laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

“A democracy of image” Personale di Matteo Fiorelli @ Osteria Bacchus

Più informazioni su

Domenica 6 dicembre ore 18.00

LA SPEZIA – “A democracy of the image” nasce per elogiare, soprattutto, il lavoro di William Eggleston e Stephen Shore ed è possibile riassumerne il senso in questa frase: qualsiasi soggetto fotografico è degno di attenzione e ha pari dignità.

Nei lavori che propongo non accade nulla di particolare, tantomeno di determinante, indimenticabile. A prima vista i soggetti delle fotografie sembrano molto comuni come quelli degli album di famiglia dove si alternano: amici, parenti, cani, case di periferia, garage, auto, marciapiedi, strade, pali della luce.
Insomma tutto ciò che possiamo vedere abbassando il finestrino della nostra automobile. Tuttavia, se osserviamo con attenzione, se cerchiamo di spaccare lo strato di ghiaccio che ricopre la superficie dell’acqua e aguzziamo la vista, mistero e bellezza possono essere rivelati. Così emergono l’inquietudine e la malinconia di ciò che ci circonda. Un occhio che dà uguale dignità a tutto quanto: questo è lo sguardo democratico – un elogio della banalità che cerca di restituire, attraverso gli occhi dell’individuo, alla vita quotidiana la dignità che le spetta.

È una fotografia che non fa rumore, che non si spettacolarizza, dai colori tenui e mai gridati, non adatta alle pagine patinate delle riviste; una fotografia che ritrae un mondo qualunque, lontano dai lustrini e dalle luci abbaglianti del-
l’estetica main-stream, una fotografia in cui gesti e oggetti comuni sono portati in primo piano e mostrati così come sono, senza artifici retorici.

Questo è il nostro mondo, un mondo vivo, mutevole ed effimero, fatto di cose che cambiano spazio e forma in continuazione, noi ne siamo i giardinieri, ce ne prendiamo cura, fissiamo nella nostra memoria delle epifanie, prima che siano spazzate via dallo schermo.  

Fotografia, sguardo e memoria si sovrappongono a tal punto da divenire un amalgama.

La mostra è dedicata a tutto questo.

Più informazioni su