laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Il sarzanese Gian Paolo Angelotti confermato Presidente nazionale Fiesa Confesercenti

Più informazioni su

SARZANA – Gian Paolo Angelotti è stato confermato Presidente nazionale della Fiesa Confesercenti, l’associazione di categoria che rappresenta il settore alimentare, ieri a Roma durante i lavori dell’assemblea elettiva dell’associazione. Nato a Sarzana, anni 65, Angelotti è il titolare della macelleria in Via Bertoloni a Sarzana. Presidente uscente, è stato riconfermato all'unanimità alla guida della Fiesa per il secondo mandato, a testimonianza dell'ottimo lavoro svolto e a dimostrazione della stima che le delegazioni nazionali hanno di lui.

Inoltre, si è svolta la premiazione del premio "Maestri dell'Alimentazione" durante la quale sono stati premiati due iscritti della Fiesa di Castelnuovo Magra.

Mirko Bertini (alimentari Elena e Mirco, via Canale a Castelnuovo Magra) è un giovane macellaio che da più di 30 anni ha ereditato dai genitori la passione per l’arte della macellazione e della creazione degli insaccati rimanendo fedele alle tradizioni della sua terra d’origine. A lui dobbiamo la creazione della “Prosciutta Castelnovese”, un salume inconfondibile per il profumo e sapore delicati che conferiscono al prodotto una perfetta fusione tra tradizione ligure e quella toscana. La prosciutta Castelnovese è stata inserita, nel 2000 dal Mipaf, nell’elenco dei prodotti tradizionali.

Giovanni "Johnny" Sergiampetri (La Pescheria c/o Centro Commerciale “La Miniera” – Castelnuovo Magra), da 20 anni gestisce, con meticolosa dedizione, l’attività di pescheria che ha saputo trasformare anche in una gustosissima gastronomia con piatti pronti a base di pesce per soddisfare i palati più raffinati. La passione è stata la leva che ha portato Sergiampietri a migliorarsi sempre di più e di cui il banco del suo negozio rappresenta solo l’atto finale di un lavoro minuzioso ben più lungo e che incomincia, da sempre, nella ricerca e nella selezione dei prodotti ittici migliori e nella cura nel lavoro di preparazione.

Nella foto Angelotti tra Bertini (a destra) e Sergiampetri

Più informazioni su