte e chiaro il dissenso e smascherare ogni tentativo di raggirare l'opinione pubblica.

ADERISCONO: ANPI La Spezia centro-ANPI Lerici-ANPI Sarzana- ANPI Vezzano Ligure- ANPI Pitelli-ANPI Follo- Comitato per la difesa della Costituzione-Archivi della resistenza circolo Edoardo Bassignani-Comitato acqua bene comune-Comitato Sarzana che Botta

Più informazioni su