laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Top & Flop di Cesena-Spezia | Brezovec lotta sin che può, Kvrzic mai in partita

Più informazioni su

Josip Brezovec – Foto Patrizio Moretti

Josip Brezovec tiene a galla la squadra, ma dopo il tre a uno, c'è poco da fare. Preoccupa l'involuzione di Kvrzic, troppo abulico quando parte dall'inizio. Nel Cesena bene Garritano.

Finisce con il risultato di 5-1 la gara tra Cesena e Spezia: un punteggio probabilmente troppo pesante per gli uomini di Bjelica, che perdono così la possibilità di agganciare il Crotone in vetta alla classifica. I romagnoli invece, raggiungono quota 16 punti e si piazzano al secondo posto in graduatoria insieme al Cagliari.

E’ un primo tempo subito ricco di emozioni al “Manuzzi” di Cesena: lo Spezia ha un approccio migliore al match, infatti bastano nove minuti agli ospiti per passare in vantaggio; sul corner battuto da Brezovec, Postigo di testa indirizza la sfera nell’angolino basso alla sinistra di Gomis.
Al 12′ i padroni di casa cercano la reazione: sul calcio d’angolo battuto dalla sinistra, Capelli anticipa tutti, ma colpisce la parte esterna del palo.

Il Cesena continua a spingersi in avanti e alla mezz’ora l’uno-due tra Kone e Djuric si chiude con l’ivoriano lanciato a rete, ma Chichizola, con un’uscita bassa, respinge la conclusione ravvicinata.
Solo un minuto più tardi, il tiro di Ragusa al centro dell’area ospite, viene murato con il corpo da Postigo.
Si fa vedere anche lo Spezia su calcio piazzato: lo schema chiamato da Brezovec, trova Misic al limite dell’area, che non riesce a colpire con la necessaria precisione.
Sul finale di frazione ancora una volta miracoloso Chichizola: su cross dalla sinistra, Djuric stacca di testa, ma il portiere aquilotto dice di no al numero 18 bianconero.
La pressione dei padroni di casa non accenna a diminuire e nel recupero, gli uomini di Drago raggiungono il pareggio grazie al destro incrociato diGarritano.

La ripresa inizia con il Cesena in avanti e al 50′ è di nuovo il giovane esterno offensivo calabrese a segnare: il cross dalla sinistra di Renzetti viene deviato in rete dal numero 16 bianconero, che segna il suo secondo gol in campionato.
Lo Spezia prova la reazione, ma al 60′ arriva la svolta del match: rigoreconcesso al Cesena con annessa espulsione di Postigo per fallo da ultimo uomo.

Sensi trasforma il penalty e i locali si trovano in vantaggio di due reti.
L’uomo in più fa la differenza, infatti i padroni di casa continuano ad attaccare e al 74′ arriva un altro rigore: questa volta è Situm a commettere il fallo suDjuric ed è proprio l’attaccante bosniaco a calare il poker per i romagnoli.
Nel finale il Cesena arrotonda il parziale grazie a Kone, bravo a ribadire in rete la respinta di Chichizola.
Dopo questa sconfitta, ecco i nostri TOP E FLOP.

TOP CESENA: GARRITANO – Il giovane esterno trascina i suoi alla vittoria con una prestazione davvero eccezionale. E’ suo il gol del pareggio sul finire di frazione, che fa cambiare l’inerzia della gara; nella ripresa segna ancora e consente al Cesena di passare in vantaggio in un match dalle forti emozioni. E’ bravissimo ad interpretare il ruolo di esterno con inserimenti puntuali come in occasione della seconda rete.

FLOP CESENA: CALDARA – ll centrale cesenate paga l’errore sul gol del vantaggio spezzino, dove perde completamente la marcatura di Postigo. Si riprende nel secondo tempo, completando una gara tutto sommato attenta.

TOP SPEZIA: BREZOVEC – In una “giornata no” per la maggior parte dei componenti dell’undici aquilotto, il centrocampista croato, è l’unico a portare un po’ di brio all’azione dello Spezia. Nella prima frazione di gioco ci prova con un paio di tiri da fuori e fornisce l’assist per il gol di Postigo. Muscoli e coraggio in mediana, Breza è l’uomo più positivo degli aquilotti in questa serata nera.

FLOP SPEZIA: KVRZIC – Il numero 20 bianco non sembra mai entrare in partita: nel secondo tempo perde la marcatura di Renzetti che crossa per Garritano che segna il gol del vantaggio. Il bosniaco non riesce ad incidere nel match: si ricorda solo una sua sortita offensiva, arginata bene dalla difesa locale.

 
Giulia Lorenzini – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it
 

Più informazioni su