laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Igor Budan: “Non mi deprimo facilmente, la squadra ha la nostra fiducia”

Più informazioni su

I ragazzi sono arrabbiati e io penso che sia un buon segnale per il futuro; vedere la squadra che ieri si è ritrovata ed è andata a cena e oggi si è allenata con il solito impegno, può solo far pensare bene

LA SPEZIA – Dopo la sconfitta di Cesena, lo Spezia si è ritrovato sul terreno del C.S. di Folloper preparare la sfida di sabato pomeriggio contro l’Avellino. Questo pomeriggio ha parlato in conferenza stampa, Igor Budan: presso la sala polifunzionale del C.S. “Bruno Ferdeghini“, il D.S. dello Spezia ha analizzato la sconfitta di lunedì sera e ha affrontato diversi temi di attualità.

Come prima cosa ringrazio tutti voi” – ha esordito Budan – “Grazie per la vicinanza che avete dimostrato nei miei confronti quando ho avuto quel problema famigliare qualche tempo fa; come voi, devo ringraziare anche la società, che mi ha permesso di restare lontano“.
Questa conferenza stampa si sarebbe dovuta fare già qualche tempo fa” – ha continuato il D.S. – “Si è pensato di fare la conferenza quest’oggi, visto che i ragazzi sono rientrati nella tarda serata di lunedì, al di là del risultato della gara di Cesena“.

Come ha preso questa sconfitta così pesante a livello di punteggio? “Alla fine cambia poco, perdere 2-1 al 94′ o perdere 5-1. E’ stata pesante la sconfitta di Bari, come quella di Cesena, ma bisogna superare queste partite e guardare avanti: come non mi esalto per le vittorie, così non mi demoralizzo per le sconfitte“.

Facendo una breve analisi, posso dire che nel primo tempo ho visto una buona squadra, abbiamo concesso poco e siamo andati in vantaggio, poi abbiamo sbagliato sul gol del pareggio” – ha proseguito Budan – “La ripresa è stata condizionata sicuramente dagli ultimi minuti della prima frazione: il Cesena è uscito fuori e la partita è andata su un binario diverso. Sul secondo gol c’è stata una disattenzione, poi il rigore, che probabilmente non c’era, e l’espulsione hanno compromesso il match; abbiamo commesso troppi errori, ma sul 3-1 io ho visto la volontà di rimettere in piedi la partita, poi con l’uomo in meno si sono spostati gli equilibri ed è finita così. Io conosco bene tutti i ragazzi e sono convinto che già da sabato dimostreranno di aver superato questa sconfitta. Non c’è stato un calo nervoso a mio parere, altrimenti avremmo preso 3 gol nel primo tempo, visto che in trasferta la squadra non ha mai iniziato così bene nelle prime frazioni di gioco. Abbiamo 4 punti in più dello scorso anno e stiamo dimostrando equilibrio in campo, bisogna essere contenti di questo inizio di stagione“.

In questi giorni si susseguono voci su una vicinanza di Volpi alla Sampdoria: “Con grande rispetto per queste voci, devo dire che io non so nulla di tutto questo: non sono mai stato parte di una conversazione o altro riguardo a questo argomento, so poco e in questo momento non vado a chiedere informazioni. Non c’è alcun tipo di preoccupazione a riguardo, la squadra è tranquilla e le notizie non sono verificate e confermate da nessuno, quindi non c’è molto da dire“.

La gara di lunedì si è decisa sugli esterni? Lo Spezia è andato in difficoltà sulle fasce: “Abbiamo affrontato una squadra importante, con giocatori molto forti come Ragusa e ci può stare che un elemento superiore alla media possa mettere in difficoltà chiunque. Non è stata la miglior partita dei nostri esterni, ma fino ad ora non ci possiamo lamentare del loro rendimento“.

Ci sono stati due falli di reazione, uno di Catellani e uno di Terzi, ne avete parlato? “Penso che noi siamo un esempio per quanto riguarda il comportamento in campo: ci può stare un gesto di stizza quando la partita è importante e c’è nervosismo durante la gara. Anch’io da giocatore sono stato espulso una sola volta nella mia carriera ed è stato per un fallo del genere. In questa squadra non vedo assolutamente problemi di comportamenti violenti in campo, anzi è sempre stato l’esatto contrario“.

Qual è stata la reazione della squadra alla sconfitta? “I ragazzi sono arrabbiati e io penso che sia un buon segnale per il futuro; bisogna avere la forza di riprendersi e non è facile, ma vedere la squadra che ieri si è ritrovata ed è andata a cena e oggi si è allenata con il solito impegno, può solo far pensare bene“.

Vista l’assenza forzata di De Las Cuevas e il momentaneo forfait di Ciurria, pensa che a gennaio lo Spezia si muoverà sul mercato per un’ala? “Ci consultiamo giornalmente con il mister su questo argomento: andremo a cambiare il meno possibile perché è meglio non toccare troppo gli equilibri; cercheremo di stare nel budget e nelle liste per gli eventuali innesti. Ora è troppo presto per fare qualunque tipo di valutazione, con il tempo valuteremo le giuste mosse da fare“.

Giulia Lorenzini – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it

Più informazioni su