laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Erba (PD): Revisione Piano Urbanistico, una fase importante per la città

Più informazioni su

LA SPEZIA – Sono soddisfatto della discussione fatta all'interno della assemblea degli iscritti del Partito Democratico tenutasi ieri sera nella sala dell'Urban Center. Il metodo è quello del confronto continuo tra il lavoro portato avanti dalla amministrazione e le proposte integrative e richieste di approfondimento che gli iscritti vogliono fare. La Revisione del Piano Urbanistico presenta dei punti innovativi che gettano concretamente le basi per immaginare e realizzare la città del futuro. Non solo perché il metodo di realizzazione del piano è il frutto di un percorso partecipato che ha visto protagonista la città e i portatori di interesse in cinquantacinque incontri organizzati nei quartieri, ma perché ha avuto anche la capacità di tenere insieme più punti di vista poiché l'attenzione su certi temi realizza una proposta che guarda prima di tutto alla tutela dell'ambiente e alla creazione di una città smart. La verifica di adeguatezza del piano si sviluppa in sette punti che fanno da cornice alla proposta. Il primo punto affronta il tema della salvaguardia della fascia collinare per ragioni paesaggistiche, fisiche ed ecologiche;  il secondo si concentra sulla rigenerazione e il completamento della città esistente, con una attenzione particolare verso la qualità e la dimensione dell'abitare sociale; il terzo punto ha come obiettivo quello di perseguire e completare un sistema infrastrutturale sostenibile; la direttrice del quarto punto affronta il rischio idrogeologico con un monitoraggio e decisione di imporre l'inedificabilità sulle fasce collinari; il quinto si concentra sul recupero di aree e fabbricati in via di dismissione (sia militari, sia del demanio marittimo) con una particolare attenzione ad edifici riconosciuti come archeologico-industriali. Il sesto punto focalizza l'attenzione sui nuovi spazi di produzione industriale, il chiaro riferimento in questa fase è verso l'area dell'Enel, dando le garanzie necessarie di sostenibilità ambientale e rispetto per la vivibilità con un forte obiettivo di puntare sull'utilizzo dell'esistente. L'ultimo punto tratta dello sviluppo di nuove forme di servizio pubblico per la città, capitolo che è all'interno del progetto smart city presentato poche settimane fa alla città in una conferenza pubblica. In questa discussione si inserisce a gamba tesa il progetto scellerato della giunta Toti che porta avanti la proposta del piano casa già bocciata dalla votazione avvenuta all'interno della assemblea del Cal. Continueremo la battaglia perché le nostre proposte sono in antitesi con quelle della giunta Toti. L'unico vero obiettivo del Piano Casa è quello di togliere l'autonomia dei governi territoriali costruendo un sistema centralizzato che passa sopra la testa delle amministrazioni locali. Lo strumento del piano regolatore è lo strumento principe sella amministrazioni, non può essere sottratto. Se così fosse la nostra Regione e la nostra città andrebbero incontro ad una stagione di cemento e nuove costruzioni.

Luca Erba
Segretario PD La Spezia
Consigliere Comunale PD La Spezia

Più informazioni su