laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Carispezia Sarzana mai domo rimonta tre volte il Valdagno

Più informazioni su

Un punto d’oro voluto con determinazione che Carispezia Sarzana ci ha abituato nelle ultime apparizioni al “Vecchio Mercato”.  I rossoneri hanno conquistato un punto prezioso che isola il Giovinazzo all'ultimo posto e non fa scappare il Valdagno che resta coinvolto nella zona retrocessione. La dirigenza rossonera è sul punto di annunciare l'arrivo di un argentino “top player” nel mercato di gennaio e anche se il nome resta ancora un segreto, la notizia ha galvanizzato tutto l'ambiente al punto da renderlo già da ora maggiormente competitivo. (nella foto l’esultanza di capitan Sterpini dopo la rete del pareggio).

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA – ADMIRAL VALDAGNO 5 – 5  (1 – 3)

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA: Corona (Perroni Alessio), Pistelli (1), Rossi Francesco (1), Fioravanti, Attarki, Sterpini (1), Di Donato, Dolce (2), Perroni Andrea. Allenatore Alessandro Cupisti.

ADMIRAL VALDAGNO: Cunegatti (Nieddu), Fariza (1), Ribot (1), Campagnolo, Peripolli (3), Bicego, Rigon, Zambon, Marchesini. Allenatore Franco Vanzo.

Arbitri: Sig. Barbarisi (SA) – Sig. Davoli  (RE) ausiliario Sig. Righetti (SP)

“Un punto importantissimo per la classifica e per la voglia di lottare che la squadra ha dimostrato commenta il presidente Maurizio Corona a fine partita – I veneti di Vanzo ci hanno messo in difficoltà ed in certi momenti sembravano imprendibili, per due volte si sono portati sul doppio vantaggio ma i miei ragazzi non volevano assolutamente perdere questa partita troppo importante per la nostra classifica e giocando con il cuore hanno coronato la rincorsa a questo pareggio che sembrava oramai irraggiungibile.” Gli fa eco Luca Sterpini “Sicuramente si sono più viste le energie nervose che quelle fisiche in questa partita, perchè nonostante l’euforia per il passaggio al secondo turno la trasferta di sabato ha lasciato qualche strascico dal punto di vista fisico, perciò penso che siamo stati bravi a reggere dal punto di vista nervoso  e se questo punto purtroppo non serve a molto, permette se non altro di non fare scappare il Valdagno” Parlando della gara di sabato contro il Viareggio il capitano dice “ La partita contro il Viareggio è una sorte di Jolly, sono quelle partite dalle quali ci si aspetta poco dal punto di vista del risultato, però ci teniamo certamente a disputare una buona partita”

Ma veniamo alla gara mister Franco Vanzo, si presenta con l’organico al gran completo,  schiera il suo starting-five con Campagnolo e Fariza sulla linea difensiva insieme alla coppia d’attacco Bicego e Peripolli  con Cunegatti alla difesa della porta e a disposizione Ribot, Marchesini, Zambon, Rigon e il secondo portiere Nieddu. Cupisti risponde con Corona tra i pali, Sterpini, Rossi, Di Donato e Dolce. Per la cronaca inizio ad handicap per la formazione rossonera, all’ 1’,28” palla persa in attacco dalla formazione di Cupisti che lascia campo libero al contropiede Veneto Fariza lancia Peripolli tutto solo davanti a Corona per la rete dell’ uno a zero. Ancora Peripolli scatenato al 2’,56” prende  palla si accentra e dall’angolo alto lascia partire un diagonale che non lascia scampo a Corona.  Al 16’, 51” rete rossonera con Pistelli  che entra in area dalla sinistra e di giustezza batte Cunegatti prima della rete rossonera un serie di tentativi della squadra di casa ben parati da Cunegatti e alcuni buoni interventi di Corona. Al 21’,38” terza rete veneta ancora con lo scatenato Peripolli e prima del suono della sirena occasionissima per Carispezia che usufruisce di un tiro di rigore per un netto fallo di pattino in area di Bicego, si incarica della battuta Sterpini ma Cunegatti si oppone  e fissa il parziale del primo tempo sul risultato di 3 a 1 a favore del Valdagno  punteggio con cui le squadre vanno al riposo. Nel secondo tempo il Sarzana prova ad accelerare, e in meno di un minuto trova le due reti che riportano la gara in parità al 4’,28” Dolce è servito in area da Sterpini con una giravolta elude la marcatura del proprio avversario e batte Cunegatti. Al 4’,54” cartellino blu a Fariza per fallo su Di Donato e tiro di prima a cui si incarica di battere Dolce, il bomber viareggino scaccia la maledizione di tiri diretti sbagliati mettendo la sfera all’incrocio dei pali della porta difesa da Cunegatti. Sul risultato di parità con una doppietta spagnola il Valdagno si riporta sul doppio vantaggio al 6’,24” Ribot lascia partire una conclusione che sorprende Corona e poi al 6’,24” Fariza con una percussione coast to coast si presenta tutto solo davanti a Corona e lo trafigge. La reazione rossonera è veemente e Rossi dopo 9” riduce lo svantaggio portando il punteggio sul 5 a 4. Sul punteggio di 5 a 4 doppia punizione di prima una per parte per i raggiungimento del decimo fallo di squadra ma prima Corona si oppone a Ribot e poi Cunegatti dieci secondi dopo strega Dolce. Cupisti gioca la carta Fioravanti e proprio un fallo di Campagnolo al 22’,48” sull’attaccante rossonero scaturisce il tiro di rigore che Sterpini realizza per definito 5 a 5 che ha coronato la rincorsa a questo pareggio che sembrava oramai irraggiungibile. Per fortuna prima Dolce (punizione di prima) e poi Sterpini a due minuti dal termine hanno violato la porta di Cunegatti sui tiri liberi chiudendo la maledizione che i rossoneri si trascinavano da inizio anno. Forse la svolta del match e della stagione.

Ora ancora turno casalingo di Campionato Sabato 5 contro il CGC Viareggio. Poi il 12 Dicembre arrivano a Sarzana gli Svizzeri dell’ Uttigen  per il secondo turno della Coppa Cers.

Più informazioni su