laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Il commento | Con il destino ancora nelle proprie mani

Più informazioni su

Mimmo Di Carlo, oggi contro il proprio passato – Foto Patrizio Moretti 

Per recuperare terreno, e per rendere meno frenetica l’attesa del mercato di gennaio, lo Spezia ha di fronte a se un mini-calendario che sembra fatto apposta per giocarsi una carta importantissima di rilancio

LA SPEZIA – Nove anni in maglia bianco-rossa, conditi da oltre 200 presenze tra (vecchia) serie C, serie B e serie A.
Non si è fatto mancare nulla Mimmo Di Carlo nell’esperienza da giocatore nelVicenza, società che inevitabilmente ha lasciato un segno molto importante nel suo passato anni ’90, ma che oggi affronterà da avversario, per quella che sarà laquarta panchina aquilotta della sua gestione.

Da oggi si capirà qualcosa di più circa il trend che il tecnico di Cassino ha portato in quest’ultimo periodo.

Per ora una vittoria, un pareggio e una sconfitta, in contesti diversi tra Campionato e Coppa Italia. Oggi valuteremo se nel paziente grave è veramente in atto l’effetto di una pillola in grado di svoltare la mente e la convinzione di un intero gruppo.

A questo proposito, proprio il pareggio strappato a Pescara dovrebbe aver rinvigorito testa ed energie psico-fisiche di tutti, giocatori e ambiente.

La mezza giornata di campionato giocata ieri ha dimostrato ancora una volta tutta l’incertezza e l’estremo equilibrio di un campionato dove puoi nascere, rinascere o morire di settimana in settimana, alla velocità della luce.

Il Vicenza dello scorso anno, come il Novara di quest’anno, sono esempi e riferimenti lampanti a tal proposito.

Per recuperare terreno, e per rendere meno frenetica l’attesa del mercato di gennaio, lo Spezia ha di fronte a sé un mini-calendario che sembra fatto apposta per giocarsi una carta importantissima di rilancio in ottica salvezza e in ottica play-off.
Entrambi gli orizzonti, già. Perché con una vittoria ci si collecherebbe perfettamente a metà, col destino nelle proprie mani,
in attesa di filotti importanti.

Di Carlo – Marino sarà sfida dal sapore di serie A per due tecnici che si sono affrontati diverse volte nella massima serie negli ultimi anni.

Anche questo non deve mai farci dimenticare la dimensione raggiunta da questasocietà e da questa piazza nell’ultimo quinquennio.

In periodi come questi ci si aggrappa a tutto, è vero. Ma non è mai banale questo pensiero.

 
Dennis Maggiani – © Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it
 

Più informazioni su