laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Anci Liguria | Oggi prima seduta del CAL su rifiuti, gioco d’azzardo e cimiteri per animali

Più informazioni su

Assestamento di bilancio della Regione Liguria, sale da gioco e cimiteri per animali: su questi argomenti si è espresso il Consiglio delle Autonomie Locali, riunito questa mattina per la prima volta dopo il nuovo insediamento.
Rinviato a giovedì 12 novembre il parere sul disegno di legge regionale sui rifiuti. 

GENOVA – Si è riunito questa mattina nella sua prima seduta ufficiale dopo il nuovo insediamento il Consiglio delle Autonomie Locali (CAL).
 
L’assestamento del bilancio di previsione della Regione Liguria, la modifica della Legge Regionale 17/2012 che disciplina le sale da gioco e le norme regionali in materia di cimiteri per animali sono stati i temi su cui il CAL ha espresso parere positivo.
 
La prima seduta del nuovo CAL è entrata subito nel vivo di tematiche di grande interesse per gli Enti Locali ed è stata molto partecipata, dal punto di vista delle presenze, ma soprattutto della qualità e della capacità propositiva degli interventi – ha commentato Giorgio Guerello, Presidente del Consiglio delle Autonomie Locali. – Si conferma così l’alto profilo di questo CAL, che crediamo possa costituire un valore aggiunto importante per il sistema di rappresentanza delle autonomie locali e la concertazione con la Regione”.
 
In particolare, è sempre alta l’attenzione degli amministratori locali in tema di gioco d’azzardo, che approvano l’estensione delladistanza di 300 metri dai luoghi sensibili anche alle sale scommesse e agli esercizi dotati di slot e altri apparecchi per il gioco d’azzardo, ma chiedono in più regolamentazione degli orari di apertura e incentivi per gli esercizi che risultino privi di apparecchi da gioco, oltre a quelli che provvedano volontariamente alla completa disinstallazione. Si raccomanda infine la salvaguardia delle normative comunali più restrittive.
 
Molto dibattuta anche la tematica dei cimiteri per animali da affezione, con l’obiettivo di dare una risposta alle moltissime richieste dei proprietari di animali, evitando che, in mancanza di apposite norme, vengano create aree abusive di sepoltura. In questo ambito, il CAL manifesta l’esigenza per gli Enti Locali che la legge regionale contenga principi che siano di riferimento e di impulso, privilegiando l’iniziativa privata ed associativa, in modo da non costituire un obbligo e quindi un nuovo ed insostenibile elemento di impegno economico-finanziario ed organizzativo-gestionale per le amministrazioni comunali.
 
Rinviato invece alla prossima seduta, fissata per giovedì 12 novembre, il parere sul disegno di legge delle Regione Liguria in tema di rifiuti e raccolta differenziata, su cui il CAL chiede tempo per approfondirne i contenuti.
 
Per esprimere un giudizio di merito su una materia complessa come quella dei rifiuti, che richiede un approfondimento attento e meticoloso, è necessario più tempo – ha spiegato Rosario Amico, Coordinatore della Commissione Rifiuti di Anci Liguria. – Condividiamo lo spirito di questa legge, consapevoli dell’importanza della raccolta differenziata e di un ulteriore sforzo per adeguare la nostra regione ai parametri europei e alla media nazionale, ma esistono criticità e difficoltà strutturali che gli amministratori locali devono affrontare. Per questo intendiamo lavorare in sede di CAL, con grande spirito di collaborazione, per arrivare a un’intesa e a una sintesi positiva che creino le condizione per rendere sostenibili per i Comuni gli obiettivi di raccolta differenziata”.
 
Per confrontarsi con i rappresentanti degli enti locali su questo tema cruciale, è intervenuto alla riunione anche Giacomo Giampedrone, Assessore all'ambiente, infrastrutture e protezione civile della Regione Liguria

Cos’è il CAL
Il Consiglio delle Autonomie Locali è un organo regionale di rilevanza costituzionale, istituito in Liguria nel 2006, secondo l’articolo 123 della Costituzione, la quale dispone che “in ogni regione lo Statuto disciplina il Consiglio delle autonomie locali, quale organo di consultazione con la Regione e di rappresentanza degli Enti locali”. Il Consiglio può riunirsi allo scopo di esaminare le linee generali dell'indirizzo politico regionale e statale sul sistema delle Autonomie, formulare proposte in materia da inviare al Consiglio regionale – Assemblea legislativa ed alla Giunta regionale e soprattutto esprimere pareri obbligatori sui progetti e disegni di legge regionali inerenti le materie di competenza degli Enti locali.

Più informazioni su