laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Concluse oggi le due giornate di Lavoro per Copernicus Marine Services

Più informazioni su

Conoscere i nostri mari! Ecco i numeri! 

LA SPEZIA – Si è concluso oggi  il primo workshop dedicato alla ricerca e all’utilizzo di dati e prodotti meteomarini per il Mediterraneo promosso da Mercator Océan per conto della Commissione Europea ed organizzato dal Distretto Ligure delle Tecnologie Marine (DLTM) in collaborazione con Centro Euro-Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici (CMCC) La Spezia EPS – Euroinformazione Promozione Sviluppo della Camera di Commercio della Spezia e pensato per addetti del settore marino/marittimo, studenti, autorità pubbliche, ma anche comuni cittadini, con sessioni di training adattate per esperti e non.
Le due proficue giornate di lavoro hanno permesso di accedere ai dati fisici, chimici, biologici dell’ambiente marino. Un pubblico attento ed interessato costituito principalmente da Enti di Ricerca (33%) ed Aziende (24%), oltre che a associazioni, studenti universitari e marine militari.

“Le due giornate sono state una occasione unica per poter stimolare la collaborazione tra enti di ricerca ed imprese per insieme percorrere un proficuo cammino verso nuovi sviluppi economici e lavorative, ovvero verso quella che viene definita Crescita Blu’. Una occasione importante soprattutto per la PMI della provincia spezzina e della Regione Liguria.  La Commissione Europea incoraggia fortemente il mondo della ricerca a mettere in rete i dati da loro reperiti ed i prodotti conseguentemente sviluppati.”


Queste le parole del Dott. Giuseppe Manzella (organizzatore del workshop e consulente scientifico del DLTM) che continua: “Questo tipo di ‘politica’ Copernicus è uno dei tasselli più importanti di questa strategia. I servizi sviluppati nell’ambito di progetti di ricerca sono adesso disponibili per applicazioni pratiche in quei settori economici da cui le imprese possono trarre benefici. Le ricadute possono andare a beneficio, otre che delle imprese, anche delle agenzie per la protezione ambientale e le istituzioni pubbliche”.
“La collaborazione con DLTM per organizzare questo primo workshop per il Mediterraneo ha portato i suoi frutti: più di 100 tra aziende, istituzioni e ricercatori hanno partecipato nelle due giornate. “Al mio ritorno in Francia” – aggiunge Cécile Thomas Courcoux Direttrice Marketing e Comunicazione di Mercator Océan” –  “sono proprio curiosa di vedere chi continuerà a seguirci sulla nostra piattaforma (www.marine.copernicus.eu). Il bilancio del primo anno di attività di Copernicus Marine Services è il seguente: l’adesione a livello mondiale di più di 6000 utenti (dei quali 2500 -3000 organizzazioni). Sono numeri veramente incoraggianti. Non dimentichiamoci che il programma Copernicus – al quale appartiene Marine Services – rappresenta un investimento per i cittadini europei di circa 1 euro all’anno (ma ne apporterà altri 3,2 nei prossimi 15 anni). L’innovazione generata questo Programma creerà, quindi, circa 50.000 posti di lavoro (mantenuti o creati)”.
Continua la Thomas-Courcoux: “Mercator Océan vorrebbe ringraziare, DLTM, Autorità Portuale e Camera di Commercio della Spezia per la loro collaborazione: sono stati veramente molto efficaci. Abitualmente facciamo workshop per comunità specifiche appartenenti al Mondo della Ricerca, questa volta abbiamo avuto una presenza massiccia di Imprese: abbiamo notato un interesse e un’apertura mentale molto motivante anche per noi”.

Antonio Furio dell’azienda spezzina SITEP ITALIA SpA conclude “Siamo molto onorati di aver avuto questa opportunità. E’ necessario che le imprese stabiliscano un contatto più stretto con gli Enti di Ricerca e gli Organismi Europei preposti allo sviluppo scientifico e tecnologico. Vi è assoluta necessità che Ricerca ed Industria lavorino anche per tutti quelli che sono gli interessi della Società civile, compresa la difesa del nostro ambiente. Questo era un appuntamento da non mancare.”

All’evento hanno partecipato come uditori anche i ragazzi e le ragazze dell’IIS-G. Capellini Sauro dell’indirizzo: “Chimica e Materiali per le Tecnologie del Mare”; anche la scuola alberghiera G. Casini è stata coinvolta per il servizio di catering, a testimonianza della volontà di DLTM di coinvolgere le realtà scolastiche del territorio nelle iniziative di interesse formativo per i giovani. 

Più informazioni su