laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Attenzione alla truffa dell’auto incidentata

Più informazioni su

La Polizia di Stato Informa

LA SPEZIA – Si presenta come “l’Avvocato del figlio” e riesce a farsi consegnare il denaro per risarcire un danno.
E’ accaduto anche in provincia della Spezia, secondo una modalità e dinamica diffusa su tutto il territorio Nazionale. Per questi motivi il Questore della Spezia, Dott. Vittorino Grillo, raccomanda alla cittadinanza la massima attenzione per non cadere nei tranelli tesi da malintenzionati che agiscono per  appropriarsi in maniera truffaldina di somme di denaro, anche cospicue.

L’episodio che si è verificato il 2 dicembre scorso ha avuto la seguente dinamica:
nella mattinata di quel giorno un uomo dell’età di circa 78 anni, sull’utenza telefonica di casa,  ha ricevuto la telefonata di una persona che si presentava come “ il legale di suo figlio”. Costui lo informava che il figlio aveva appena causato un incidente stradale con la propria auto e che i Carabinieri intervenuti sul sinistro avevano riscontrato che la vettura era priva della copertura assicurativa: a causa di questa grave irregolarità  l’uomo era stato accompagnato in  caserma per essere denunciato e per la redazione degli atti relativi al sequestro del mezzo.

A dire del legale, tali conseguenze si sarebbero potute evitare risarcendo immediatamente il danno causato, cioè pagando subito la somma di euro 3.000 in contanti al conducente dell’altro  veicolo coinvolto nell’incidente. I truffatori fornivano anche un numero telefonico, asseritamente della Caserma dei Carabinieri, al quale rispondeva un sedicente Carabiniere che confermava quanto detto dal complice, rassicurando così l’anziano sulla veridicità della storia.

A quel punto la principale preoccupazione della vittima era di non avere la disponibilità immediata del  denaro sufficiente a risolvere il problema, e il truffatore si offrì, in qualità di legale del figlio , di venire a prendere tutto  quello che riusciva a racimolare in casa, offrendosi di anticipare lui la differenza.

Dopo pochi minuti, un individuo  si presentava come “l’Avvocato”  alla porta dell’anziano, e costui gli consegnò tutto il denaro che aveva in casa (nel caso specifico €.500).

Si raccomanda di NON UTILIZZARE numeri telefonici forniti da terze persone per contattare gli uffici delle Forze dell’Ordine, ma quelli normalmente presenti negli appositi Elenchi.

Più informazioni su