laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Carispezia sconfitta di rigore contro la capolista Breganze

Più informazioni su

Sconfitta con onore per Carispezia Sarzana, capace di tenere testa per tutta gara alla capolista Breganze. La sconfitta, nei pronostici della vigilia, ci stava tutta ma il quintetto di Alessandro Cupisti vende cara la pelle e il Breganze deve sudare le proverbiali sette camicie per portare in porto il successo, che arriva grazie a un tiro di rigore a meno di 5’ dal termine. La squadra rossonera deve essere solo applaudita e sabato prossimo arriva a Sarzana l’ Rsc Uttigen per uno storico ottavo di finale di Coppa Cers. (nella foto Simone Corona autore di un ottima gara).  

FAIZANE’ LANARO BREGANZE – CARISPEZIA HOCKEY SARZANA  2 – 1  (1-0)

FAIZANE’ LANARO BREGANZE: Gnata (Zanin), Dal Santo, Mattia Cocco, Compagno, Gasparotto, Giulio Cocco (1), De Oro, Gimenez Borja, Teixido (1). Allenatore: Mirco De Gerone.

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA: Corona (Perroni Alessio), Di Donato,  Perroni Andrea, Pistelli, Sterpini, Dolce, Amat, Fioravanti, Rossi Francesco (1). Allenatore: Alessandro Cupisti.

Arbitri: Sig. Galoppi  (GR) Sig. Brambilla (LO) ausiliario Sig. Fabris (VI)

“I ragazzi sono stati molto bravi e se al momento opportuno fossimo stati più incisivi sottoporta potevamo commentare un altro risultato – commenta il tecnico Alessandro Cupisti a fine partita parlando della sua squadra – è una sconfitta che poteva essere messa in preventivo, contro il Breganze capolista del campionato, squadra imbottita di ottimi giocatori; siamo rimasti aggrappati al risultato per quasi tutta la partita e questo è certamente un dato che fa ben sperare per il prossimo futuro. Deluso per la sconfitta ma soddisfatto per la prestazione anche il presidente Maurizio CoronaMi dispiace per la sconfitta, però non ho nulla da recriminare ai miei ragazzi. Il Breganze è un’ottima squadra, ha meritato di vincere, per il possesso palla e per le azioni costruite, però il loro rigore è nato da un nostro errore veniale in una ripartenza in cui abbiamo forzato inutilmente, mancavano cinque minuti al suono della sirena, il Breganze non era più lucido e noi avremmo potuto anche fare il colpaccio” Poi Maurizio Corona scherzando dice – è piacevole certamente ricevere complimenti nel post gara, però io ho ormai sposato il pensiero del mio mister i complimenti senza punti contano veramente poco, allora chiedo ai mie ragazzi basso profilo e al pezzo abbiamo una salvezza che non sarà facile da conquistare e ora ci sono tre partite in otto giorni in cui dobbiamo dare il meglio di noi”. 

Veniamo alla cronaca della partita: nel Breganze l’allenatore Mirko De Gerone schiera nello starting-five iniziale   Gnata a difesa della porta, De Oro, Mattia Cocco, Teixido e Borja Gimenez a disposizione in panchina Giulio Cocco, Dal Santo, Gasparotto e Compagno e il secondo portiere Zanin. Cupisti risponde con Corona, Sterpini, Pistelli , Di Donato e Rossi. Veniamo alla cronaca della gara, Breganze che parte con il piede pigiato sull’acceleratore, ma trova davanti a se l’attenta difesa rossonera che lascia poche occasioni agli avanti veneti e quando gli attaccanti si liberano alla conclusione trovano un Corona in giornata di vena. Al 7’,20” la formazione di De Gerone ha l’occasione ghiotta per portarsi in vantaggio quando Brambilla concede un tiro di rigore per un fallo di Sterpini in area, si incarica della battuta De Oro ma Corona respinge. La partita prosegue con lo stesso copione anche se il Sarzana comincia a pungere la difesa Breganzese con pericolose ripartenze. Al 15’,45” il Breganze si porta in vantaggio, amnesia difensiva della formazione di Cupisti che lascia Giulio Cocco tutto solo davanti a Corona, il giovane attaccante non sbaglia la ghiotta occasione e sigla la rete del vantaggio veneto. Al 21’,45” pasticcio di Mattia Cocco che scivola a terra in area e tocca la pallina da tergo con la stecca, tiro di rigore per il Sarzana, si incarica della battuta  Sterpini ma Gnata respinge. Prima del suono della sirena ancora due occasioni per la squadra di casa respinte da Corona e sul punteggio di 1 a 0 per la formazione di De Gerone  le due squadre vanno al riposo. Il secondo tempo si apre con la squadra di casa che continua il suo forcing,  ma dopo due minuti subisce la rete del pareggio, Rossi è bravo a ripartire in contropiede e a costringere Mattia  Cocco al fallo, il Sign. Brambilla di Lodi non ha dubbi chiara occasione da rete, nessun cartellino blu ma tiro diretto per il Sarzana, si incarica della battuta lo stesso Rossi, Gnata prima respinge ma il tap-in del “bomber” Bassanese non lascia scampo al portiere Veneto  e riporta Carispezia sul risultato di parità. Subito il pareggio, i padroni di casa si gettano a testa bassa alla ricerca del nuovo vantaggio, porgendo i fianchi ai contropiedi rossoneri, Cupisti butta nella mischia Amat al rientro dopo l’infortunio di Trissino e il “gaucho” Argentino prova a impensierire Gnata con alcune conclusioni dalla distanza. Breganze si rende pericoloso in alcune occasioni e al 40’,10” ha la ghiotta occasione per riportarsi in vantaggio quando i rossoneri commettono il decimo fallo di squadra, mandando Teixido a battere il tiro libero, la serie di finte dell’ attaccante spagnolo non ingannano Corona che costringe il Breganzese a mettere alta la sfera. La formazione del Presidente Turle sembra accusare la grande occasione sprecata, ma a meno di 5’  dal suono della sirena  un errore del Sarzana nella costruzione di un contropiede mette De Oro in condizione di presentarsi in area e battere a rete, e con Corona battuto la sfera viene respinta dal corpo di Dolce, l’ arbitro Galoppi non ha dubbi e concede il tiro di rigore, si incarica della battuta Teixido che batte Corona per la rete del vantaggio Breganzese. Nei restanti minuti finali la formazione di De Gerone cerca  solamente di amministrare il vantaggio  e il suono della sirena  chiude definitivamente la gara con il punteggio di 2 a 1 a favore del Faizanè Lanaro Breganze. Resta l’amaro in bocca per un  Carispezia che  ha giocato un ottima gara.

Ora alla formazione di Alessandro Cupisti l’aspettano tre appuntamenti importantissimi prima della sosta natalizia: sabato 12 Dicembre arriva a Sarzana l’ Rsc Uttigen per gli ottavi di finale di Coppa Cers, martedì  15 in trasferta a Thiene in una delicata sfida salvezza e poi al Vecchio Mercato il sabato successivo contro il Cremona.

Più informazioni su