laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Verso il big match | Mister Drago: “A Spezia fanno i furbetti, dobbiamo aggredirli per far bene”

Più informazioni su

Mister Massimo Drago 

E’ un ambiente furbo, dalla società, alla squadra, passando per lo Staff Tecnico: mi viene da ridere pensando alle loro potenzialità economiche. Noi piuttosto avremmo voluto prendere Calaiò, ma non ce lo siamo potuti permettere

Nel pomeriggio ha parlato il tecnico del Cesena Massimo Drago, alla vigilia del big match del “Manuzzi“.

L’allenatore dei romagnoli ha parlato dei risultati delle gare di ieri, commentando l’equilibrio del campionato: “Come ho sempre detto, quest’anno il campionato di serie B è davvero equilibrato, ogni squadra può vincere o perdere con chiunque, non esistono squadre materasso e i risultati di ieri lo confermano. Si è anche notato come il fattore campo sia stato determinante e come l’aspetto motivazionale sia fondamentale, l’esempio sono le vittorie di Ternana e Novara che si sono imposte contro squadre, sulla carta superiori, come Bari e Cagliari”.

Poi Drago si è soffermato sullo Spezia: “E’ un ambiente furbo, dalla società, alla squadra, passando per lo Staff Tecnico, hanno mantenuto un basso profilo dall’inizio della stagione, evitando di “sbandierare” il reale programma che è la promozione in serie A. E’ una squadra di assoluto valore, con giocatori di grandi qualità tecniche, soprattutto in mezzo al campo, oltre a Calaiò che, in questa categoria, fa la differenza” – sottolinea il tecnico bianconero – “Il loro allenatore ha dichiarato che avrebbero voluto alcuni nostri giocatori come Ragusa e Ciano. Ma mi viene da ridere pensando alle loro potenzialità economiche. Noi piuttosto avremmo voluto prendere Calaiò, ma non ce lo siamo potuti permettere”.

Come affrontare quindi una squadra così attrezzata? “Dovremo fare una gara importante provando ad aggredire l’avversario in ogni parte del campo, solo così riusciremo a contrastare la loro abilità tecnica e di palleggio. Mi aspetto che non si ripetano gli errori difensivi di Cagliari, ne abbiamo parlato e lavorato in settimana”.

Qualche dubbio di formazione? “Purtroppo le tante assenze non mi lasciano ampia scelta, ma ho la fortuna di avere dei giovani importanti, come Garritano, Kessie, Sensi e Caldara che stanno crescendo giorno dopo giorno ed hanno la giusta voglia di dimostrare il proprio valore”, ha concluso il tecnico cesenate.

© Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it

Più informazioni su