laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Dissesto idrogeologico: al via la campagna di informazione e sensibilizzazione di Legambiente Liguria

Più informazioni su

Santo Grammatico: "Per una scorretta gestione dei suoli a rischio il 20% della popolazione". Un richiesta alla Regione "dai proventi dei pedaggi autostradali un fondo economico per la messa in sicurezza del territorio e dei cittadini". 

GENOVA – Partre oggi, lunedì 19 ottobre, da Imperia la campagna di Legambiente Liguria sul dissesto idrogeologico, una mobilitazione che toccherà otto località liguri con l’obiettivo di sensibilizzare e informare i cittadini in vista del Congresso dell'associazione.

“Nell’anno internazionale dei suoli proclamato dall’ONU – commenta Santo Grammatico, Presidente di Legambiente Liguria – è importante sottolineare l’importanza di questa risorsa che continua ad essere consumata. La cementificazione, l’impermeabilizzazione, l’erosione, le cattive pratiche di gestione dei suoli ne hanno deteriorato in modo irreversibile un terzo in tutto il pianeta. In Liguria una scorretta gestione dei suoli si intreccia drammaticamente con il dissesto idrogeologico sempre più evidente ed accentuato sui nostri territori dove vive a rischio frana e alluvione il 20% della popolazione”

Le tappe previste dalla campagna di Legambiente saranno il 19 ottobre Imperia, il 20 Taggia, il 26 Sarzana, il 30 Lerici. A novembre invece il giorno 2 a Cairo Montenotte, il 3 a Genova, il 6 a Chiavari e il 13 nuovamente a Genova con una giornata interamente dedicata ai nuovi rischi ambientali.

Tra gli obiettivi dell’iniziativa itinerante viene richiesta alla Regione Liguria la creazione di un Fondo per la messa in sicurezza del territorio, la formazione per l’autoprotezione dei cittadini, il sostegno ai commercianti, artigiani e agricoltori, gestito in maniera trasparente e alimentato da una parte dei proventi dei pedaggi autostradali che paghiamo in Liguria e riorientando i miliardi previsti per inutili grandi opere come gronda e terzo valico. Questa richiesta, sostenuta nei trascorsi mesi anche da Riparte il futuro, Libera, Gruppo Abele, ha ottenuto più di 30.000 firme sulla piattaforma on line change.org

Il programma prevede lunedì 19 alle 21.15 ad Imperia presso il Circolo Arci Camalli Via Bastioni di Mezzo 6, la proiezione del docufilm “Il suolo minacciato” del regista Nicola Dall’Olio, prodotto da Lagambiente e WWF che attraverso le testimonianze di Luca Mercalli, Carlo Petrini e Wolfgang Sachs mette in evidenza come il suolo agricolo non sia un supporto inerte per case e infrastrutture ma un sistema indispensabile alla vita dell’uomo, non solo per fini alimentari. Seguirà dibattito.

Martedì 20 ottobre ad Arma di Taggia alle 21 presso Villa Boselli si svolgerà un incontro informativo e di approfondimento alla presenza di Santo Grammatico, Presidente di Legambiente Liguria; Daniela Lantrua, Presidente Circolo Legambiente Valle Argenitna; Achille Pennellatore, Centro Meteo Portosole; Giancarlo Saffioti, Associazione Limet; Luca Napoli, Assessore Protezione Civile Taggia, Massimo Perego, Volontario Protezione Civile San Remo; Claudia Aluvisetti, Psicologa.

Tutti gli incontri sono gratuiti e aperti al pubblico.

Più informazioni su