laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Conferenza finale del progetto europeo WiderMoS all’Auditorium dell’AP

Più informazioni su

Presente il coordinatore europeo delle Autostrade del Mare. Tra i relatori i rappresentanti di MSC, IKEA, Contship Italia Group, della Port Authority di Panama, dell'Agenzia delle Dogane col direttore Giuseppe Peleggi ed operatori da USA, Brasile, Israele, Malta, Norvegia, UK, Irlanda e Isole Azzorre.

LA SPEZIA – Mercoledì 28 e giovedì 29 ottobre l’auditorium dell’Autorità Portuale della Spezia ospita l’incontro conclusivo del progetto WiderMoS – Wide Interoperability and new Governance moDels for freight Exchange linking Regions through Multimodal maritime based cOrridorS, di cui l’Autorità Portuale della Spezia è capofila.
Al convegno “Connecting Shipping and TEN-T Core Network Corridors”, prenderanno parte il coordinatore delle Autostrade del Mare, Brian Simpson, il responsabile delle politiche europee delle reti TEN-T e Autostrade del Mare, José Anselmo, insieme ad esponenti nazionali del Ministero dei Trasporti, il Presidente di Rete Autostrade Mediterranee, On.le Antonio Cancian, il direttore dell'Agenzia delle Dogane, Giuseppe Peleggi, e molti altri attori e importanti key players del settore dei trasporti e dello shipping.
Il convegno sarà l’occasione per presentare il lavoro svolto nell’ambito del progetto WiderMoS negli ultimi due anni e mezzo, ma non solo.

La giornata di mercoledì 28 sarà aperta con i saluti del Presidente dell’Autorità Portuale Lorenzo Forcieri. A seguire, interventi di rappresentanti  del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, della Commissione Europea, della Regione Liguria, e dell’Organizzazione dei Porti Europei –ESPO. A seguire la presentazione del punto di vista italiano sui temi delle autostrade del mare, con i contributi di Antonio Cancian – RAM, del direttore dell'Agenzia delle Dogane, Giuseppe Peleggi e MSC. Il panel sarà introdotto dalla coordinatrice e “ideatrice” del progetto, Federica Montaresi.
Si passerà quindi all'illustrazione dei risultati conseguiti soprattutto per quanto riguarda le soluzioni tecnologiche – portati avanti dall'Agenzia delle Dogane, nell'ambito di WiderMos – con un panel focalizzato sulle innovazioni sviluppate negli ultimi due anni a cui parteciperanno partner istituzionali e operatori del settore.  IKEA e gruppo Contship, due dei principali protagonisti dei progetti pilota, esporranno le loro esperienze.

Giovedì 29 sarà dedicato alle politiche europee in materia di trasporto marittimo.
Questi temi rappresentano anche il cuore del “MoS Study”, lo studio elaborato nel progetto WiderMoS, che verrà distribuito durante la conferenza. La sessione sarà moderata da Josè Anselmo, responsabile delle politiche europee delle Autostrade del Mare, che sarà anche relatore. A concludere la due giorni il segretario generale della Panama Maritime Authority, Tomas Avila con operatori e rappresentanti provenienti da USA, Brasile, Israele, Malta, Norvegia, UK, Irlanda e Isole Azzorre.

Che cos’è WiderMoS?
Il progetto WiderMos (Wide Interoperability and new Governance moDels for freight Exchange linking Regions through Multimodal maritime based cOrridorS) è stato finanziato nel programma TEN-T MOS nel 2013. Dal punto di vista più strettamente operativo WiderMos prevede azioni pilota per migliorare i collegamenti tra dimensione marittima, porto e retroporto, promuovendo l'intermodalità e l'interoperabilità, semplificando le procedure di controllo alla merce al fine di rendere più efficienti i processi logistici.
Il progetto vede la  partecipazione di 4 Stati Membri (Italia, Spagna, Germania, Portogallo), 16 partners, 5 porti (La Spezia, Rostock, Kiel, Barcellona e Porto) e più di 100 soggetti coinvolti tra partners, supporters e stakeholders tra cui, per l’Italia, IKEA, MSC e RFI.
Il team italiano è composto da attori chiave quali Agenzia delle Dogane, Regione Liguria,  Università di Genova (DIEC), La Spezia Container Terminal, Sogemar,  Interporto di Padova e Circle.

Più informazioni su