laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Claudio Terzi a Voglia di Spezia: “Dobbiamo continuare a seguire il mister, la nostra arma in più”

Più informazioni su

Claudio Terzi – Foto Patrizio Moretti 

Mi ha sorpreso la qualità di Juande, per noi fondamentale, ma anche Mario Situm è veramente fortissimo. Tra le squadre con le quali ho vinto la B, lo Spezia assomiglia un po' al Siena, anche li c'era Calaiò.

LA SPEZIA – L’attuale Capitano dello Spezia Claudio Terzi, è stato ospite della trasmissione di ieri sera su Tele Liguria SudVoglia di Spezia.
Esperienza della categoria, serietà in campo e fuori, l’ex palermitano si fa apprezzare anche per la tranquillità con la quale affronta le domande di conduttori e tifosi, sempre lucido e chiaro nell’esporre i concetti.

Tanti gli argomenti, non si poteva che iniziare da quello relativo alla solidità difensiva che la squadra sta dimostrando ottimamente in questo periodo: “In un campionato così lungo, avere una solidità difensiva è fondamentale, ma il merito è di tutti, a partire dagli attaccanti“, precisa il difensore che sottolinea l’importanza e l’impegno di tutta la squadra in copertura.

Con un buon attacco si vincono le partite, ma con una buona difesa si vincono i campionati sottolinea un tifoso: “Ho vinto tre campionati, ed in tutte le tre annate, abbiamo avuto la miglior difesa, noi ora stiamo subendo poco, e in attacco, anche se ultimamente non segniamo tanto, creiamo comunque molte occasioni. Magari c’è un po’ da migliorare nella finalizzazione“.

Le tue favorite per la vittoria finale? “Il Cagliari sopra a tutte, direi soprattutto per il reparto d’attacco, poi il Bari, il Pescara e lo stesso Cesena, mentre per ciò che riguarda Crotone e Trapani, penso che sino alla fine daranno fastidio nelle zone alte“.
Logico che si torni a parlare della partita di Bari, l’unica peraltro dove Terzi non era presente e che costituisce per ora il match dai maggiori rimpianti: “La partita di Bari, come quella con la Pro Vercelli, ci sono servite per miglioraci ed arrivare a fare i risultati attuali, abbiamo imparato dagli errori commessi“, chiaro il pensiero del Capitano.

Postigo ormai si è abituato al calcio italiano? “Per me Postigo è un ottimo difensore, per questa categoria, ma anche per la categoria superiore, giocatore tecnico ed in possesso di una buona fisicità, anche per lui la partita di Bari è stato solo un episodio“.

Miglior attaccante e miglior centrale difensivo della categoria: “Per ciò che riguarda l’attacco, direi Sau del Cagliari, per il centrale, non saprei, ma dico Belmonte perché è un mio amico“, taglia corto il difensore aquilotto, in difficoltàa scegliere un collega di reparto da eleggere.
Per lui tre campionati vinti, a Siena, Bologna e Palermo, ma quale delle tre realtà si avvicina di più a quella spezzina dell’attuale stagione? “Ogni campionato fa storia a se, ogni gruppo anche, ma direi che per ambiente, squadra e modo di giocare possiamo ricordare il Siena“.

Si è parlato di Postigo, ma Terzi parla anche degli altri compagni del reparto, anche di chi sta giocando meno: “Anche gli esterni bassi, come Migliore, Milos e Martic, stanno dimostrando un’ottima qualità, è anche per merito loro se la squadra sta subendo pochi gol, ma c’è da dire che anche Piccolo e Valentini, lo stesso Tamas, sono all’altezza della situazione e si allenano tutti con grande impegno“.

Parlando di assetto difensivo, non si può non sottolineare l’importanza di Juande, giocatore dall’intelligenza tattica fuori dal comune: “Juande per noi è un giocatore fondamentale, me ne avevano parlato tutti bene, ma non lo conoscevo, invece giocandosi assieme devo dire che avevano ragione, è un giocatore che da grande equilibrio, sia in fase di possesso che in fase difensiva“.

Non poteva mancare un giudizio su mister Bjelica: “Il mister è molto sincero, con tutti noi ha un rapporto schietto, talvolta anche duro, ma per questo è rispettato. Dal punto di vista tattico è molto preparato, vuole sempre un calcio propositivo, dobbiamo continuare a seguirlo perché è la nostra arma in più. Io ho avuto allenatori importanti come Conte e Mihajlovi?, fare paragoni è difficile, ma direi che il mister assomiglia a loro per la mentalità vincente e potrà fare un’ottima carriera“.

La fascia da Capitano ti responsabilizza? “Quando il mister me l’ha fatta indossare sono rimasto stupito, essendo arrivato da poco, devo dire che sono molto onorato di indossarla, ma è giusto anche dire che il Capitano resta Felice Piccolo, anche se in questo momento non sta giocando. In questa squadra comunque sono molti quelli che potrebbero fare il Capitano, ad esempio a Siena lo faceva Calaiò quando giocavamo assieme“.

Parlando di Calaiò, è passato qualche anno, ora come l’hai ritrovato?Ha la stessa voglia di gol e la stessa cattiveria sotto porta, ma sicuramente ha maturato una maggiore esperienza che gli servirà molto“.

Dei tuoi compagni d’attacco, quale ti ha impressionato di più? “Lo conoscevo poco, ma ora che l’ho visto all’opera, direi che mi ha stupito Mario Situm, un giocatore fortissimo che salta l’uomo, gioca a destra o a sinistra, dandoci l’opportunità di variare anche l’assetto offensivo, per me è stata una gradita sorpresa“.

Il discorso scivola su un altro protagonista in positivo dello Spezia attuale, Leandro Chichizola: “Per noi è un giocatore importante, anche quando non fa parate eclatanti, si fa sempre notare per le uscite tempestive, poi gioca benissimo con entrambi i piedi, consentendoci di partire al meglio con l’azione offensiva, se stiamo andando bene è tanto merito anche suo“.

Spostandosi sulla prossima gara, una problematica potrebbe essere il terreno di gioco in sintetico, ma Terzi taglia corto: “Ci stiamo preparando al meglio sul sintetico del Ferdeghini, non vogliamo scuse, andremo a Cesena come al solito per fare la partita e provare a vincerla“.

Ci sarà un brutto cliente come Djuric, galvanizzato dal gol qualificazione in Nazionale, ma non solo: “Il Cesena ha ottimi attaccanti, non solo lui, ci sono anche Ragusa, Rosseti, Ciano, ma se giocherà Djuric dobbiamo cercare di tenerlo lontano dall’area di rigore, come già successo con Avenatti domenica scorsa, tenendo la linea difensiva alta, stiamo preparando bene la partita e ci faremo trovare pronti“.

Cesena cliente difficile anche se composto da molti giovani? “Sono comunque una squadra importante, con una difesa solida, a parte i gol presi a Cagliari, sarà quindi una gara non facile, ma noi la affronteremo come abbiamo fatto nelle altre trasferte, cercando di portare a casa i tre punti“.

Puoi seguire l’intera puntata di Voglia di Spezia, nel video qui sotto:

 

Enrico Lazzeri – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it
 

Più informazioni su