laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Torna al Centro Giovanile Dialma Ruggiero il maestro Danio Manfredini con il suo “Vocazione”

Più informazioni su

LA SPEZIA – Venerdì 30 e sabato 31 ottobre alle 21.15 la rassegna del Dialma Ruggiero “Fuori Luogo, Progetto di teatro contemporaneo R.U. Castagna” accoglierà il Premio Speciale Ubu 2013, Premio Lo Straniero 2013 come “maestro di tanti pur restando pervicacemente ai margini dei grandi circuiti e refrattario alle tentazioni del successo mediatico”. Un atteso ritorno dopo il debutto dell’artista, al Dialma nel febbraio 2012 con il suo “Tre studi per una crocifissione”, molto apprezzato dal pubblico di Fuori Luogo.
 
Venerdì 30 a sabato 31 ottobre in scena con Vincenzo Del Prete, Manfredini porterà Vocazione, un’interrogazione sul senso dell’arte ed esplorazione dei domini oscuri e inconoscibili dell'ispirazione. Un’avventura lirica che va a toccare la condizione dell’artista di teatro e la delicatezza del momento che sta attraversando.  L’autore e regista traccia un quadro sulla figura dell’attore teatrale, dei vari stadi che attraversa e che lo conducono alla creazione, di come si contaminano i piani della vita con quelli dell’arte e viceversa, a partire dal repertorio teatrale in cui autori come Cechov, Shakespeare, Mariangela Gualtieri, Giovanni Testori o ancora Thomas Bernhard trattano esplicitamente la condizione dell’attore teatrale.

Vocazione è il viaggio di un artista di teatro nei desideri, nelle paure e nelle consapevolezze legati alla pratica del suo mestiere. Nel microcosmo del palcoscenico, l’artista riconosce l’inquietudine dell’uomo: la paura del fallimento e della follia, il desiderio di evasione, le domande sulla propria motivazione,e getta uno sguardo verso il momento del proprio tramonto e il momento dell’addio alla propria passione. In scena un altro attore, Vincenzo Del Prete, pronto a incarnare la ragionevolezza necessaria a richiamare alla sobrietà un mestiere che l’artista tende a portare verso direzioni più estreme – verso dove tuttavia l’attore lo segue.
Fosse anche, come si dice, che il teatro è destinato a sparire, sarebbe comunque un privilegio dare luce al tramonto.

Danio Manfredini è autore e interprete di “Miracolo della rosa” (Premio Speciale Ubu per l’interpretazione, 1989), “Tra studi per una crocifissione”, “Al presente” (Premio Ubu miglior attore,  1999),  “Cinema cielo” (Premio Ubu miglior regista, 2004)  e “Il sacro segno dei mostri”. Nel 2010 si confronta con il repertorio e debutta nel 2012 con lo spettacolo “il Principe Amleto” dall’Amleto di Shakespeare, una produzione italo-francese (La Corte Ospitale, Danio Manfredini, Expace Malraux- Chambery, Aix en Provence). Nel 2013 riceve il Premio Lo Straniero come “maestro di tanti pur restando pervicacemente ai margini dei grandi circuiti e refrattario alle tentazioni del successo mediatico”. Dal 2013 è direttore dell’Accademia d’Arte Drammatica del teatro Bellini di Napoli.

Vocazione
ideazione e regia Danio Manfredini
con Danio Manfredini e Vincenzo Del Prete
assistente alla regia Vincenzo Del Prete
progetto musicale Danio Manfredini, Cristina Pavarotti e Massimo Neri
disegno luci Lucia Manghi, Luigi Biondi – collaborazione ai video Stefano Muti – sarta Nuvia Valestri
produzione La Corte Ospitale
 
E’ ancora possibile abbonarsi fino al 30 ottobre con sconti e agevolazioni.
Costo degli abbonamenti “Fuori Luogo”: € 70 intero; € 50 ridotto under 30 e iscritti alle associazioni del Dialma; € 30 per studenti scuole superiori
 
Costo degli abbonamenti a “FisiKo. Un mese di cattive azioni”: € 50 intero; € 40 ridotto under 30 e iscritti alle associazioni del Dialma; € 20 per studenti scuole superiori
 
Costo del biglietto d’ingresso: 13,50 € intero; 10 € ridotto under 30 e iscritti associazioni del Dialma Ruggiero; 5 € ridotto scuole superiori.
 
Per informazioni telefonare ai numeri 0187 – 713264 e 328 – 2007184 oppure scrivere agli indirizzi mail centrogiovanile@laspeziacultura.it efuoriluogolaspezia@gmail.com .
 

Più informazioni su