laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Protezione Civile | Il Consiglio Comunale approva all’unanimità il Piano Comunale di Emergenza

Più informazioni su

L’assessore Corrado Mori: “Documento essenziale per l’attività di protezione civile. Grazie a tutti coloro che hanno lavorato per questo obiettivo.  Maturità e grande senso di responsabilità dal Consiglio Comunale”

LA SPEZIA – Il Consiglio Comunale, su proposta dell’assessore alla protezione civile del Comune della SpeziaCorrado Mori, ha approvato ieri sera all’unanimità il Piano Comunale di Emergenza e le relative procedure operative.
Il documento raccoglie le principali indicazioni operative sulla protezione civile relativamente alle diverse tipologie di rischio, quali rischio idrologico-idrogeologico, rischio nivologico, rischio sismico, rischio industriale.
Riguardo al rischio idrologico-idrogeologico, la Regione Liguria, con propria delibera, ha modificato il sistema di allertamento passando dalla classificazione numerica a quella a colori. Giallo è il colore per l’avviso, arancione per quello precedente di allerta 1 e rosso per la massima allerta, già allerta 2.

Il piano operativo votato dal Consiglio Comunale, oltre a recepire tale recente aggiornamento, introduce un livello operativo interno dell’Ente definito in attenzione, preallarme, allarme che consente di poter attivare le procedure di emergenza in autonomia, grazie anche a un sistema di pluviometri collocati nel territorio comunale e collegati alla centrale operativa con un sistema di allertamento che permettono di monitorare il rischio idrologico. Questo, combinato a una verifica sul territorio da parte dei tecnici reperibili allertati per via sms e telefonica, consente che, al superamento di determinate soglie, si proceda all’apertura della Centrale Operativa Comunale (COC) con l’attivazione di tutte le procedure di emergenza (chiusura strade, transennamento sottopassi etc…).

Il Piano prevede inoltre che, nel corso del 2016, si proceda ad attrezzare progressivamente oltre 30 aree al fine di prestare primi soccorsi e informazioni alla popolazione in caso eventi straordinari e avversi. Il Piano individua poi 8 aree di ricovero della popolazione in cui è possibile allestire attendamenti per circa 2000 persone.
Nel corso del 2016, grazie ai finanziamenti POR-FESR, sarà realizzata una rete di sensori e inclinometri nell’arco collinare al fine di monitorare e prevenire i fenomeni franosi.

Il Comune della Spezia ricorda infine che fino al 16 ottobre è aperto il bando per l’adesione ai volontari di Protezione Civile comunali. Il bando è visionabile sul sito www.comune.sp.it e i moduli sono reperibili presso l’URP del Comune della Spezia (Palazzo Civico, piazza Europa 1 – piano terra).

“Si tratta – ha dichiarato l’assessore alla protezione civile del Comune della Spezia Corrado Mori –  di un documento essenziale per l’attività di protezione civile. E’ il frutto di un lavoro intenso e significativo da parte degli uffici tecnici del Comune della Spezia anche alla luce dell’esperienza maturata in questi anni, a cui il Consiglio Comunale ha voluto tributare un apprezzamento anche con un inconsueto voto unanime. Da parte mia colgo questa occasione per ringraziare tutti coloro che con grande professionalità hanno contribuito alla elaborazione del piano, i volontari e il lavoro della commissione e del Consiglio Comunale che ha mostrato maturità e grande senso di responsabilità”

Più informazioni su