laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Carispezia: trasferta da brividi a Lodi

Più informazioni su

Martedì la corazzata Matera al Centro Polivalente e sabato al PalaCastellotti di Lodi  contro il fortissimo Amatori Wasken Lodi  per il  CARISPEZIA HOCKEY SARZANA si chiude la settimana da “incubo”  hockeistico. E’ stata anche la settimana degli ex: martedì Davide Borsi e sabato sera Francesco De Rinaldis  e mister  Paolo De Rinaldis che trova per la prima volta nella sua carriera da allenatore la formazione rossonera da avversario. I Lodigiani sono da tutti accreditati come una delle formazioni più forti della serie A1 seriamente candidata alla semifinale scudetto e alla final four di Coppa Cers.   La formazione rossonera, vista contro i tedeschi del Dusseldorf e poi martedì contro il  Matera al Vecchio Mercato,  ha mostrato una “stitichezza” offensiva che fa certamente preoccupare, una squadra che ha limitato al minimo le distrazioni  difensive, ma che poi non è quasi mai riuscita a concretizzare in fase d’attacco. (nella foto Simone Corona, per lui si prospetta un sabato non proprio tranquillo).

SARZANA – “Dopo Forte, Bassano e Matera siamo in dirittura di arrivo con il ciclo di gare terribili, con Lodi chiudiamo questo filotto di partite da incubo e poi inizierà un campionato più alla nostra portata – dichiara il presidente Maurizio Corona – sabato siamo a Lodi, abbiamo di fronte un’altra corazzata costruita per vincere; quella del Presidente Citterio è a mio parere una formazione che,  dopo il roboante mercato estivo, non può fallire la semifinale scudetto ed ha ottima possibilità di accedere alla final-four di Coppa Cers. A guidarla ci sarà Paolo De Rinaldis – continua il Presidente. – tantissimi ricordi ci accomunano a lui, tanti traguardi conquistati insieme, ma personalmente non sono abituato a vivere di ricordi, l’unica cosa che è certa che se ora il mister guida una Ferrari come quella lodigiana, molto merito è certamente il suo ma anche della società Hockey Sarzana che gli ha dato l’opportunità di mettersi in mostra. Noi invece dobbiamo guardare in faccia la realtà – conclude Corona – la classifica ci vede al penultimo posto ma ripeto siamo solamente alla quarta giornata, il nostro pubblico ci deve aiutare così come ci deve aiutare la città, le istituzioni e gli imprenditori se vogliamo che l’ hockey a Sarzana rimanga nella massima serie, l’unica nostra certezza è il mister che ci ha regalato tre salvezze negli ultimi tre anni e insieme a lui e a tutto il consiglio stiamo provando a intervenire a Gennaio ma per fa questo non possiamo essere soli. Comunque andiamo a Lodi sapendo che  i pronostici sono tutti a  nostro sfavore, ma personalmente sono certo che venderemo cara la pelle e disputeremo una grande gara. Mister Cupisti gli fa eco – I miei ragazzi ci proveranno, statene certi, ma di fronte si troveranno una delle squadre più titolate del Campionato Italiano, una rosa con tre Nazionali Italiani Campioni d’ Europa ad Alcobendas: Domenico Iluzzi, Federico Ambrosio e Alessandro Verona oltre a Franco Platero  che è uno dei migliori talenti giovani argentini”.  Un’altra  “Mission Impossible” per il Carispezia Hockey Sarzana, in trasferta in lombardia dove va a sfidare l’ambiziosissimo Lodi guidato dall’ ex tecnico rossonero Paolo De Rinaldis, formazione quella Lodigiana costruita per puntare decisamente in alto e proprio riprendendo le parole del Presidente Roberto Citterio in un intervista al Cittadino di Lodi in Giugno  si evince che la società giallorossa non fa mistero delle proprie ambizioni “abbiamo costruito un ottimo Amatori che siamo convinti regalerà soddisfazioni. Dopo due anni di assestamento siamo tornati ad essere competitivi…….Abbiamo chiuso da tempo tre acquisti importanti: Verona, Platero e Ambrosio, andando a prendere giocatori che riteniamo molto validi e soprattutto giocatori che volevano”. Al Palacastellotti solo una prestazione sopra le righe unita a qualche disattenzione della formazione di casa potrebbe regalare insperati punti alla formazione di Alessandro Cupisti.  La  squadra vista contro i tedeschi del Dusseldorf e poi martedì contro il  Matera al Vecchio Mercato  ha mostrato una “stitichezza” offensiva che fa certamente preoccupare, una squadra che ha limitato al minimo le distrazioni  difensive, ma che poi è quasi mai riuscita a concretizzare in fase d’attacco. Contro il Lodi i rossoneri trovano una squadra  di grandissimo valore che ha iniziato però la stagione tra alti bassi: sconfitta a Follonica, vittoria di misura contro il Valdagno tra le mura amiche, ancora sconfitta a Matera per poi trovare la propria dimensione da grande squadra nelle ultime due gare in casa  prima vincendo con largo margine contro i Francesi de La Veendene in Coppa Cers e poi sbarazzandosi del  Trissino con un perentorio con un perentorio 7 a 2. La dirigenza giallorossa ha consegnato al tecnico Sarzanese Paolo De Rinaldis un’ottima squadra, tre decimi della Nazionale Campione d’Europa ad Alcobendas: confermando il “deux machine” giallorosso Domenico Illuzzi,  acquistando Federico Ambrosio, il miglior colpo dell'intero mercato nazionale hockeystico estivo e il giovante bomber Fortemarmino Alessandro Verona, e oltre ai tre azzurri il rientro del talento Argentino Franco Platero. Della squadra della scorsa stagione sono stati ceduti Francesco Rossi proprio al Sarzana, Matteo Brusa al Monza e Paolo Trento al Pordenone in serie A2. Ecco la rosa dettagliata della formazione lombarda guidata da Paolo De Rinaldis  che trova per la prima volta nella sua carriera da allenatore la formazione rossonera da avversario. Il leader  della formazione Lombarda è certamente, il nazionale Domenico Illuzzi classe 1989, Campione d’Europa con la nazionale senior ad Alcobendas, elemento a tutta pista in grado di garantire la regia e l'equilibrio alla squadra, 43 reti per lui e settimo posto nella classifica cannonieri di serie A1 nella scorsa stagione. A seguire la nuova coppia d’attacco, i due nuovi acquisti che hanno fatto impazzire la calda piazza di Lodi Federico Ambrosio e Alessandro Verona  arrivati il primo dal Pieve 2010 e il secondo dai Campioni d’Italia del Forte dei Marmi anche loro come Iluzzi Campioni d’Europa con la Nazionale Italiana ad Alcobendas: Il grande sforzo societario nella campagna acquisti estiva è stata certamente l’acquisto di Federico Ambrosio dal Pieve. L’ italo- argentino, lo scorso campionato con le sue prestazioni e le sue 59 reti ha trascinato il Pieve 2010 nei play-off regalando alla formazione di Cremona un posto nelle Coppe Europee. Alessandro Verona arriva invece dalla formazione Campione d’Italia del Forte dei Marmi 21 reti per lui nella scorsa stagione, il fortemarmino è sicuramente il giovane più interessante di tutto il panorama hockeystico nazionale, è sicuramente quello che nelle prime giornate è entrato più nei cuori della esigente tifoseria Lodigiana andando già in rete in 6 occasioni. L’altro nuovo arrivo è di per se un ritorno Franco Platero, classe 1992, è un difensore con una grande classe, la sua immensa tecnica non era rimasta inosservata ai mondiali under 20 in Portogallo e "Platerino" nel suo primo anno in Italia aveva dimostrato quanto di buono si diceva di lui, per lui, 23 reti  messe a segno, poi una stagione in Argentina  per poi riapprodare a Lodi quest’estate. Con loro i confermati  Andrea Malagoli, classe 1991, attaccante di razza per lui già 28 reti segnate nell’ultima stagione giallorossa, Francesco De Rinaldis, per l'ex capitano rossonero non servono presentazioni, giocatore di quantità che da due stagioni sta giocando nel ruolo di difensore posizione in pista che Cupisti aveva già ritagliato per lui nell’ultimo anno a Sarzana trovando nella scorsa stagione la via della rete con continuità, 15 reti segnate per lui. Infine a difesa della porta il catalano Adrian Català, classe 1994 giocatore con molte presenze nelle nazionali giovanile iberiche, alla seconda stagione a difesa della porta lodigiana, ottime prestazioni per lui condite da qualche amnesia. A seguire i "baby" del vivaio: Riccardo Bernabè, classe 1996, Enrico Pochettino classe 1998, e con loro il secondo portiere Riccardo Porchera, classe 1996.  La squadra rossonera si presenta, ancora orfana di Simone Fioravanti.

Il match si giocherà questa sera sabato 31 Ottobre alle 20.45 al PalaCastellotti di Lodi Arbitri il Sig. Fronte (NO) il Sig. Iorio (SA), ausiliario Sig. Rebughini (LO).

Più informazioni su